...

Referendum M5S per l'uscita dall'Euro

by movimento-5-stelle

on

Report

Download: 0

Comment: 0

953,295

views

Comments

Description

Download Referendum M5S per l'uscita dall'Euro

Transcript

  • 1. #FUORIDALL€UROIL MOVIMENTO 5 STELLE PER IL REFERENDUMPER L’USCITA DALL’EUROSala Nassirya - Senato della Repubblica - 10 dicembre 2014
  • 2. I NUMERI DELLA CRISI ITALIANA DENTRO L'EUROPERDITA DELLA COMPETITIVITÀ DI PREZZODELLE MERCI ITALIANE ALL'ESTERO:CIRCA IL 20% RISPETTO ALLE MERCI TEDESCHECROLLO DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE:-25% ITALIA +26% GERMANIAESPLOSIONE DELLA DISOCCUPAZIONE:13,2% UFFICIALE E 43,3% GIOVANILE#FUORIDALL€URO 2
  • 3. I NUMERI DELLA CRISI ITALIANA DENTRO L'EUROTRACOLLO DEL PIL DAL 2008 AD OGGI: -9%MORÌA DELLE IMPRESE: 8101 IMPRESE SOLONEL PRIMO SEMESTRE 2014 (+10% RISPETTOAL 2013)SVENDITA DELLE NOSTRE MIGLIORI IMPRESEA PROPRIETARI ESTERI (PROFITTI FUORIDALL'ITALIA)#FUORIDALL€URO 3
  • 4. EURO: UNA MONETA DISEGNATA SU MISURA PER LA GERMANIA#FUORIDALL€URO 4
  • 5. EURO: UNA MONETA DISEGNATA SU MISURA PER LA GERMANIADAL 1997 AL 2014PRODUZIONE INDUSTRIALE ITALIA: -25%PRODUZIONE INDUSTRIALE GERMANIA:+26%#FUORIDALL€URO 5
  • 6. L'EURO COSTRINGE I PAESI DEBOLI ALL'AUSTERITÀ EALLA DISOCCUPAZIONE• ”SE NON PUOI SVALUTARE LA MONETA SVALUTI I SALARI"(CIT. STEFANO FASSINA)• TAGLIARE COSTO DEL LAVORO (SALARI) E SPESA PRODUTTIVAPER RECUPERARE COMPETITIVITÀ DI PREZZO PERCHÉ NONSI PUÒ SVALUTARE LA MONETA• I TAGLI LINEARI UCCIDONO LA DOMANDA INTERNA: CROLLOCONSUMI E VENDITE, FALLIMENTO DI FAMIGLIE E IMPRESE• IL GETTITO FISCALE DIMINUISCE PERCHÉ DIMINUISCONOI LAVORATORI-CONTRIBUENTI: AUMENTO DEFICIT E DEBITO• NUOVI TAGLI PER DIMINUIRE IL DEBITO E CIRCOLO VIZIOSO#FUORIDALL€URO 6
  • 7. NELL'EURO SI PUÒ FARE SOLO AUSTERITÀÈ IMPOSSIBILE FARE INVESTIMENTI E FARRIPARTIRE LA DOMANDA PERCHÉ:• L'ITALIA NON STAMPA LA MONETA EUROMA LA CHIEDE IN PRESTITO AI MERCATI• I VINCOLI DI BILANCIO (3% DEFICIT/PIL EFISCAL COMPACT) LO IMPEDISCONO#FUORIDALL€URO 7
  • 8. COSA SI PUÒ FARE CON LA PROPRIA MONETASPESA BUONA PER INVESTIMENTI PRODUTTIVI:NO AI VINCOLI EUROPEI• DOVE? SETTORI STRATEGICI E AD ALTAOCCUPAZIONE: ENERGIE RINNOVABILI,MANUTENZIONE TERRITORIO E DISSESTOIDROGEOLOGICO SU TUTTI• DEBITO PUBBLICO SOSTENIBILE: SI RIPAGADA SÉ CON LA CRESCITA DEL PIL,DELL'OCCUPAZIONE E DEL GETTITO FISCALE#FUORIDALL€URO 8
  • 9. LA FINANZIARIA BUONA DEL MOVIMENTO 5 STELLE• 18,6 MILIARDI DI NUOVE COPERTURE• 54,3 MILIARDI DI NUOVI IMPEGNI• CORRISPONDONO AL 4,4% DEFICIT/PIL COME FAGIÀ OGGI LA FRANCIA#FUORIDALL€URO 9
  • 10. NUOVE ENTRATE• SOPPRESSIONE ENTI INUTILI• DIMEZZAMENTO INDENNITÀ PARLAMENTARIE TETTO PENSIONI D'ORO• TAGLIO FONDI SPESE MILITARI E DI ALCUNE"MISSIONI DI PACE”• TAGLIO AI FONDI SCUOLE PRIVATE IN FAVORE DIQUELLE PUBBLICHE• AUMENTO TASSE SU COMPAGNIE PETROLIFERE#FUORIDALL€URO 10
  • 11. NUOVI IMPEGNI E INVESTIMENTI• REDDITO DI CITTADINANZA PERI DISOCCUPATI RESIDUI E I CITTADINIA BASSO REDDITO• ABOLIZIONE RIFORMA FORNERO• ABOLIZIONE IRAP MICRO-IMPRESE• NUOVI FONDI PER IL DISSESTO IDROGEOLOGICO• BANDA LARGA E ULTRA-LARGA• STABILIZZAZIONE ECO-BONUS#FUORIDALL€URO 11
  • 12. PRIMA DI USCIRE DALL'EURO: IL REFERENDUMDI INDIRIZZO#FUORIDALL€URO 12
  • 13. LE PAURE INGIUSTIFICATE SULL'USCITA DALL'EURO“FUORI DALL'EURO IL NOSTRO DEBITO SARÀINSOSTENIBILE E GLI INTERESSI SCHIZZERANNOALLE STELLE.”Falso. L'Italia ha un avanzo primario, per cui l'unico motivoper chiedere di essere finanziata è per pagare gli interessisul debito pubblico esistente. Con la Banca d'Italia prestatoredi ultima istanza i tassi sarebbero calmierati dalla Bancastessa che potrebbe in ogni momento decidere di compraredebito se i tassi aumentassero oltre una certa cifra.Inoltre con l’Italia che torna a crescere con la sua sovranitàmonetaria il mercato non avrà problemi a finanziare il nostrodebito perché ciò che guida i rendimenti sui titoli pubbliciè prima di tutto la sostenibilità del debito.13#FUORIDALL€URO
  • 14. LE PAURE INGIUSTIFICATE SULL'USCITA DALL'EURO“IL DEBITO PUBBLICO DOVRÀ ESSERE RESTITUITO INMONETA FORTE (EURO)”Falso. Il 94% del nostro debito pubblico è stato contrattosotto legislazione italiana e verrà convertito nella nuova valutanazionale secondo il principio riconosciuto a livellointernazionale della "lex monetae".I crediti dei Paesi esteri sarebbero svalutati del 30% circanell'arco di un anno e la moderata inflazione conseguentealla svalutazione contribuirà a rendere sostenibilela restituzione del debito.14#FUORIDALL€URO
  • 15. LE PAURE INGIUSTIFICATE SULL'USCITA DALL'EURO“IL PETROLIO E LE MATERIE PRIME IMPORTATECOSTERANNO MOLTO DI PIÙ E L'INFLAZIONE ESPLODERÀ”Falso. La svalutazione è stimata da illustri economisti intorno al20% e il peso delle materie prime e dell'energia sul prezzo finaledel prodotto è minimo, anche perché l'Italia è un Paesetrasformatore. L'inflazione si attesterà intorno ad un 1/3 dellasvalutazione nel corso di un anno, quindi ad un tasso stimato del7-8%, gestibile diminuendo accise e tasse sulle imprese graziealla ritrovata autonomia di bilancio. Il costo relativamentemaggiore delle materie prime e dell'energia favorirà lariconversione dell'economia a beneficio del mercato internoe della filiera corta. Infine l'euro ha svalutato del 10% negli ultimimesi e non si è visto alcun effetto significativo sull'inflazione,anche perché siamo in deflazione.15#FUORIDALL€URO
  • 16. LE PAURE INGIUSTIFICATE SULL'USCITA DALL'EURO“I MUTUI DIVENTERANNO INSOSTENIBILI”Falso. I mutui verranno convertiti nella nuova valuta nazionalecome gli stipendi delle famiglie e i ricavi delle imprese.I mutui a tasso variabile sono legati al tasso Euribor(media tassi europei) e saliranno di pochissimo o di nulla,mentre non ci sarà alcun problema per i mutui a tasso fisso.La moderata inflazione, infine, avvantaggerà famiglie e impresedebitrici.16#FUORIDALL€URO
  • Fly UP