Delibera 3 2014 Pari

  • View
    587

  • Download
    8

Embed Size (px)

DESCRIPTION

La delibera della Corte dei Conti

Transcript

  • 1

    Decisione N. 3 /PARI/2014

    REPUBBLICA ITALIANA

    IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

    Corte dei conti Sezioni riunite per la Regione Trentino-Alto Adige/Sdtirol

    Presiedute dal Presidente f.f. Paolo VALLETTA

    e composte dai Magistrati:

    Raffaele DAINELLI Presidente di Sezione Josef Hermann RSSLER Consigliere Alessandro PALLAORO Consigliere Gianfranco POSTAL Consigliere Dario PROVVIDERA Primo Referendario Massimo AGLIOCCHI Referendario

    ha pronunciato la seguente

    DECISIONE

    nel giudizio di parificazione sul Rendiconto generale della Provincia autonoma di Trento per lesercizio finanziario 2013:

    Visti gli articoli 100, secondo comma, e 103, secondo comma, della Costituzione;

    Visto il testo unico delle leggi costituzionali concernenti lo Statuto speciale per il Trentino-Alto Adige/Sdtirol, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 31 agosto 1972, n. 670 e relative norme di attuazione;

    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 15 luglio 1988, n. 305, e successive modifiche ed integrazioni, recante norme di attuazione dello Statuto speciale per la

    Regione Trentino-Alto Adige/Sdtirol per listituzione delle Sezioni di controllo della Corte dei conti di Trento e di Bolzano e per il personale ad esse addetto;

    Visto il testo unico delle leggi sullordinamento della Corte dei conti, approvato con regio decreto 12 luglio 1934, n. 1214 e successive modifiche ed integrazioni;

    Vista la legge 14 gennaio 1994, n. 20, recante disposizioni in materia di giurisdizione e controllo della Corte dei conti e successive modifiche ed integrazioni;

    Vista la legge 24 dicembre 2012, n. 228 recante disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato legge di stabilit 2013;

    Visto il regolamento per lorganizzazione delle funzioni di controllo della Corte dei conti (deliberazione n. 14/DEL/2000 e successive modifiche ed integrazioni);

  • 2

    Vista la legge provinciale 14 settembre 1979, n. 7 recante norme in materia di bilancio e di contabilit generale della Provincia autonoma di Trento;

    Vista la legge provinciale 27 dicembre 2012, n. 25 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale 2013 e pluriennale 2013 2015 della Provincia autonoma di Trento - legge finanziaria provinciale 2013);

    Vista la legge provinciale 27 dicembre 2012, n. 26 (Bilancio di previsione della Provincia autonoma di Trento per lesercizio finanziario 2013 e bilancio pluriennale 2013-2015);

    Vista la legge provinciale 17 settembre 2013, n. 18 (Approvazione del rendiconto generale della Provincia autonoma di Trento per lesercizio finanziario 2012);

    Vista la deliberazione n. 7/2013 di data 14 giugno 2013 delle Sezioni riunite -in sede di controllo- della Corte dei conti, con la quale sono stati forniti indirizzi in ordine alla procedura per il giudizio di parificazione dei rendiconti generali delle regioni;

    Vista la deliberazione n. 14/2014 del 14 maggio 2014 della Sezione delle Autonomie della Corte dei conti, con la quale sono stati richiamati i contenuti del giudizio di parificazione, sotto il duplice profilo del raffronto del Rendiconto con la documentazione di bilancio e con le scritture contabili dellente e della contestualizzazione dellattivit di parifica con la relazione sul Rendiconto (artt. 39-41, r.d. 12 luglio 1934, n. 1214), anche con riferimento alle innovazioni introdotte dal decreto legge n. 174/2012, come convertito dalla legge n. 213/2012;

    Vista la deliberazione della Giunta provinciale n. 852 del 30 maggio 2014, con la quale stato approvato il Rendiconto generale della Provincia autonoma di Trento per lesercizio finanziario 2013;

    Vista lordinanza n. 3/2014 del 13 giugno 2014, del Presidente delle Sezioni Riunite della Corte dei conti per la Regione Trentino Alto Adige/Sdtirol, che fissa ladunanza per il giudizio di parificazione del Rendiconto generale della Provincia autonoma di Trento per il giorno 30 giugno 2014;

    Visto il decreto n. 3 del 13 giugno 2014 del Presidente delle Sezioni Riunite della Corte dei conti per la Regione Trentino Alto Adige/Sdtirol, che nomina relatori per il

    giudizio di parificazione del Rendiconto generale della Provincia autonoma di Trento il Primo Referendario Dario Provvidera ed il Referendario Massimo Agliocchi;

    Vista la nota n. 570 dell11 giugno 2014 della Sezione di controllo di Trento con la quale sono stati trasmessi alla Provincia gli esiti dellattivit istruttoria sul Rendiconto generale per lesercizio finanziario 2013, per le eventuali precisazioni e controdeduzioni, invitando altres lAmministrazione ad apposita riunione che si svolta il giorno 17 giugno 2014;

    Esaminate le deduzioni dellAmministrazione provinciale trasmesse con nota prot. PAT/RFD317-2014-322578 di data 16 giugno 2014;

    Vista la nota prot. PAT/D317/2014-340524 di data 24 giugno 2014;

    Vista la deliberazione n. 14/FRG/2014 del 24 giugno 2014, con la quale la Sezione di controllo per la Regione Trentino-Alto Adige/Sdtirol, sede di Trento, ha approvato gli

    esiti dellattivit istruttoria finalizzata al giudizio di parificazione del Rendiconto generale della Provincia autonoma di Trento per lesercizio finanziario 2013, quali risultano dallunita relazione, e ne ha ordinato la trasmissione alle Sezioni riunite per la Regione Trentino-Alto Adige/Sdtirol ed al Procuratore regionale presso la Sezione giurisdizionale per la Regione Trentino-Alto Adige/Sdtirol, sede di Trento;

    Vista la memoria depositata il 30 giugno 2014 con la quale il Procuratore regionale presso la Sezione giurisdizionale per la Regione Trentino-Alto Adige/Sdtirol, sede di Trento, ha chiesto che le Sezioni riunite parifichino il Rendiconto generale della Provincia autonoma di Trento per lesercizio 2013, nelle componenti del conto del bilancio e del

  • 3

    conto del patrimonio, con esclusione del capitolo di spesa 125600, relativo alle spese riservate di pertinenza del Presidente della Provincia autonoma di Trento;

    Uditi nella pubblica udienza del 30 giugno 2014 i relatori Primo Referendario Dario Provvidera e Referendario Massimo Agliocchi, nonch il Pubblico Ministero nella persona

    del Procuratore regionale Paolo Evangelista

    Ritenuto in

    F A T T O

    che le risultanze del Rendiconto generale della Provincia autonoma di Trento per lesercizio finanziario 2013 sono le seguenti:

    (importi in euro)

    TITOLO I Entrate derivanti da tributi propri della Provincia, dalla

    compartecipazione e dalla devoluzione di tributi erariali4.224.300.388,45

    TITOLO II Entrate derivanti da contributi e trasferimenti di parte corrente

    dell'Unione Europea, dello Stato, della Regione e di altri soggetti54.217.471,35

    TITOLO III - Entrate extratributarie 109.391.656,23

    TITOLO IV - Entrate derivanti da alienazioni di beni patrimoniali, da trasferimenti

    in conto capitale e da riscossione di crediti223.576.629,45

    TITOLO V - Entrate derivanti da mutui, prestiti ed altre operazioni creditizie 0,00

    TITOLO VI - Entrate per contabilit speciali - partite di giro 430.499.939,57

    Totale delle entrate di competenza accertate 5.041.986.085,05

    TITOLO I Spese correnti 2.871.947.589,49

    TITOLO II Spese in conto capitale 1.688.038.875,24

    TITOLO III Spese per rimborso di prestiti 5.065.726,50

    TITOLO IV - Spese per contabilit speciali - partite di giro 430.499.939,57

    Totale delle spese di competenza impegnate 4.995.552.130,80

    Riepilogo:

    Totale delle entrate di competenza accertate 5.041.986.085,05

    Totale delle spese di competenza impegnate 4.995.552.130,80

    Avanzo di competenza 46.433.954,25

    CONTO DEL BILANCIO

    RESIDUI ATTIVI:

    Somme rimaste da riscuotere in conto dellesercizio 2013 560.396.717,99

    Somme rimaste da riscuotere in conto degli esercizi precedenti 2.935.095.070,19

    Totale dei residui attivi (al 31 dicembre 2013) 3.495.491.788,18

    RESIDUI PASSIVI:

    Somme rimaste da pagare in conto dellesercizio 2013 1.652.289.376,64

    Somme rimaste da pagare in conto degli esercizi precedenti 2.408.496.657,51

    Totale dei residui passivi (al 31 dicembre 2013) 4.060.786.034,15

    RESIDUI

    Giacenza di cassa - Tesoreria al 1 gennaio 2013 616.079.895,35

    Riscossioni 4.939.206.456,56

    Pagamenti 4.617.777.914,56

    Giacenza di cassa - Tesoreria al 31 dicembre 2013 937.508.437,35

    Residui attivi 3.495.491.788,18

    Residui passivi 4.060.786.034,15

    Avanzo finanziario complessivo 2013 372.214.191,38

    AVANZO FINANZIARIO COMPLESSIVO*

  • 4

    *Denominato avanzo di consuntivo ex legge provinciale n. 7/1979

    consistenza al 31.12.2012 consistenza 31.12.2013

    Attivit finanziarie 4.019.428.073,24 4.433.000.225,53

    Beni mobili e immobili 2.523.605.655,11 2.510.075.960,10

    Attivit diverse e poste rettificative 2.015.189.209,04 1.927.448.043,18

    Totale attivit 8.558.222.937,39 8.870.524.228,81

    Passivit finanziarie 3.724.646.080,45 4.060.786.034,15

    Passivit diverse e poste rettificative 816.827.235,39 684.619.761,63

    Totale passivit 4.541.473.315,84 4.745.405.795,78

    Consistenza patrimoniale 4.016.749.621,55 4.125.118.433,03

    Miglioramento patrimoniale netto

    CONTO DEL PATRIMONIO

    108.368.811,48

    Sussiste concordanza tra i dati dei flussi di cassa risultanti dal Rendiconto generale 2013 della Provincia e quelli omologhi presenti nella banca data del Sistema Informativo

    per le operazioni degli Enti Pubblici (SIOPE).

    Il Pubblico Ministero ha svolto proprie considerazioni con memoria scritta e ha confermato nella requisitoria orale le richieste conclusive contenute nelle predetta memoria.

    Considerato in