I L C A N T O D I C A L I P S O

  • View
    589

  • Download
    1

Embed Size (px)

Transcript

  • 1. INDICEABSTRACT - UN NUOVO PARADIGMA DEL SUBLIME:L'INTERPRETANZA DI GIVONE DI AB-GRUND ED ANGOSCIAINTRODUZIONE - IL CANTO DI KALIPSO:DEA DEL SUBLIMECAP. 1- LO SFONDO ABISSALE: NIETZSCHE-GRASSI-PAREYSONCAP. 2 I SENTIERI INTERROTTI TRA MORFOGENESI E COMPLESSITA: LEIBNIZ E THOMCAP. 3 CONTEMPLANZE DEL SUBLIME:ANASSIMANDRO- BURKE-KANT- ARISTOTELE- HEIDEGGER-LONGINO- HLDERLN-SCHELLING-FRIEDRICHCAP. 4 MUSICA E FILOSOFIA:LA BELLEZZA SUBLIMECAP. 5 SUBLIMIT ED ESTETICA MUSICALE: MOZART- EULERO- LEIBNIZ LA MUSICA SUBLIME.CAP. 6 UNA NASCENTE ONTOLOGIA DELLOPERA DARTECAP.-LA DYNAMIS,IL NULLA SUBLIME:ERACLITO,HOLDERLIN,PLATONE, ARISTOTELE,ANASSAGORACAP.- LEIBNIZ-PLOTINO E LA SUBLATIO SUBLIMECAP. - PLATONE E ARISTOTELECAP. -IL MOVIMENTO SUBLIMECAP.- LA BELLEZZA E LA DYNAMIS SUBLIME:LEIBNIZCAP.ARISTOTELE SULLA TRAGEDIA E UN NUOVO PARADIGMA: LONTOPOLOGIA DELLA LIBERTCAP.-ANALITICA DELLA BELLEZZA E DEL SUBLIME RETROCOPERTINA

2. Lo sfondo abissale del sublime, presente in Nietzsche e ripreso da Grassi e Pareyson ,viene esemplificato dal canto di Calipso inedita dea del sublime.L'interpretazione dell'estetica kantiana,presente nella poetica narrativa,nei testi e nelle lezioni di Givone dispiegano e il tema dell'abissalit delineando un nuovo paradigma del sublime:si in presenza di una singolarit nell'intepretazione del sublime.Quando si di fronte al Sublime ,si di fronte ad un'Ek-stasi ma anche ad un Ab-grund,un Abisso quindi ad un non-Ente,Niente,Nulla. Ci comporta non solo paura,timore,piacere,dispiacere ma,come dice Heidegger,il senso dell'Angoscia. Perch di fronte al Sublime assentemente presente il Nulla, il non-Fondamento. Il sublime si svela solo nell'infinito o nell'abisso. La lettura di Givone getta, nel pensiero della mondit,l'eventuarsi dell'abissalit.Le contemplanze del sublime a partire dalla classicit Anassimandro- Burke-Kant- Aristotele- Heidegger-Longino- Hlderlin-Schelling-Friedrich Un vasto excursus sul tema della bellezza sublime longiniana, plotiniana, burkeiana o sublime-bellezza heideggeriana fino Pareyson che disvel lintenzionalit estetica del sublime enigmatico quale bellezza sublime della esteticit nulla,quasi fosse sublazione superiore della conoscenza epistemica.e nell'interpretanza givoniana lindicazione del sentiero per intraprendere un'ermeneutica ed un'interpretazione ontologica e non solo un analitica della bellezza e del sublime.Si delinea una gestell o struttura dell'opera sul sentiero di un'analitica dell'esserci,assentemen te presente in Kant,per un analitica della bellezza e del sublime ed una nascente ontologia dellopera darte.La Sublimit e l'estetica musicale sono cadenzate nelle figure di Mozart, Eulero e Leibniz. I sentieri interrotti tra morfogenesi e complessitaLeibniz eThomERACLITO,HOLDERLIN LA DYNAMIS DEL VUOTO, DEL NULLA SUBLIME 3. Perch c il sublime e non piuttosto l'ideale bellezza fenomenica, o noumenica epistemica, o il niente o il nulla? O perch si d l'evento della sublatione sublime dell'aldil: solo per decostruire la bellezza ideale fenomenica e superarla?Perch c' il nulla sublime o il sublime nulla o il nulla afenomenico, anoumenico, aepistemico, aermeneutico? Perch c' langoscia sublime o la sublime angoscia del nulla?Esistono eventi sublimi, o anche fenomeni originali, che sfuggono alla comprensione categoriale, o analitica dellesserci o del niente o del nulla. Le categorie sono adeguate solo per la bellezza fenomenica dellentit mondana, non per lesserci sublime o il nulla sublime afenomenico, anoumenico, aepistemico, aermeneutico.Lessere sublime del nulla sublime sempre un evento sublime e giammai un fenomeno o un moumeno, leventuarsi sublime del Sich-Ereignen. Solo quella sublatione abissale sublime consente allesserci di ergersi aldil, oltre la bellezza ideale fenomenica dellentit.Non si pi nella vivenza sublimi, bens il sublime che c' nella vivenza ad eventuare la sublatione sublime, il sublime che c' nel nulla che si eventua quale nichilismo o decostruzione o sublatione sublime della bellezza ideale fenomenica.Hlderlin ide l'interpretanza sublime:eventu il sublime nel mito o sublime poesia tragica per la disvelanza ontopologica o Sublime transpoiesis tragica nel mythos, quale cura della verit o sublime in latenza della verit : nel mito sublime tragico si stabilito o vi abita poeticamente lesserci del Sublime o dellabisso tragico. Hlderlin non disvel pi principi o idee della bellezza o priorit o fenomena o noumeni epistemici ermeneutici quali paradigmi dell' essere, ma l'esserci sublime stesso quale eventuarsi sublime dellessere, o il suo movimento nel mostrarsi sublime, o sottrarsi o annientarsi o annichilirsi nella sublime differenza ontopologica. Hlderlin eventu lapparenza dellessere sublime, la sua progettanza che non solo si d sempre in sorgenza sublime, ma cura e custodisce la sublatione sublime nella sua stabilit sublime:essere sublime l'eventuarsi della stabilit strutturale sublime.Hlderlin l'archegete dallo sguardo pi profondo e abissale che si getta excstaticamente nellabisso dellessere sublime, o nella tragedia sublime dellessere, l il principio la fine, la bellezza il sublime.Lessere sublime si eventua nella bellezza ideale fenomenica e quella sublatione sublime levento sublime o il mostrarsi, o l'abnegarsi o il manifestarsi della transpoiesis sublime, quale pensiero poetante del sublime o poesia pensante del sublime o tragedia sublime, o instabilit strutturale abissale o indeterminatezza. Hlderlin l'archegete ontopologico che apre e si apre al sublime, l'epigenesi del pensiero poetante sublime, l'archegete della sublime transontologia della differenza.Di quale evento sublime ontopologico si tratta? 4. La verit sublime il mostrarsi, abnegarsi, manifestarsi dell'excstasi della finitezza dellessere. Hlderlin l'archegeta dell' eristica ontopologica sublime dell'ontopologia sublime della dea Eris che si eventua quale non-fondamento o fondatezza abissale del sublime, lessere sublime nel nulla sublime afenomenico, anoumenico, aepistemico. aermeneutico.Il sublime si eventua anche nel nulla, sullabissale fondatezza, anzi il sublime il nullo fondamento dell'essersi o la dismisura del nulla o del niente quale eventuanza del sublime. Perci c' il sublime piuttosto che il nulla, quale differenza ontopologica che si d al di l di tutte le differenze del niente, o della bellezza ideale fenomenica o noumenica epistemica, tale da eclissare tutti i fenomena.Per Hlderlin lessere la sublime dinamica della differenza ontopologica sublime: lessere eventuanza sprofonda nell'Essere sublime, lessere il dispiegarsi della differenza sublime nel pensiero poetante sublime.Eraclito eventu in priorit lessere sublime, poi la dynamis sublime. Eraclito fonda la transdinamica sublime dell'eventuarsi dellessere nel nulla. Il pensiero sublime di Eraclito ancora poetante ma nello stesso tempo anche la prima singolarit sublime della sublatione sublime eristica: vi l'abnegarsi della dynamis sublime.La dynon-sublime la dea sublime dell'esserci sublime, l la singolarit sublime completezza e si d, si eventua quale differenza dell'ontodynamica della physis sublime.L c' l'abissalit sublime dell'essere nell'endente o l'evento sublime dell'essere nell'endentit mondane, c' il kryptarsi dell'essere nelle singolarit della physis sublime, c' l'insorgenza senza eclisse dell'astrophysis che d luce e si d alla luce senza tramontare.Non c' orbita o gravit ma solo il soggiornare sublime senza fine, o il sorgere della purezza della transcendenza della physis sublime in relativit con la disvelatezza sublime e l'oblio. Lidea la dynamis sublime dellessere stesso in s e per s, come ci che aletheia o disvelatezza sublime o verit aristocratica e sacerdotale, nobilt sublime.Eraclito evoc la sibilla dalla bocca delirante e senza sorriso, n seducenza n profumata,svel loracolo in Delfi senza parole e senza latenze, ma pro-gett la sublatione sublime:tutto quel che si contempla e apprende si lascia l, tutto quello che non si vede o che indicibile o inaudito lo si porta via giacch sublime. L'eventuanza di Eraclito si svel con una sacralit pensante, fu la rivelazione della sublatione sublime.Eraclito svel la verit sublime nell'endelogos, bench la verit sublime eterna, non la si comprenda mai, n prima di udirla n dopo: cos il mondo, giacch si ignari da svegli, come nei sogni sublimi, tale verit riflette la physis sublime in ogni endente,ma 5. non c' risonanza anche se si ascolta, s presenti, ma assenti.Eraclito ide la endinamica sublime dell'eristica in accordo o in discordanze discordi, quale bellissima estetica e sublime armonia, concorde pur discorde: armonia sublime della transonanza.Come nellarco e nella lira, questi infatti trasformandosi sono quelli, e quelli a loro volta, trasformandosi, sono la dynamis sublime, concorde e discorde, armonica e disarmonica.La via in su e la via in gi sono identiche o invarianti nella dynamis sublime ontopologica, cos com' invarianza sia il principio sia la fine nella transfera. Quella dynamis sublime del mondo la completezza per tutti, non c' n una per gli dei n una per gli esseri animati o inanimati, ma c' sempre stata ed e sar fuoco vivo in eterno, che al tempo sublime si accenda e al tempo si spenga.Dinamica sublime in sublatione di tutti i fenomena col fuoco e del fuoco, con tutti i fenomena con loro e delloro. Mutamenti sublimi dinamici del fuoco: prioritario oceano, del mare una met terra, laltra soffio kosmico della dynamis o cosmogonia della physis sublime.Eraclito disvel gli inesauribili movimenti dell'essere dell'endente, quale dynamis della physis sublime cosmica, quale struttura ontopologica della bellezza-sublime della divinit o assolutezza dell'armonia interpretata nell'enderistica della dynamis sublime: le fanciulle, lungo la via della divinit, con la desideranza sublime in s si inoltrano nella Notte sublime verso la transplendenza.Alla porta dei sentieri della Notte sublime e del Giorno le fanciulle pe