I cardini della terapia antibiotica - ?· Amfenicoli (sintesi proteica) Cloramfenicolo Gram-positivi,…

  • Published on
    15-Feb-2019

  • View
    212

  • Download
    0

Embed Size (px)

Transcript

I CARDINI DELLA TERAPIA ANTIBIOTICA

Quali sono le regole fondamentali che tutti i medici dovrebbero sapere sugli

antibiotici? Il limite della maggior parte dei testi di antibioticoterapia quello

di perdersi nelle classificazione degli antimicrobici ed esaurire le risorse del

medico prima di arrivare al nocciolo della questione: che antibiotico devo

usare per quella specifica infezione?

In questa breve guida ho cercato di riassumere in pochi schemi le nozioni

fondamentali da conoscere per le diverse categorie di antibiotico, quelle che

ho definito I cardini della terapia antibiotica.

Troverai quindi i gli antibiotici suddivisi in gruppi diversi a seconda dei

seguenti dati:

Spettro di attivit antimicrobica

Sito di azione

Propriet chimico-fisiche

Farmacocinetica/farmacodinamica

SPETTRO DI ATTIVITA DEGLI ANTIMICROBICI

La cosa pi importante che il medico deve conoscere di un antibiotico lo

spettro di attivit antimicrobica. Conoscere, almeno in generale, se quella

molecola antibiotica o quella classe di antibiotici risulta attiva verso i Gram-

positivi, Gram-negativi o gli anaerobi di fondamentale importanza per una

corretta prescrizione. Di seguito, nel Grafico 1, rappresentato uno schema

riassuntivo del potere antimicrobico dei principali antibiotici in commercio.

Grafico 1. Classifica degli antibiotici in base allo spettro antimicrobico

Gram%posi*vi%Oxacillina(Rifampicina(Vancomicina(Teicoplanina(

((

Gram%nega*vi%Atreonam(Colis6na(

Anaerobi%Metronidazolo(

Cefalosporine(Aminoglicosidi(Fluorochinoloni(Co>trimossazolo(

Clindamicina(Linezolid(

Daptomicina(

Carbapenemi(Tigeciclina(

Cloramfenicolo(Amox/clavulanico(

SITO DAZIONE DEGLI ANTIMICROBICI

Lo scopo della terapia antibiotica quello di danneggiare la cellula del

microrganismo senza causare danni all'ospite. Questo ottenuto sfruttando

le differenze tra la struttura del microrganismo e quella delle cellule umane. A

seconda del loro sito dazione gli antibiotici si posso classificare in:

Grafico 2. Sito di azione degli antibiotici

Inibitori della parete cell. Beta-lattamici Glicopeptidi

Inibitori della sintesi proteica Aminoglicosidi Macrolidi Tetracicline Linezolid

Cloramfenicolo

Inibitori del ac. nucleico

Fluorochinoloni Co-trimossazolo Metronidazolo

Inibitori della membrana cell. Daptomicina

SINOSSI DEGLI ANTIBIOTICI

ANTIBIOTICO (SITO DAZIONE) SPETTRO EFFETTI COLLATERALI Beta-lattamici (parete cellulare) Benzilpenicillina Gram-positivi, soprattutto

streptococchi Ipersensibilit (rash, febbre, eosinofilia, angio-edema, malattia da siero, anafilassi), diarrea, vomito, convulsioni, nefrotossicit, ittero colestatico, sindrome di Stevens-Johnson

Oxacillina Gram-positivi, soprattutto stafilococchi

Amoxicillina Gram-positivi, Gram-negativi non beta-lattamasi

Amoxicillina/ac. clavulanico Gram-positivi, Gram-negativi, anaerobi (no Pseudomonas)

Piperacillina/tazobactam Gram-positivi, Gram-negativi, anaerobi, Pseudomonas spp.

Cefalosporine Gram-positivi, Gram-negativi, (Ceftazidime e Cefepime: Pseudomonas spp)

Carbapenemi Gram-positivi, Gram-negativi, anaerobi, Pseudomonas spp.

Glicopeptidi (parete cellulare) Vancomicina Gram-positivi, MRSA, E. faecium Tossicit renale, sindrome delluomo

rosso, piastrinopenia, rash Teicoplanina Gram-positivi, MRSA, E. faecium Piastrinopenia immunomediata Aminoglicosidi (sintesi proteica) Gentamicina Gram-negativi, Pseudomonas

spp., alcuni Gram-positivi Tossicit renale, ototossicit

Amfenicoli (sintesi proteica) Cloramfenicolo Gram-positivi, Gram-negativi,

anaerobi Soppressione midollare, anemia aplastica, ipersensibilit

Oxazolidinoni (sinetsi proteica) Linezolid Gram-positive, MRSA, E. faecium,

anaerobi Disordini emopoietici, neuropatia ottica

Glicilcicline (membrana cellulare) Tigeciclina Gram-positivi, MRSA, Gram-

negativi, anaerobi Nausea, vomito, epatotossicit

Lipopeptidi (membrana cellulare) Daptomicina Gram positivi, MRSA, E. faecium

Mialgie, nausea, vomito

Fluorochinoloni (sin. ac. nucleico) Ciprofloxacina Gram-negativi, Pseudomonas spp.

Diarrea, nausea, vomito, lesione tendinea, convulsioni (anziano)

Anti-folati (sin. ac. nucleico) Trimetoprim-cotrimossazolo Gram-positivi, MRSA, Gram-

negativi, Stenotoph. spp., P. jiroveci

Disordini emopoietici, sindrome di Stevens-Johnson, nausea

Nitromidazoli (sin. ac. nucleico) Metronidazolo Anaerobi Nausea, neuropatia periferica

PROPRIETA CHIMICO-FISICHE DEGLI ANTIBIOTICI

A differenza della classificazione che divide gli antibiotici in batteriostatici e

battericidi, la distinzione tra molecole idrofile e lipofile pi moderna e

attuale perch correla con la fisiopatologia del paziente.

Gli antibiotici idrofili, da un punto di vista farmacocinetico, sono farmaci che

non penetrano allinterno delle cellule: ci significa che non sono attivi nei

confronti dei patogeni intracellulari (es. Legionella spp.. Clamydia spp.,

Antibiotici idrofili betalattamici (penicilline, cefalosporine, carbapenemi, monobattami)

glicopeptidi aminoglicosidi lipopeptidi (daptomicina)

Antibiotici lipofili

Macrolidi Fluorochinoloni Tetracicline/glicilcicline Cloramfenicolo Rifampicina Oxazolidinoni (linezolid)

Mycoplasma spp.). Sono farmaci definiti a basso volume di distribuzione (in

genere

FARMACOCINETICA/FARMACODINAMICA DEGLI ANTIBIOTICI

Lattivit antibatterica di un antibiotico si pu manifestare in modo dipendente

dalla concentrazione oppure dal tempo di esposizione. Conoscere lattivit

tempo-dipendente e concentrazione-dipendente di un antibiotico

fondamentale per scegliere la modalit di somministrazione di quel farmaco:

le molecole ad attivit concentrazione-dipendente vanno prescritte in ununica

somministrazione, mentre le molecole ad attivit tempo-dipendente vanno

somministrate in modo frazionato nel tempo o in infusione continua.

Quando lattivit battericida dipende dalla concentrazione essenziale che

lantibiotico raggiunga elevate concentrazioni nel sito di infezione per

eradicare il patogeno (>10 volte il valore della MIC, cio della minima

concentrazione inibitoria). Se, al contrario, lattivit tempo-dipendente

essenziale mantenere per lunghi periodi delle concentrazioni di antibiotico

superiori alla MIC.

Spero che questa breve guida sulla terapia antibiotica ti sia piaciuta e ti possa

essere utile nella pratica clinica.

Allora a presto! Ci vediamo su www.infettive.com al prossimo post!

Un saluto,

Andrea.

Antibiotici con azione Tempo-dipendente

Antibiotici con azione Concentrazione-dipendente

B-lattamici Macrolidi* Glicopeptidi Tetraciclina Linezolid Lincosamidi

(*dipende dallorganismo)

Aminoglicosidi Fluorochinoloni Daptomicina Cloramfenicolo* (*dipende dallorganismo)

Recommended

View more >