FROM HELL ( Annalisa Barbariga)

  • View
    169

  • Download
    1

Embed Size (px)

Transcript

  • 1. Annalisa Barbariga, Didattica museale. FROM HELLFrom Hell uno dei massimi capolavori del fumetto e della letteratura inglese, scritto da AlanMoore e disegnato da Eddie Campbell. stato pubblicato originariamente in dieci episodi uscititra il 1991 e il 1996 e poi raccolto in un unico volume nel 1999. From Hell la storia romanzatadi Jack the ripper, il killer che sconvolse Londra alla fine del Diciannovesimo secolo. AlanMoore, che per chi non lo sapesse uno dei migliori fumettisti esistenti al mondo, ha eseguitouna ricerca meticolosa, ricostruendo una Londra vera, terribile, deflagrata dalla povert,dallabominio, dalla morte, dallindifferenza. La soluzione proposta da Moore quella che piprobabilmente si avvicina alla verit, ossia quella del complotto ordito dalla Regina per salvarela Corona, minacciata da una discendenza proletaria e cattolica. Se la mente era la Regina, ilbraccio era la Massoneria, di cui William Gull faceva parte. From Hell non semplicemente ilresoconto di quei fatti, non solo una cronaca o una teoria. Moore ha composto unopera diampio respiro, lunga e particolare, forte, violenta, filosofica, poetica, spudorata, rivelatrice.From Hell in assoluto il miglior lavoro svolto da Moore, perch ha una visione totaledellumanit e della Storia. Al centro di tutto c la Storia, che, come suggerisce lepigrafeiniziale, avrebbe unarchitettura propria.Larchitettura alla base di tutto. Larchitettura di Londra, composta di monumenti grandiosi espaventosi al tempo stesso, va a formare lepidermide della Storia, la sua spina dorsale, la suastruttura intrinseca. Ci sono simboli nellarchitettura inglese che contengono qualcosa di piprofondo. Non una semplice espressione artistica, ma un collegamento con lombra eternadel Male delluomo, una fitta rete che va a contenere storie e Storia. C un evidente legamefra larchitettura (che in quanto arte eterna) e il tempo. Dunque il Tempo stesso potrebbeavere unarchitettura. Ogni evento, ogni individuo, ogni singola azione inevitabilmentecollegata ad a qualcosaltro di pi grande, che lo comprende al tempo stesso, unarchitetturatemporale.Partendo da questo presupposto Moore ipotizza lesistenza di unarchitettura temporale delMale, che appare come una sorta di cappa sotto cui si muovono gli insignificanti esseri umani. qui che assume maggior significato il ruolo di Gull e delle sue azioni: egli il male. Compiequelle azioni terribili perch nella sua natura di essere umano. Lautore sottolineamarcatamente il senso di paradosso che si viene a creare nella sua opera: tutti raccapriccianoper le azioni di Jack lo Squartatore, ma rimangono impassibili di fronte allorrore quotidianoche hanno davanti agli occhi costantemente. La morte una presenza incessante, ignorataperennemente. A meno che non avvenga violentemente, e non sia causata dallindifferenzadella gente. Qui trovano senso le parole di Gull stesso: un giorno luomo, voltandosi indietro,dir che io sono stato il precursore del Ventesimo secolo. una frase densa di significato, chenella riduzione cinematografica perde senso e collocazione. Il Novecento sar il secolo in cui ilMale regner in maniera assoluta, attraverso gli orrori delle due guerre mondiali,dellolocausto, della bomba atomica, dei genocidi, della guerra fredda, delle ideologieestremizzate. In maniera pi romanzata Moore teorizza linevitabilit degli eventi, a causa dellessenza stessa delluomo. emblematica una sequenza: due persone fanno sesso, la donna stagemendo, le immagini mostrano poi una chiesa da cui comincia a sgorgare sangue, un mare di

2. sangue. Le due persone sarebbero i genitori di Adolf Hitler, i quali presumibilmenteconcepirono il figlio proprio nel periodo in cui avvenivano i delitti di Whitechapel.From Hell appartiene alla categoria dei graphic novel, un formato di fumetto in cui le storiesono pi lunghe (come appunto un romanzo), autoconclusive e in genere rivolte ad unpubblico adulto. Cambpell, data la tipologia di fumetto e i temi trattati, usa cos un trattosecco, maledettamente reale, a tratti fastidioso, ma in linea con il tono dellopera.Il disegno di Cambpell riflette un pessimismo cosmico, un disegno crudo e violento! Nelfumetto possiamo vedere scene di omicidi macabri e mutilazioni, scene di sesso, in alcuni casiritroviamo anche un linguaggio molto acceso e offensivo.La sceneggiatura di Moore impeccabile: credibile dal punto di vista del linguaggio,affascinante nel suo esporre teorie e concetti importanti. Anche le scene si rifanno allasceneggiatura cinematografica, ritoviamo diversi tipi di inquadrature: primi piani, ripresadallalto, ripresa dal basso, campo lungo, campo dinsieme, ecc.. Nonostante le bellissimeinvenzioni teoriche, Moore considera il tutto una semplice opera dintrattenimento, o ancora,un metodo per gettare nuova luce su delitti ancora irrisolti. Basti pensare alla dedica inizialedello stesso Moore:Questo libro dedicato a Polly Nichols, Annie Chapman, Liz Stride, Kate Eddowes e MaryJannet Kelly. Voi e il vostro decesso: di queste cose sole siamo certi. Buonanotte signore.(Questi nomi si riferiscono alle cinque prostitute uccise).From Hell ha il peso di un romanzo, pu competere con qualsiasi capolavoro della letteraturacontemporanea e non, ma essendo un fumetto stato per lo pi snobbato.Il fumetto di Moore ha avuto una trasposizione cinematografica, diretta dai fratelli Hughes, conJohnny Depp, Heather Graham e Ian Holm. In America ha mantenuto il titolo fondamentale diFrom Hell, in Italia diventato La vera storia di Jack lo squartatore. Pur essendo un bel film, ifratelli Hughes si sono allontanati molto dalla materia narrativa del testo originale, prendendole adeguate distanze. Sono chiare scelte commerciali, inevitabili per un fumetto di questaportata. Innanzitutto nel lavoro di Alan Moore lassassino immediatamente svelato, anzi lastoria ruota completamente intorno a lui. Nel film lidentit di Jack si scopre unicamente nelfinale, tipico del genere thriller ; inoltre la storia ruota attorno alla figura della prostituta Marye del dellispettore Abberline. Nel fumetto lispettore Abberline un uomo di mezza et, basso,sovrappeso e sposato, ed aiutato nel finale da un certo Lees, che sostiene avere poteri dipremonizione. Nel film le due persone sono accorpate in una sola persona, Johnny Depp,dotato di poteri simili a quelli di Lees ma con lintelligenza di Abberline.Nella pellicola alcune sequenze sono assolutamente identiche a quelle del fumetto, ma isignificati profondi dellorigine cartacea sono pressoch assenti. I riferimenti allarchitettura,alla filosofia massonica, al male come Dio del Ventesimo secolo non esistono. Inoltre nel film ilcontenuto di violenza tipico di alcune scene, come gli omicidi, mutilazioni, ecc.. non paragonabile alla ferocia delle scene del fumetto.Il film a colori, ma nonostante ci si vuole ricreare quelle tetre atmosfere tipiche del romanzodi Moore, una Londra sudicia, caratterizzata da un cielo violento quasi un cielo di sangue eorrore, una Londra sempre avvolta in una nebbia fumosa. 3. Immagini tratte dal fumetto...Jack the ripperIspettore AbberlineDottor William Gull 4. Mutilazione 5. MutilazioneAgo di Cleopatra 6. Violenza e scene di sesso 7. Immagini varie... 8. Scene Film...