Fiera Abilmente

  • Published on
    06-Apr-2016

  • View
    215

  • Download
    2

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Storia della Fiera Abilmente Vicenza

Transcript

  • ABILMENTE, MOSTRA- ATELIER INTERNAZIONALE DELLA MANUALITA CREATIVA, in Vicenza, una realt fieristica ormai consolidata ed stata la prima a riconoscere che questo settore, quello della manualit creativa femminile, era ed un settore molto apprezzato dal pubblico e in grande espansione.

    Ma come nata? Questo racconto si riferisce solo alla sezione del ricamo.

  • Marzo 2002 . La prima comparsa del ricamo allinterno del Salone del fai da te e bricolage, sezione particolare della fiera del Tempo libero, con il Concorso Fiori e frutta a punto croce e la conferenza La giornata del punto croce, organizzati in collaborazione con lAssociazione culturale Arte del filo di Vicenza. Al concorso parteciparono pi di 60 concorrenti, premiati con prodotti offerti dalla Coats Cucirini. Alla conferenza furono invitate due relatrici di fama nazione, Patrizia Pietrabissa e Liliana Babbi Cappelletti, oltre alla presidente dellArte del filo di Vicenza, Maria Concetta Ronchetti, che relazionarono su temi di storia del ricamo. Convegno molto apprezzato, considerata la numerosa affluenza del pubblico in sala Trissino.

  • Marzo 2003 -2004- 2005. Sempre in occasione del Salone del bricolage e del fai da te, fiera del Tempo libero, la stessa associazione ha continuato ad allestire Mostre di ricami delle proprie socie negli spazi di collegamento fra i vari Padiglioni, primo germe per sviluppi futuri. Gli espositori commerciali del settore sono ancora pochi e dislocati fra stand di varia natura merceologica. Partecipa, con proprio stand, anche Giuliana Buonpadre, la prima maestra di ricamo a comprendere le potenzialit di questa fiera.

  • Ottobre del 2005. Viene inaugurata Abilmente, mostra del bricolage e delle arti manuali, fiera interamente dedicata alla creativit femminile, con una propria data, propria identit e collocazione logistica, Pad.G, ora 3. Per questa occasione, sempre a cura dellAssociazione Arte del filo di Vicenza, viene allestita una grande mostra di ricami con lavori provenienti da 10 delle pi prestigiose scuole di ricamo italiane. Partecipano, con proprio stand, lAssociazione arte del filo e Filo Fil di Giuliana Buonpadre che offrono alle visitatrici corsi gratuiti di ricamo. Inoltre, Abilmente si apre alla citt e porta in vetrina i suoi gioielli: 20 negozi di varie, ma prestigiose tipologie, accolgono nelle loro vetrine i ricami delle scuole presenti ad Abilmente. Un modo per avvicinare la citt alla fiera e anticiparne le meraviglie.

  • Febbraio 2006. Anteprima di Abilmente, passa al Pad. L. Viene abbinata al Salone del mobile, anticipando la data rispetto a Tempo libero. Sempre lassociazione Arte del filo organizza corsi di ricamo gratuiti per le visitatrici e allestendo una mostra di ricami delle socie nel proprio stand. Ottobre 2006. Tale e tanto stato il successo della prima edizione autunnale che il settore ricamo viene ingrandito e alle due precedenti scuole, Arte del filo e Filo fil di Giuliana Buonpadre, si aggiungono altre 10 scuole di ricamo venete. A loro viene riservato uno spazio ben definito e delimitato da pannelli sui quali ogni scuola ha disposto i propri ricami e al centro sono collocate le maestre, ognuna con un proprio tavolo, su cui svolgere corsi gratuiti con materiale fornito gratuitamente dagli sponsor, F.lli. Graziano e Coats Cucirini. A cominciare da questo anno, ci sar sempre questa abbinamento: stand per ogni scuola e mostra a tema. Il tema viene proposto dagli organizzatori della fiera e gli stand vengono assegnati a sorteggio. Questo primo anno viene allestita una grande, memorabile mostra, collocata lungo le colonne del Pad. G, ora 3. Ogni scuola aveva uno spazio su cui apparecchiare una tavola delle feste: trionfo di decorazioni, tovaglie ricamate con le pi strabilianti tecniche, una presentazione straordinaria! Tutti i mobili e gli accessori sono portati dalle scuole che allestiscono secondo il proprio stile e gusto.

  • Marzo 2007. Abilmente si ingrandisce e al Pad. G, ora 3, viene aggiunto il Pad. B, ora 2. Qui trova collocazione tutto il settore ricamo, con le scuole e gli espositori commerciali specializzati. Le scuole di ricamo propongono un altro suggestivo tema: i sogni ricamati. Splendidi letti in stile antico vestiti con le pi sontuose lenzuola e magnifici copriletti. I letti sono forniti da una ditta di mobili locale, mentre eventuali altri accessori sono portati dalle scuole. Fino a questa edizione, le scuole partecipanti sono tutte venete che presenziano a titolo gratuito, offrendo alle visitatrici corsi di ricamo gratuiti, utilizzando i prodotti offerti dalla ditta F.lli Graziano e Coats Cucirini. Ottobre 2007. Il tema della mostra di questanno langolo relax. Poltroncine, tavolini, lampade, tutto richiama la dolce e soffusa atmosfera elegante e sofisticata che gli splendidi ricami evocano. In questa occasione sono presenti scuole anche da fuori del Veneto e il loro numero aumentato a 16. Anche in questa occasione i mobili sono messi a disposizione da una ditta di mobili locale e gli accessori sono portati dalle scuole presenti. Dopo questa edizione, le scuole propongono di partecipare ad una sola edizione di Abilmente, precisamente a quella autunnale, perch evidenziano che non possibile presentare ricami nuovi due volte allanno. Da questanno, inoltre, la fiera ha chiesto anche un contributo per la partecipazione che negli anni andato aumentando fino alla cifra odierna.

  • Ottobre 2008. Si cambia padiglione, si passa al Pad. I, ora ingresso al Pad.7. La mostra tutta dedicata al Natale, in particolare ad un Natale in Oro. Tavoli sfavillanti, riccamente ricamati ed addobbati per i giorni di festa, disposti a corona attorno alla scale circolari del padiglione. I tavoli sono messi a disposizione dalla fiera e lallestimento a cura delle scuole. Inoltre, essendo il cinquecentenario della nascita di Andrea Palladio, insigne architetto vicentino, le scuole realizzano un quadro ricamato che ne riprende lo spirito e le suggestioni e allestiscono una mostra nel corridoio di collegamento fra il Pad. I e il Pad F, ora 1. Le scuole inoltre propongono corsi anche a pagamento, molto apprezzati dalle visitatrici.

  • Ottobre 2009. Il tema di questo anno : Decorare con la calligrafia, un paravento, tema impegnativo ed anomalo per le nostre consuetudini, ma lo spirito delle scuole anche quello di accettare ed affrontare le sfide. Le scuole sono aumentate a 21 e ora si pu dire che sono presenti scuole da tutta Italia. Da questanno il settore ricamo sar sempre nel Pad. B, ora 2; mentre la dislocazione delle scuole di ricamo allinterno del padiglione, varier di anno in anno; rimarr costante la disposizione a U, con gli stand lungo il perimetro e la mostra al centro. I paraventi vengono disposti al centro e le visitatrici possono passarvi in mezzo per ammirare con compiutezza le opere.

  • Ottobre 2010. La sfida di questanno spostata su un capo di abbigliamento alquanto insolito, ma di sicuro impatto spettacolare: il corpetto. Le interpretazioni sono varie e difformi, ogni scuole interpreta a modo suo e sviluppa il tema con le tecniche che gli sono proprie. Lallestimento alquanto spettacolare, con manichini neri, vestiti con il corpetto e una fluttuante gonna di tulle bianco, disposti al centro dellarea, su piedistalli rialzati. Le scuole sono disposte ad U e al centro la mostra. Arricchiscono il Padiglione anche due altre due mostre: le Creazioni manuali di pizzi e ricami di Loretta Caponi, una selezione di capi di abbigliamento e di lingerie della prestigiosa collezione di una delle pi famose creatrici di biancheria nel mondo, e la mostra Il ricamo di ieri, oggi e domani, che contempla una selezioni di capi ricamati proveniente dal Museo di Mulhouse in Alsazia, storica sede della DMC.

  • Ottobre 2011. Questo lanno de Lo stile liberty nellabbigliamento, preziose borsette e sciarpe interpretate con varie tecniche, frutto dello studio di disegni dellepoca. Sono presenti 22 scuole da tutta Italia, quale dimostrazione di quanto sia varia e numerosa la presenza di scuole e associazioni nel nostro territorio. Le scuole propongono sempre corsi di ricamo a pagamento o dimostrazioni gratuite, secondo la propria libert. Al centro le teche, disposte in modo che le visitatrici potevano girarvi attorno per meglio ammirarne i ricami, anche se troppo alte e i ricami erano piuttosto sacrificati nellesposizione. Sono presenti anche due altre mostre: Ricama la tua lettera , i migliori lavori pervenuti al concorso, indetto da DMC e Rakam, e Ricami dalta moda di Pino Grasso, maestro nellarte del ricamo, da cinquantanni punto di riferimento di molti dei nomi dellalta moda italiana.

  • Ottobre 2012. Da questanno, larea del ricamo assume una connotazione ben chiara ed identificata: diventa Salone del ricamo ed del merletto. Per loccasione, le scuole fanno un Omaggio agli artisti del novecento, ricamando un quadro ispirato ad un pittore del novecento o composizioni libere, originali nel disegno e nella realizzazione. Notevole la variet di rappresentazione, percezione di varie sensibilit e interpretazione. I quadri sono disposti al centro dellarea, in corrispondenza del proprio stand. E presente anche una mostra-laboratorio Sul filo della sperimentazione, in cui due artiste Thessy Schoenholzer Nichols, per il merletto contemporaneo, e Luisa De Santi, per il crochet, propongono le loro opere, dialogo fra forme e scelte stilistiche moderne.

  • Ottobre 2013. Questanno non c una vera mostra, ma un oggetto da interpretare: il lampadario. E appeso sopra i tavoli di lavoro di ogni scuola, i quali sono disposti di fronte al proprio stand, cos da lasciare un corridoio fra lo stand e i tavoli corrispondenti. Inoltre la novit di questanno che la fiera ci ha fornito anche larredamento per allestire gli stand: credenzine, consolle, cornici, specchi in stile