Chronicle News 05

  • Published on
    19-Mar-2016

  • View
    215

  • Download
    1

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Inserto redazionale bollettino Rotary distretto 2060

Transcript

<ul><li><p>CHRONICLEOrgano ufficiale del Distretto 2060 - Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige - Sudtirol Numero 05 anno 2008/2009 Tiratura di 6000 copie - I.R. Inserto Redazionale al Notiziario del Governatore Rotary Distretto 2060 - anno 2008/2009</p><p>News</p><p>the man of the year</p><p>Luca Perizrd anno sociale 2008/2009</p></li><li><p>02 - cn 05 - as 2008/2009 </p><p>Nel corso di un anno rotaractiano se ne vedono delle belle. Tante occasioni di fare nuove conoscenze, incontri con personaggi di rilievo, viaggi, progetti, esperienze nuove. Molti sono gli ingredienti con cui arricchire i programmi stilati dai presidenti per stuzzicare la vita di club, per imparare e spiegare in termini sempre nuovi il significato dellesperienza rotaractiana. Lo scopo primo del nostro sodalizio quello di dare un opportunit di formazione diversa dalle solite. Attraverso il lavoro di gruppo si cerca di realizzare un obiettivo , positivo per la squadra e per i destinatari. Questo assodato. C per un altro ingrediente che spesso dimentichiamo o non consideriamo nel modo giusto. Tendiamo sempre a misurare lutilit, il successo dellazione rotaractiana in termini positivi. Mi spiego. Se le iniziative riscuotono successo, se le cose vanno bene allinterno del club, allora il rotaract ci servito e funziona. Se invece le cose non girano come dovrebbero, litighiamo e il Rotaract fa schifo. E qui ci areniamo, non riusciamo a fare il salto. Proprio in questi momenti, infatti, possiamo dare il vero esame da rotaractiano.</p><p> I momenti di difficolt sono lingrediente pi importante, quello decisivo che solo pochi riescono ad assaporare. Ogni socio parte di un club, di un distretto, di una comunit. Nel momento in cui ne entra a far parte si accolla anche un impegno mostruosocercare di migliorare quello che gli stato lasciato dai suoi predecessori. Uuuhhoooaa..Allora se le cose non vanno, non ci piacciono, non dobbiamo dire ciao grazie non mi interessa pi. Non funziona cos. Qui abbiamo gli strumenti per provare a cambiare quello che non ci piace, se pensiamo che un cambiamento possa essere pi utile per tutti. E una palestra, niente pi. Non ci sono denari o posti di lavoro che girano dietro a tutto questo. Ci sono persone, che possono provare senza gravi conseguenze il pane quotidiano di domani. Allora meglio arrivarci preparati! Capire che le difficolt si possono superare insieme, se linteresse di fondo lo stesso, fondamentale. Ho imparato molte lezioni in dieci anni di Rotaract. Una bella? Che non sono solo e i risultati pi belli li ho raggiunti perch cerano anche altre persone ad aiutarmi. E adesso diamo una mano a Serena e a tutti i nuovi presidenti migliorare il nostro Distretto!</p><p>Luca Periz Rappresentante Distretto </p><p>Rotaract 2060</p><p>Gentili Amiche e Cari Amici Rotaractiani, dopo una intensa annata di positiva collaborazione e di grande impegno, siamo giunti in vista del traguardo finale, con soddisfazione per quanto siamo riusciti a realizzare insieme e con la certezza che negli anni a venire, i nostri rapporti di personale amicizia e simpatia si consolideranno e porteranno nuova linfa al Rotary e al Rotaract. Nel 2008/2009 la famiglia Rotaract del Distretto 2060 felicemente cresciuta e due nuovi Club hanno iniziato un cammino che auguro loro lungo, intenso e ricco di soddisfazioni. I Service che il Rotaract ha realizzato nel Distretto, soprattutto attraverso le significative cinque Assemblee Distrettuali, impostate e vissute come momento di comunione e di coesione allinterno e come costruttiva comunicazione di immagine e di contenuti allesterno, credo costituiscano un momento importante del Vostro cammino che proseguir, altrettanto validamenhte e vivacemente anche nella ormai prossima annata. Sono convinto che la intensa collaborazione che, sia a livello di Distretto che dei singoli Club, siamo riusciti a realizzare tra Rotary e Rotaract, oltre acostituire un motivo di grande soddisfazione per ciascuno di noi, ha indicato una via che porter ulteriori positivi risultati anche in futuro.</p><p> Non potr essere presente alla Vostra quinta assemblea Distrettuale di Abano Terme, con relativo passaggio delle consegne, poich impegnato a Birmingham, alla Convention Mondiale del Rotary International ma Vi chiedo di volermi considerare presente tra Voi, come nei precedenti appuntamenti, esprimendoVi il pi cordialeincoraggiamento a raggiungere sempre migliori traguardi ed il mio sentito ringraziamento per il Vostro impegno e la preziosa collaborazione che avete generosamente offerto al Distretto Rotary 2060. Certo che ci incontreremo ancora in amicizia e simpatia, con un sincero augurio di buon lavoro a coloro che Vi subentreranno nellannata 2009- 2010, Vi invio i miei pi cordiali saluti.</p><p>Alberto CristanelliGovernatore Distretto </p><p>Rotary 2060</p><p>Un saluto a conclusione dellanno: il nostro RD e il nostro Governatore salutano tutti i soci</p><p>Foto: Una serie di scatti del-la festa e alcuni momenti rubati dai lavori (Luca che legge il CN!) e Serena....c h e s i i m p r o v v i s a m u s i c i sta....con una scopa di plastica?!?</p><p> Il giorno 18 Aprile si tenuta a Cittadella la IV Distrettuale dellanno 2008/2009. Per Cittadella la prima nella sua storia. La giornata stata a dir poco emozionante e per me e tutto il club una bella prova da affrontare. Dopo i lavori dei Presidenti e Segretari svoltisi nella mattinata, il pomeriggio ha visto come ospite relatore lamico Andrea Stella il quale ha trattato limportante tema dellabbattimento delle barriere architettoniche. Lesperienza di vita portata da Stella ha coinvolto ed entusiasmato il numeroso pubblico presente. Un altro ospite illustre stato il Governatore Alberto Cristanelli, che assieme alla moglie ci ha onorati della sua presenza per lintera giornata e serata.</p><p> Per concludere, come dabitudine, c stata la festae che festa ragazzi!!! Presenti: 310 ospiti registrati. Mai visti cos tanti Rotaractiani ad una Distrettuale!!! (lasciatemelo dire, anche se sembro un podi parte ;) ) Per me e il club di Cittadella stata davvero una piacevole sorpresa oltre che una grande soddisfazione per aver visto svolgersi e realizzarsi al di l di ogni aspettativa sia i lavori distrettuali che la festa. Per questo un grazie speciale va al nostro RD Luca Periz che ci ha dato la possibilit di metterci in gioco e a tutti coloro che hanno partecipato allevento perch un po merito di ognuno di voi se la IV Distrettuale ha avuto questo successo!</p><p> Giulia Berto Presidente RAC Cittadella</p><p>IV DISTRETTUA LE : La prima vo lt a di Citt adel la, un successo inaspett ato!!!</p></li><li><p> as 2008/2009- cn 05 - 03 </p><p>Congresso Nazionale 2009 Portonovo!</p><p>Foto: Consiglio Nazionale degli RD in carica e incoming! Luca Periz che parla alla Cena di Gala e (sotto) un gruppo del 2060 in spiaggia!</p><p>Foto: Serena Tonel che parla alla Cena di Gala e tutti gli RD Incoming e (sotto) pranzo di gruppo in spiaggia</p><p>Foto: Scatti rubati dalla Cena di Gala e dalla serata danzante al Baba-loo Disco: 2060 RULES!!!!</p><p>Istanbul, Turchia. Una marea inarrestabile di rotaractiani entusiasti si incontra nella hall di un albergo nella zona universitaria della citt. Amici che si ritrovano, volti nuovi e soprattutto un gran desiderio di vivere in maniera completa questo Euco 2009. La citt indescrivibile a parole, moschee (con i loro suggestivi minareti) che si ergono fiere dappertutto, aiuole coloratissime piene di fiori dai colori sgargianti, la voce del muezzin che richiama i fedeli alla preghiera, lospitalit e la gentilezza turca fanno di Istanbul un luogo unico. Abbiamo assistito alle loro </p><p>famose danze, abbiamo mangiato kebab e pistacchi fino a saziet, ci siamo rifatti gli occhi visitando il meraviglioso museo Topkapi, lHarem e limponente Santa Sofia. Ci siamo adattati alle loro usanze, ovvero alcolici inesistenti e velo obbligatorio per le donne per entrare nella Moschea Blu. Abbiamo rischiato la vita quasi ogni giorno salendo in taxi (velocit minima 100 km/h) ,ci siamo affezionati alla loro musica dance e ai loro animali domestici sparsi dappertutto, ci siamo divertiti nel contrattare fino allo spasimo i vari prezzi per pashmine e piatti al Gran Bazaar. Questi quattro giorni sono stati sicuramente sfibranti (pochissimo tempo </p><p>libero, pioggia costante, indigestione di peperoni e panini ogni sera), ma ne valsa la pena per capire una volta di pi cosa voglia dire Rotaract. Durante i lavori si affrontato un tema che sta molto a cuore ad ognuno di noi: laumento dei soci nei vari club. Si sono sentite esperienze diverse, problematiche che ben conosciamo (es. Il Rotaract solo un club di fighetti) ma soprattutto sono venute fuori idee, stimoli e opportunit per tutti noi, come ad esempio promuovere il Rotaract tramite lINTAWARD (ovvero lInternational Award for Young people, con giovani dai 14 ai 25 anni) oppure tramite lorganizzazione di eventi che riescano a coinvolgere una buona fetta </p><p>della popolazione fino ai 30 anni. Vedere che tutti i club hanno problemi nel trovare nuovi soci ci ha un po rincuorato, ci ha fatto sentire meno soli e soprattutto ha risvegliato in noi quella voglia di rituffarci alla ricerca di persone come noi, che credono in quello che fanno e amano condividere obiettivi futuri e discutere problemi attuali. LEuco serve anche a questo,e soprattutto serve a farti conoscere tante mentalit nuove, diverse e moderne che per hanno sempre una cosa in comune con la nostra: linteresse per gli altri. </p><p>Giulia Mazzuccato HeldRotaract Club di Venezia-Mestre</p><p>Foto: Immagini da Istanbul, Turchia, sede dellEUCO 2009!</p><p>Foto:Le inviate speciali del Distretto 2060Giulia Mazzuccato e Veronica Militti del Rotaract Club Venezia Mestre</p><p>MAI DIRE EUCO! reportage di due inviate speciali dallEUCO 2009</p><p> Questanno dal 14 al 17 Maggio il XXVIII Congresso Nazionale Rotaract stato svolto a Portonovo, sulle splendide colline del Conero. Sono stati quattro giorni intensi ma speciali Gioved al nostro arrivo mattutino siamo stati accolti con lentusiasmo e lamicizia che simbolo del Rotaract e dopo un brevissimo relax ci siamo buttati in mare di fronte al favoloso Fortino Napoleonico che ci ospitava. La sera abbiamo cenato con i tipici piatti marchigiani e qualche canto karaoke Venerd eravamo pronti per la gita agli outlet della zona del Conero e, dopo innumerevoli acquisti, tornati in hotel, ci siamo allietati e rinfrescati </p><p>con un ottimo spritz tutti in compagnia per poi ballare fino a tarda notteSabato, eravamo pronti al momento formale del Congresso in cui molte autorit rotariane e rotaractiane hanno espresso il loro programma annuale e i loro service.Alla sera ci ha aspettato la cena di Gala.. favolosa dire poco: al Fortino Napoleonico abbiamo assistito alla presentazione di tutti gli Rd... Luca e Serena erano davvero meravigliosi! Sabato il triste addio... Anzi </p><p>l arrivederci al prossimo Nazionale a Ostuni (Puglia)</p><p>Elisa SalafiaPresidente Rac </p><p>Verona Nord</p></li><li><p>04 - cn 05 - as 2008/2009 </p><p>ZONA 02: Arzignano,Bassano del Grappa, Cittadella, Legnago, Peschiera e del Garda Veronese,Verona Nord, Verona Scaligero, Vicenza</p><p> Sabato 23 Maggio, presso losteria Franciscus di Bardolino, il rotaract club di Peschiera si ritrovato con gli amici di Verona, Trento , Feltre e Legnago, per una piacevole serata tutti insieme. Un interclub che ha visto ben 42 soci rotaractiani seduti ad una lunga tavolata. Durante la cena foto varie e lo scambio di gagliardetti tra i presidenti dei clubs presenti ha suggellato linterclub. E stata loccasione giusta per rivedere gli amici rotaractiani. Al termine della cena ci siamo recati in un locale a bere lultimo bicchiere e ci siamo salutati e dati appuntamento al prossimo evento rotaractiano.</p><p>MariaPaola ImbrodaPresidente Rotaract Club Peschiera</p><p>INTERCLUB A BARDOLINO</p><p>go</p><p>ti&amp;</p><p>ga</p><p>ti</p><p>bici</p><p>clet</p><p>tata</p><p> del</p><p> rota</p><p>ract</p><p> clu</p><p>b vi</p><p>cenz</p><p>a!</p><p>E NATO IL ROTARACT LEGNAGO Il 25 aprile, presso lHotel Pergola di Legnago, il gruppo Rotaract Legnago, nato ufficialmente. Il presidente del Rotary Legnago Roberto Barani, ha consegnato la carta costituzionale e la spilla, ai 26 componenti del Rotaract Legnago, capeggiati dal presidente Lamberto Guardalben. Un giorno importante il 25 aprile, per il nuovo gruppo che si costituito, visto anche lalto di numero di componenti, che per un Rotaract appena nato, una rarit. Alla serata erano presenti il nostro RD Luca Periz, lIncoming di Governo Kullovitz e lRD Incoming Serena Tonel, oltre ad alcuni componenti dei Rotaract di Verona Nord, Peschiera, Vicenza e San Don di Piave. Inoltre, ospiti deccezione, i Rotary, Rotaract e Interact di Gmunden </p><p>(Austria) e il Rotaract di Syros (Grecia), che sono stati nostri ospiti per alcuni giorni. stata unesperienza molto costruttiva per un Rotaract alle sue prime armi poter fare uno scambio culturale del genere. Abbiamo accompagnato i nostri amici austriaci e greci, a Verona, Legnago, Mantova e Montagnana, abbiamo scambiato con loro idee e progetti e abbiamo potuto affinare anche il nostro inglese e per alcuni il tedesco. Infine prima di salutarci, durante la serata della consegna della carta costituzionale, ci hanno lasciato dei doni, ed entrambi i gruppi ci hanno invitati da loro, per ricambiare la nostra ospitalit. Un invito che accetteremo sicuramente.</p><p>Costantino MeoSocio del Rotaract Legnago</p><p>Foto: alcune immagini durante la cena e il momento della consegna della carta</p><p>Foto: Il club e gli amici alla fine della cena e i festeggiamenti alla prima festa di club</p><p>ZONA 3: Abano Montegrotto, Adr ia , Chioggia, Padova, Padova Centro, Padova Euganea, Rovigo, Venezia, Venezia-Mestre</p><p>Passaggi delle consegne dei club di Adria, di Rovigo e Chioggia _ Vendita delle Azalee del Club di Adria_</p><p>_Festeggiamenti per il Decennale del Rotaract Club di Chioggia_</p><p>_Fireflies Secret Garden! Rotaract Club Padova Euganea_</p><p>Ricetta per la festa perfetta: clima gradevolmente temperato, i rigogliosi e ridenti Colli Euganei, una ottocentesca residenza di campagna, la luce siderale potenziata da sfavillanti candele, numerosi graditi ospiti, musica e tante sfreccianti golf cars! Quella di sabato 9 maggio stata per il Padova Euganea una piacevole occasione per aprire le porte del Rotaract alla fervente citt patavina, ma anche e soprattutto una valida opportunit di raccogliere fondi per la LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori). Un grazie a tutti i partecipanti!Chiara Marcellan Socio Rac Padova Euganea</p></li><li><p> as 2008/2009- cn 05 - 05</p><p>La compagnia dei 10 si e' formataDuerotaract- III Edizione : destinazione Slovenia</p><p> Dopo un abbondante colazione, i Duerotaractiani sono partiti alla volta di Gorizia. Lambendo distese di terreno sconfinate, piccoli insediamenti urbani e paesaggi quasi dipinti dai pi rinomati impressionisti, la prima tappa del Tour stata raggiunta. Meta: lAgriturismo Grion, immerso nella campagna friulana, dove lOste li ha accolti con vino alla botte e cibo a volont. Sazi, i centauri si sono soffermati ad ammirare il maestoso castello di Gorizia, roccaforte medioevale che domina la citt. Poi, lapprodo in terra slovena lungo strade </p><p>panoramiche...</p></li></ul>