Finalità del MMPI-2 Il Minnesota Multiphasic Personality Inventory-2 (MMPI-2) è un test ad ampio spettro costruito per valutare le più importanti caratteristiche

  • Published on
    01-May-2015

  • View
    221

  • Download
    5

Embed Size (px)

Transcript

  • Slide 1
  • Finalit del MMPI-2 Il Minnesota Multiphasic Personality Inventory-2 (MMPI-2) un test ad ampio spettro costruito per valutare le pi importanti caratteristiche strutturali della personalit e disturbi emozionali. Pu essere facilmente somministrato sia a singoli individui, sia a gruppi di persone. Per la sua leggibilit e comprensione richiesto un grado di istruzione conseguibile con il completamento della scuola dellobbligo. Un minimo di cooperazione e di impegno necessario per rispondere in modo adeguato al questionario. Il test possiede meccanismi di controllo interni, che permettono di rilevare se i criteri sopra indicati non vengono soddisfatti.
  • Slide 2
  • Sviluppo del MMPI originale Il MMPI stato il questionario di personalit pi diffuso negli Stati Uniti e nel mondo, utilizzato sia per scopi clinici che di ricerca. La sua elaborazione iniziata verso la fine degli anni 30, da parte di S. Hathaway e J.C. McKinley, per avere uno strumento di facile uso, che aiutasse gli psichiatri nellidentificazione della psicopatologia. Dopo la seconda guerra mondiale, in seguito ad alcuni cambiamenti relativi al rilievo istituzionale della psicologia clinica, e a mutamenti nei rapporti fra psicologi e psichiatri, linterpretazione delle informazioni da esso raccolte si orientata maggiormente verso lambito clinico e di ricerca. La lista originale comprendeva pi di 1000 item ridotti poi a 504 in base alla loro reciproca indipendenza e relativa assenza di ambiguit. Dopo aver svolto un notevole lavoro preliminare, Hathaway e McKinley aggiunsero nuovi item che si riferivano a caratteristiche legate al ruolo sessuale e ad uno stile di risposta difensivo: queste aggiunte elevarono il numero degli item a 550. Il MMPI, nella sua forma originaria, stato costruito in base ad un criterio empirico: stato validato su un gruppo di soggetti normali e un gruppo patologico (ipocondriaci, depressi, isterici, psicopatici, paranoici, psicoastenici, schizofrenici, ipomaniaci) e per ogni gruppo diagnostico sono stati individuati gli item che lo discriminavano sia dai normali che dagli altri gruppi diagnostici.
  • Slide 3
  • Gli item sono stati raggruppati in 10 scale cliniche: Otto scale denominate secondo la sindrome da esse identificata: Ipocondria (Hs) Depressione (D) Isteria (Hy) Deviazione psicopatica (Pd) Paranoia (Pa) Psicastenia (Pt) Schizofrenia (Sc) Ipomania (Ma) Una scala denominata Mascolinit-Femminilit (Mf), dapprima utilizzata per identificare i maschi omosessuali, poi per rilevare nellindividuo interessi propri del sesso opposto. Una scala denominata Introversione Sociale (Si), sviluppata da L.E. Drake (1946). Il MMPI pu essere somministrato a soggetti che abbiano almeno 16 anni e la capacit di comprensione di una persona con licenza elementare.
  • Slide 4
  • Scale cliniche Scala 1 Hs: Ipocondria. Questa misura fu sviluppata con un gruppo di pazienti nevrotici che mostravano una preoccupazione eccessiva per la loro salute, presentavano una variet di disturbi somatici con origine organica scarsa o assente, e non accettavano le ripetute assicurazioni di non avere niente dal punto di vista fisico. Alcuni item di questa scala riguardano particolari sintomi o specifici disturbi, ma molti altri concernono una preoccupazione pi generale per il corpo o verso se stessi.
  • Slide 5
  • Scala 2 D: Depressione. Questa scala fu sviluppata con pazienti psichiatrici che presentavano varie forme sintomatiche di depressione, principalmente pazienti con reazioni depressive o in fase depressiva della psicosi maniaco-depressiva. Gli item che formano questa scala non si riferiscono solo a sensazioni di scoraggiamento, pessimismo e disperazione, che caratterizzano il quadro clinico delle persone depresse, ma anche ad aspetti della personalit di base riguardanti eccessivo senso del dovere, standard personali elevati e intrapunitivit.
  • Slide 6
  • Scala 3 Hy: Isteria. Questa scala fu costruita con pazienti che manifestavano forme di disturbi sensoriali o motori, per i quali non era stata riscontrata nessuna base organica. Alcuni dei 60 item componenti la scala concernono specifici disturbi fisici o stati dagitazione, ma molti altri item implicano negazione di problemi nella propria vita, o mancanza dansia sociale, spesso osservata in persone che utilizzano questo tipo di difese.
  • Slide 7
  • Scala 4 Pd: Deviazione Psicopatica. Questa scala fu sviluppata con soggetti indirizzati al servizio psichiatrico per chiarire il motivo dei loro continui problemi con la legge, sebbene non fossero culturalmente deprivati, possedessero unintelligenza normale e non avessero seri disturbi di tipo nevrotico o psicotico. Alcuni item presenti in questa scala riguardano la disponibilit ad ammettere questo tipo di problemi, altri item riflettono il disinteresse per la maggior parte delle norme sociali e morali di condotta.
  • Slide 8
  • Scala 5 Mf: Mascolinit-Femminilit. Gli item di questa scala riguardano vari tipi di reazioni emotive, interessi, atteggiamenti e sentimenti verso il lavoro, i rapporti sociali e gli hobby, che di solito differenziano uomini e donne.
  • Slide 9
  • Scala 6 Pa: Paranoia. Questa scala fu sviluppata inizialmente con un gruppo di pazienti che presentavano condizioni di tipo paranoideo, o stati paranoidi. Il contenuto degli item riflette sia ipersensibilit nei rapporti interpersonali, sia la tendenza a fraintendere le motivazioni e le intenzioni degli altri. Alcuni item riguardano linsicurezza e la tendenza a centrarsi sulla propria persona.
  • Slide 10
  • Scala 7 Pt: Psicastenia. Questa scala fu sviluppata, inizialmente, con pazienti che manifestavano problemi di tipo ossessivo, rituali compulsivi o paure esagerate, scelti tra i soggetti nevrotici che venivano indicati, a quellepoca, come sofferenti di psicastenia (una debolezza nel controllo mentale delle azioni e dei pensieri), corrispondente allattuale designazione di disturbo ossessivo-compulsivo. Mentre alcuni contenuti degli item riguardano queste varie sintomatologie, la scala nel suo insieme riflette stati generalizzati dansia e preoccupazione, ma anche esplicita adesione ad alti standard di moralit, atteggiamento autocritico in caso di insuccesso, controllo dei propri impulsi.
  • Slide 11
  • Scala 8 Sc: Schizofrenia. Questa scala fu derivata da un gruppo di pazienti psichiatrici con manifestazioni del disturbo schizofrenico. Il contenuto degli item riguarda unampia variet di bizzarre convinzioni, esperienze insolite e percezioni particolari, che sono caratteristiche di tali pazienti.
  • Slide 12
  • Scala 9 Ma: Ipomania. Questa scala fu sviluppata con pazienti nei primi stadi di un episodio maniacale del disturbo maniaco-depressivo. Il contenuto degli item prende in considerazione alcuni aspetti comportamentali di questa condizione e caratteristiche ad essa associate (ambizione eccessiva, estroversione ed elevati livelli di aspirazione).
  • Slide 13
  • Scala 0 Si: Introversione sociale. Questa scala fu sviluppata da Drake (1946) con campioni di studenti di college che ottenevano punteggi estremi alla scala introversione- estroversione sociale del Thinking-Social- Emotional Introversion Inventory (Evans e McConnel, 1941). Punteggi superiori alla media rispecchiano livelli crescenti di timidezza sociale, preferenza per attivit da svolgere da soli e carenza di assertivit sociale. Punteggi sotto la media indicano, viceversa, tendenze verso la partecipazione e la dominanza sociale.
  • Slide 14
  • Scale di validit Oltre alle scale cliniche, erano state individuate, con luso e il perfezionamento del MMPI, quattro scale di validit che permettevano di valutare eventuali deviazioni nellatteggiamento del soggetto di fronte al questionario. Le quattro scale sono: ? (Non so): non costituisce una vera e propria scala, si tratta di un semplice conteggio del numero di item cui il soggetto non ha dato risposta, o a cui ha dato contemporaneamente le risposte vero e falso. L (Lie-Menzogna): individua un tentativo consapevole ma ingenuo di presentare se stesso in una luce favorevole. E composta da 15 item in cui vengono affermati piccoli difetti a cui il 95% della popolazione risponde vero. Sebbene la scala L possa indicare la tendenza a mentire nel compilare il test, non pu essere considerata come una misura della tendenza generale a mentire, falsificare o ingannare gli altri nella vita quotidiana. Questa scala serve piuttosto come indice della probabilit che un determinato protocollo sia stato alterato a causa di un determinato stile di risposta.
  • Slide 15
  • F (Frequency): composta da 64 item, a cui stato risposto in modo deviante da meno del 10% della popolazione adulta normale. Persone che non vogliono aderire alle istruzioni possono simulare lesecuzione del test, rispondendo in realt in modo casuale agli item. Altri soggetti con istruzione e competenza nella lettura assai limitate, o che sono in contatto precario con la realt, possono fare la stessa cosa. Altri ancora possono deliberatamente esagerare le loro difficolt e le loro preoccupazioni per assicurarsi una considerazione o unattenzione speciale. Ognuno di questi atteggiamenti verso il test pu determinare punteggi elevati in questa scala. Esistono, comunque, alcuni criteri per discriminare, a seconda dei risultati, tra queste tre possibilit. K (Correction): stata selezionata per evidenziare tendenze alla negazione pi sofisticate di quelle rilevate dalla scala L. E composta da 30 item individuati in protocolli di pazienti clinicamente malati che avevano ottenuto per profili normali (falsi positivi). E raro che un soggetto riesca a falsificare deliberatamente questi item, mentre essi possono indicare una tendenza inconsapevole al diniego della patologia. Su questa base la scala K fornisce un fattore di correzione da applicare ad alcune scale cliniche.
  • Slide 16
  • MMPI-2 Nel 1989 il MMPI stato aggiornato e ristandardizzato, attraverso una modernizzazione del contenuto e della forma linguistica di alcuni item, leliminazione degli item giudicati ambigui, laggiunta di nuovi item, la raccolta di dati provenienti da un campione pi rappresentativo e lo sviluppo di nuove scale. Sono stati aggiunti nuovi item che hanno portato il numero globale da 550 a 567: laggiunta di nuovi item mira ad ampliare aree poco indagate nella forma originaria, come lassunzione di droga, il rischio suicidario, aspetti legati al matrimonio e al lavoro e, soprattutto, la potenzialit di risposta al trattamento. Agli item si pu rispondere VERO o FALSO. Per quanto riguarda le scale cliniche, sono stati portati cambiamenti molto ridotti relativi, soprattutto, alla formulazione degli item stessi con, talvolta, piccole variazioni nel loro numero globale.
  • Slide 17
  • Il MMPI-2 ha mantenuto tutte e quattro le originali scale di validit e ne sono state aggiunte altre tre: Fb (Back-page Infrequency): ne fanno parte 40 item e viene utilizzata insieme con la scala F, i cui item compaiono prevalentemente nella prima parte del foglio di somministrazione. Gli item della Fb, presenti successivamente nel protocollo, permettono di individuare se un soggetto, le cui risposte sono valide in base alla scala F, ha smesso di prestare attenzione al contenuto degli item, rispondendo in modo casuale. Qualora il protocollo sia gi invalidato in base alla scala F, la Fb diventa inutile. VRIN (Variable Response Inconsistency): si basa su 67 coppie di item, di contenuto simile o opposto. Attraverso questa scala, soprattutto se confrontata con la scala F, si pu avere una possibilit di discriminazione pi precisa fra modalit di risposta casuale, tentativi deliberati di falsificare i dati, confusione e psicopatologia. TRIN (True response Inconsistency): utilizza 23 coppie di item di significato fra loro opposto. Valuta la tendenza a rispondere, in modo indiscriminato, in senso affermativo o negativo.
  • Slide 18
  • Scoring manuale Prima di calcolare manualmente i punteggi, i libretti vengono distinti a seconda del sesso del soggetto, in quanto la scala Mf ha griglie di correzione diverse per maschi e femmine. Tutte le omissioni e gli item con doppia risposta devono essere evidenziati con una matita colorata e saranno considerati come risposte Non so (?). Il numero totale di questi item costituisce il punteggio della scala Non so (?), che va registrato nellapposito spazio sul foglio per le risposte. Per determinare il punteggio grezzo delle tre scale addizionali di controllo e delle dieci scale cliniche, si utilizzano apposite griglie di correzione. In successione, si sovrappone ciascuna griglia al foglio per le risposte e si contano le risposte che appaiono negli spazi delimitati dai quadratini; i punteggi grezzi cos calcolati vengono registrati nellapposito spazio sul foglio di profilo.
  • Slide 19
  • Codifica del profilo Nella codifica, a ogni scala clinica assegnato un numero: Hs diventa 1; D, 2; Hy, 3; Pd, 4; Mf, 5; Pa, 6; Pt, 7; Sc, 8; Ma, 9 e Si, 0. Esempio: Scala: L F K Hs D Hy Pd Mf Pa Pt Sc Ma Si Numero: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 0 Punti T: 57 75 43 69 88 75 94 52 81 75 79 59 65 I numeri che rappresentano le scale cliniche devono essere scritti in ordine decrescente di punti T, dal pi alto al pi basso. Oltre alle scale cliniche devono essere codificate anche le scale di controllo e indicate separatamente alla destra del codice delle scale cliniche, mentre la scala Non so (?) non fa pi parte del codice perch un punteggio grezzo. Successivamente, si sottolineano le scale che hanno lo stesso valore, o che si differenziano di un solo punto. Si aggiungono quindi dei simboli che indicano elevazione del punteggio, usando i seguenti segni per indicare unelevazione compresa in un intervallo di dieci punti T: ** 100-109 * 90-99 80-89 70-79 - 60-69 / 50-59 : 40-49 # 30-39 29 e punteggi inferiori alla destra del segno # Esempio 4*2 68 3 71 0-9 5/ FL/ K:
  • Slide 20
  • Interpretazione Interpretazione per punte delle scale cliniche. Valori dei punti T compresi tra 60 e 65 costituiscono tendenze di personalit, mentre solamente elevazioni che superano 65 possono divenire indicative di uno stato patologico. Interpretazione per codici-tipo. Quando le punte sono pi di una preferibile una valutazione che tenga conto della configurazione del profilo, ricorrendo a codici tipo basati su due e, talvolta, su tre elevazioni.
  • Slide 21
  • Indici e procedure di classificazione Sono stati definiti e calcolati numerosi indici del test, che vengono presentati nelle varie versioni di interpretazione automatica. a) Percentuale di risposte Vero Questo indice pu essere utilizzato in qualsiasi setting per identificare soggetti che non collaborano e rispondono Vero a tutte, o quasi, le domande del t...