Bachelor Thesis Presentation (Italian)

  • Published on
    22-Nov-2014

  • View
    220

  • Download
    4

Embed Size (px)

DESCRIPTION

 

Transcript

<ul><li> 1. LEZIONI SUL TELEFONINO: PORTING IN AMBIENTE SYMBIAN Corso di Laurea triennale in Informatica Elaborato Finale Relatore: Prof: Marco Ronchetti Laureando: Jovan Stevovic Universit degli studi di Trento Facolt di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali </li> <li> 2. Il progetto L.O.D.E. Che cos L.O.D.E.? Il lavoro svolto: studio sulle possibilit attuali e concrete di utilizzare i telefonini come strumenti per il podcasting e lm-Learning. </li> <li> 3. Il progetto sviluppato Trasferimento su telefonino Download sincrono/asincrono Elaborazione dei contenuti </li> <li> 4. Il mondo della telefonia mobile Caratteristiche HW: CPU Memoria fisica RAM Dimensione schermo Connettivit: Bluetooth GPRS/UMTS/HSDPA Wi-Fi Multimedia: Audio/Video Sistema Operativo: Symbian iPhone OS X Android SDK: Symbian OS SDK iPhone SDK Linguaggi di programmazione. Java C++ Python FlashLite </li> <li> 5. Modelli utilizzati Symbian OS J2ME Perch Java? Anno prod. CPU Mem. Interna - Espandibile Mem. RAM Risoluzione schermo Dim. schermo Nokia 6680 2005 220 (Mhz) 10(MB) 2(GB) 8 (MB) 176 x 208 2.1 Nokia N70 2005 220 (Mhz) 22(MB) 2(GB) 32 (MB) 176 x 208 2.1 Nokia N95 8GB 2007 332 (Mhz) 8(GB) 4(GB) 84 (MB) 240 x 320 2.8 Apple iPhone 2007 620 (Mhz) 16(GB) No 128 (MB) 320 x 480 3.5 </li> <li> 6. J2ME KVM: Kilobyte Virtual Machine. CDC: Connected Device Configuration. CLDC: Connected Limited Device Configuration. MIDP: Mobile Information Device Profile. </li> <li> 7. J2SE e J2ME a confronto: Classi deprecate: Onerose da implementare in J2ME Problemi di sicurezza Classi aggiunte: Per sfruttare le caratteristiche specifiche(es. invio SMS, Registrazione audio e video) Classi modificate: Adattate alle caratteristiche specifiche (es. gestione I/O) Implementate in modo pi leggero (es. gestione errori ecc. ) J2ME Cont. J2SE CDC CLDC </li> <li> 8. Requisiti per il funzionamento Teorici: KVM Configuration CLDC 1.1 Le API del Profile MIDP 2.0 Pratici: Molta memoria fisica in caso non sia espandibile con delle Memory Card Molta memoria RAM per contenere le presentazioni Implementazione corretta API </li> <li> 9. Problemi e limiti riscontrati Sicurezza e certificati: laccesso ad alcune API autorizzato solo in caso in cui lapplicazione sia firmata con un certificato valido. Accesso ai files: non esistono metodi di accesso diretto ai files. Memoria RAM: i files audio per essere riprodotti devono essere caricati completamente in memoria. </li> <li> 10. Automazione e conversione Struttura di partenza: Struttura di arrivo: </li> <li> 11. Automazione e Conversione cont. Programmi utilizzati ffmpeg IrfanView mp3split GestioneArchivio.jar Codecs utilizzati Audio AMR Immagini - JPG Trade-off: Dimensione immagini - qualit presentazione - memoria utilizzata </li> <li> 12. Il Player Pattern MVC: Architettura generale del Player: </li> <li> 13. Il Player: soluzioni proposte Firma digitale: utilizzo di un archivio personalizzato per limitare il numero di richieste. Accesso diretto a files: utilizzo dei Threads per la gestione di un buffer. Precaricamento Zooming immagini </li> <li> 14. Conclusioni: screenshots Men della scelta di una presentazione. Men della scelta di un capitolo della presentazione. </li> <li> 15. Conclusioni: screenshots Visualizzazione di una Slide della presentazione PowerPoint associata alla lezione. Visualizzazione ingrandita di una Slide. </li> <li> 16. Conclusioni: sviluppi futuri Nuovi modelli e OSs Nuovi sistemi operativi come ad es. Android. Nuovi modelli come ad es. liPhone. J2ME Nuove funzionalit Diffusione Standardizzazione Connettivit GPRS/UMTS/HSDPA Wi-Fi/WiMAX </li> </ul>