I Settori del Made in Italy Industry Report - ?· I Settori del Made in Italy Industry Report Automotive…

  • Published on
    24-Feb-2019

  • View
    212

  • Download
    0

Embed Size (px)

Transcript

<p>Ricerca Economica</p> <p>I Settori del Made in Italy</p> <p>Industry ReportAutomotive</p> <p>Ottobre 2014</p> <p>www.eulerhermes.it</p> <p>www.eulerhermes.it</p> <p>Industry Report Automotive | Ottobre 2014 Euler Hermes Italia</p> <p>Contenuti</p> <p>3 EDITORIALE</p> <p>4</p> <p>5</p> <p>6</p> <p>SETTORE AUTOMOBILISTICO ITALIANO, TEMPO DI FARE UN CAMBIO D'OLIO</p> <p>DICHIARAZIONE DI DIRITTI E RISERVATEZZAQueste valutazioni sono, come sempre, oggetto di dichiarazioni sottostanti.Il contenuto pubblicato da Euler Hermes SA, una societ di Allianz, a solo scopo informativo e non deve essere considerato detentore di qualsiasi consulenza specifica. I destinatari devono fare le proprie valutazioni indipendentemente delle informazioni riportate e nessuna azione deve essere assunta, solo basandosi sui contenuti di questo documento. Questo materiale non deve essere riprodotto o divulgato senza il nostro consenso scritto. vietato divulgare le infomazioni riportate in qualsiasi settore merceologico e campo specifico. Anche se queste informazioni sono ritenute affidabili, il loro contenuto non stato verificato in maniera indipendente da Euler Hermes ed Euler Hermes non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia (esplicita o implicita) al riguardo, per quanto riguarda l'accuratezza o la completezza delle informazioni riportate, n si assume alcuna responsabilit per eventuali perdite o danni derivanti in qualsiasi modo da qualsiasi uso fatto o fatto affidamento su, queste informazioni. Se non diversamente specificato, tutte le viste, previsioni o stime sono esclusivamente quelle del Dipartimento di Economia di Euler Hermes e come tale, dati e contenuti sono soggetti a modifiche senza preavviso. Euler Hermes SA autorizzata e regolamentata dall'Autorit dei Mercati Finanziari dellItalia. Copyright 2014 Euler Hermes. Tutti i diritti riservati .</p> <p>I Settori del Made in Italy</p> <p>Industry ReportAutomotive</p> <p>Ottobre 2014</p> <p>www.eulerhermes.it</p> <p>Industry Report una pubblicazione redatta dal Dipartimento Economico di Euler Hermes e dallUfficio Studi Euler Hermes Italia. La consultazione di questa pubblicazione disponibile per i clienti di Euler Hermes e per altre aziende e organizzazioni. La riproduzione non autorizzata, se non in modo da citarne la fonte dalla quale stata riportata.</p> <p>Direttore della Pubblicazione: Ludovic Subran, Chief Economist Euler Hermes </p> <p>Economisti: Andrea Pignagnoli, Economist Euler Hermes Italia Yann Lacroix, Sector Advisor Euler Hermes</p> <p>Comunicazione / Editing: Guglielmo Santella Euler Hermes Italia</p> <p>Grafica: Master Sun S.r.l. Foto: Archivio Allianz Group</p> <p>Per maggiori informazioni, contattare :Ufficio Studi di Euler Hermes ItaliaVia Raffaello Matarazzo, 19 - 00139 RomaTel : +39 ( 06 ) 87001 andrea.pignagnoli@eulerhermes.com</p> <p> Ottobre 2014 </p> <p> Sintesi</p> <p> L'industria automobilistica globale in breve</p> <p> Italia: le immatricolazioni auto hanno toccato il punto pi basso degli ultimi 35 anni a 1,3 milioni di unit nel 2013, ma mostrano segnali di modesta ripresa nel 2014</p> <p> Produzione italiana dimezzata: 380 000 unit nel 2014 da 900 000 nel 2007</p> <p> Componenti: un barlume di crescita per l'industria automobilistica italiana</p> <p>3</p> <p>Euler Hermes Italia</p> <p>3</p> <p>EDITORIALE</p> <p>Rimanere agganciati alle opportunit exportMASSIMO REALE </p> <p>Nel 2013 le immatricolazioni di auto in Italia sono state 1,3 milioni, in flessione del 7% rispetto al 2012 e per il sesto anno consecutivo in calo. Bisogna risalire ad oltre 35 anni fa per trovare un dato paragonabile. Nei primi sei mesi del 2014 si assistito ad un rimbalzo delle immatricolazioni (+3%), proseguito poi a settembre che dovrebbe quindi condurre ad una crescita a fine 2015 del 5%. Tuttavia il mercato italiano rimane uno dei pochi che non riesce a rilanciarsi in modo significativo rispetto ai livelli bassissimi del 2007. A differenza di quanto stanno facendo i mercati di Paesi pesantemente colpiti dalla crisi, a partire dalla Grecia e dalla Spagna, per proseguire con Portogallo e Cipro. Tra le note positive il gruppo FCA che, a settembre, cresce pi del mercato in Italia e registra un aumento a doppia cifra anche sull'altra sponda dell'Atlantico. Si tratta della 54 crescita mensile consecutiva ed anche del miglior mese di settembre dal 2005.La componentistica resta uno dei principali driver della crescita del settore in Italia. A fronte di una produzione di autoveicoli ancora in calo, la componentistica italiana continua a dimostrare buona salute e una forte capacit di esportare (+5% nel 1 semestre 2014) soprattutto verso i Paesi Ue. Le parti meccaniche (incluso accessori, vetri) totalizzano il 66% del valore dell'export con 6,7 miliardi e un saldo attivo di 3,6 miliardi. Seguono il comparto dei motori, e il comparto dei componenti elettrici e affini. Nel 2015 sono attesi 15 miliardi di euro di export addizionale, proveniente per due terzi dalle transazioni extra UE e la componentistica rappresenter un interessante volano per le aziende del settore plastico in </p> <p>Italia, contribuendo in misura rivelante ad una crescita complessiva di tale comparto di ulteriori 1.3 mld , in gran parte proprio su paesi emergenti (Polonia, Turchia su tutti) e sulle economie europee avanzate che rimangono il primo mercato di sbocco (Germania) per il made in Italy. Tutto ci il risultato delleccellenza tecnologica del made in Italy del comparto, che riesce ad essere competitivo anche in mercati maturi grazie allespansione degli investimenti produttivi fuori confine e alla ricerca del miglior contenimento dei costi e dellefficienza distributiva. Con una valutazione del rischio in oltre 240 Paesi e con un livello di transazioni coperte superiore ai 2 miliardi di euro (Italia + export), Euler Hermes il provider finanziario in grado di accompagnare le imprese del comparto automotive nei mercati dove la domanda di beni specifici e ad alta tecnologia del made in italy ancora molto elevata, salvaguardando la profittabilit dellimprese dai rischi di mancati pagamento.</p> <p>Industry Report Automotive | Ottobre 2014</p> <p>Massimo RealeDirettore Fidi</p> <p>Euler Hermes Italia</p>