In the net of politics

  • Published on
    28-Mar-2016

  • View
    215

  • Download
    2

Embed Size (px)

DESCRIPTION

In the net of politics: French electoral campaigns on the Internet in 2007

Transcript

  • ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSIT DEGLI STUDI DI BOLOGNA

    FACOLT DI LETTERE E FILOSOFIA

    Corso di Laurea Specialistica in Scienze della Comunicazione Pubblica, Sociale e Politica

    ____________________________________________________

    NELLA RETE DELLA POLITICA: INTERNET E LE CAMPAGNE ELETTORALI FRANCESI 2007

    Tesi di laurea in Comunicazione Pubblica

    Relatore Prof. ROBERTO GRANDI Correlatore Dott. CRISTIAN VACCARI

    Presentata da SARA V. MONTINARO

    ____________________________________________________

    II Sessione Anno accademico 2006 2007

  • 2

    Sommario Introduzione ..................................................................................................4 1_Introduzione alla Comunicazione Politica ed Elettorale .......................8

    1.1_Cenni storici..........................................................................................8 1.2_Contesto disciplinare e modelli di studio ............................................15 1.3_La comunicazione elettorale...............................................................20 1.4_La comunicazione politica in rete .......................................................25

    2_Comunicazione elettorale online: il caso francese .............................32 2.1_Breve introduzione alla V Repubblica.................................................33

    2.1.1_Il sistema politico francese...........................................................33 2.1.2_Il sistema partitico francese .........................................................36

    2.2_Indicazioni metodologiche ..................................................................39 2.3_Alla conquista dellEliseo: siti internet ed elezioni presidenziali .........43 2.4_Obiettivo Assemblea Nazionale: analisi dei siti dei partiti ..................55

    3_La lunga primavera francese .................................................................62 3.1_Tendenze............................................................................................63 3.2_Informazione, partecipazione o professionalit? ................................77 3.3_Destra, sinistra o centro? Al crocevia della comunicazione elettorale online .........................................................................................................87 3.4_Big vs. soggetti minori, verso la normalizzazione del cyberspazio.....93 3.5_Candidati vs. partiti .............................................................................99 3.6_Sfida al vertice ..................................................................................101

  • 3

    3.6.1_Nicolas Sarkozy vs. UMP...........................................................102 3.6.2_Sgolne Royal vs. PS ..............................................................105 3.6.3_Candidati e partiti: analogie e differenze nella comunicazione elettorale online....................................................................................109

    4_Second Life e la comunicazione politica............................................112 4.1_Introduzione allaltro Mondo............................................................112

    4.1.1_Che cosa Second Life.............................................................113 4.1.2_Breve storia culturale di Second Life .........................................114 4.1.3_Gioco o ..................................................................................118

    4.2_I quartieri generali della politica online .............................................123 4.3_Strumenti danalisi ............................................................................135

    4.3.1_Al crocevia tra due mondi ..........................................................137 4.3.2_Soggetto e azione ......................................................................140

    4.4_Limiti e prospettive............................................................................143 5_Considerazioni conclusive...................................................................148 Appendice..................................................................................................165

    Appendice A: lista dei siti dei partiti e dei candidati analizzati.................165 Partiti....................................................................................................165 Candidati..............................................................................................166

    Appendice B: scheda di rilevazione.........................................................167 Appendice C: allegato multimediale ........................................................170

    C.1_Audio delle interviste telefoniche ai responsabili dei siti internet dei partiti e dei candidati ............................................................................170 C.2_Schede di Rilevazione..................................................................170 C.3_Second Life: immagini ..................................................................171

    Bibliografia ................................................................................................172 Sitografia ...................................................................................................178

  • 4

    Introduzione

    La tesi di laurea qui presentata ha come obiettivo indagare e valutare la comunicazione elettorale online messa in atto dai candidati ed i partiti che si sono affrontati nelle recenti e seguitissime elezioni presidenziali e legislative francesi attraverso il monitoraggio continuo, durato allincirca quattro mesi, dei siti istituzionali pubblicati in rete dai soggetti politici in questione.

    La decisione di scrivere una tesi di laurea riguardo la comunicazione elettorale online osservata nel corso delle ultime campagne presidenziali e legislative si configura come il punto darrivo di un interesse personale ed accademico che ha caratterizzato gli ultimi anni della mia formazione universitaria. evidente il legame tra il tema della comunicazione politica, nella sua particolare declinazione elettorale, ed il corso di laurea specialistica in comunicazione pubblica, sociale e politica da me frequentato; in particolare linteresse per questo settore e, nello specifico, per le opportunit offerte dalla rete, si manifestato sin dallinizio del mio percorso di studi specialistici; gi nel corso del primo anno infatti ho avuto modo di partecipare al laboratorio condotto dal dott. Vaccari per studiare landamento della campagna elettorale in rete per le politiche italiane del 2006. La positivit dellesperienza del 2006 ha poi fatto s che la passione per questo settore di studio mi portasse a ripeterla lanno successivo; ho scelto quindi di frequentare nuovamente il laboratorio, questa volta per non pi incentrato

  • 5

    sul contesto italiano, bens orientato al monitoraggio dei contributi provenienti da paesi di tutto il mondo, ed in particolare di occuparmi del caso francese. La Francia mi sembrata allepoca un ottimo contesto di studio proprio a causa del particolare momento che il Paese viveva durante la scorsa primavera, nel corso della quale erano in atto le agguerritissime campagne elettorali che avrebbero finito per decretare Nicolas Sarkozy presidente della Repubblica e per consegnare allUMP, il suo partito dappartenenza, la maggioranza parlamentare. Questo interesse probabilmente trova unulteriore ragione nel mia esperienza Erasmus, grazie alla quale circa tre anni fa ho avuto la possibilit di trascorrere un intero anno accademico nella citt di Nancy e quindi di venire in contatto quotidianamente con il contesto politico e culturale francese.

    In principio il progetto alla base della ricerca che anima la mia tesi di laurea era disegnato intorno alla proposta di unanalisi comparativa tra le elezioni politiche italiane del 2006 e quelle legislative francesi del 2007, tuttavia in fase di organizzazione e sistematizzazione dei dati raccolti si ritenuto opportuno focalizzare lattenzione sul caso francese, proprio in virt della preponderanza della campagna presidenziale rispetto alla successiva legislativa. Infatti, se si fosse deciso di perseverare nellintento originario, si sarebbe dovuto porre al centro dellattenzione la seconda fase della campagna elettorale per poter avere dei dati omogenei ed effettivamente comparabili, tralasciando, o comunque trattando solo secondariamente, la sfida per la conquista dellEliseo. Tuttavia un approccio di questo tipo non avrebbe fornito una fotografia capace di descrivere in maniera adeguata landamento della campagna elettorale in rete, in quanto le evidenze dellosservazione condotta hanno dimostrato come lacme della competizione sia stata raggiunta proprio in occasione della tornata presidenziale, la quale per ragioni endemiche al sistema politico francese, oltre che per la natura stessa del tipo di elezione, si dimostrata essere la pi interessante ed innovativa sia per quanto concerne lattenzione generale prestata da politici, elettori, media e commentatori che per le modalit di utilizzo del web a fini politicoelettorali rilevate. Inoltre la mole di dati ottenuti alla fine del periodo di

  • 6

    studio risultata considerevole sia da un punto di vista quantitativo che qualitativo, al punto che concentrarsi sulla loro analisi e commento risultata una necessit pi che una scelta.

    Precisa volont del ricercatore stata quella di indagare in primo luogo le caratteristiche dei siti analizzati, in modo da poter combinare i dati ottenuti in funzione di alcune direttrici fondamentali, per poter infine determinare quale sia stata la tipologia di sito pi diffusa, tra quella informativa, professionale e partecipativa; quali siano state le soluzioni innovative adottate; quali le tendenze dimostrate dai siti nel corso delle campagne elettorali; quale la parte politica, tra destra, centro e sinistra, sia stata pi abile nellutilizzo di internet ed in quale settore; quale la relazione esistente tra il peso politico del candidato e del partito di volta in volta considerato e la sua prestazione digitale ed infine quale rapporto sia intercorso tra la natura del soggetto emittente, singolo leader o istituzione, e lapproccio alla rete osservato.

    Attraverso lanalisi di tutti gli aspetti appena illustrati, stato quindi possibile interrogarsi e rispondere ai quesiti che erano alla base della ricerca in questione, ovvero lappropriatezza della definizione di ecampagne, etichetta attribuita da media e commentatori alle campagne elettorali doltralpe, e la possibilit di postulare lesistenza di una via francese alla comunicazione elettorale online.

    Tale scopo stato perseguito utilizzando tre diverse metodologie di analisi: una quantitativa, in modo da poter ottenere dati omogenei e comparabili fra di loro, consistente nel monitoraggio effettuato con lausilio del prezioso strumento della scheda di valutazione ideata e realizzata dal dott. Vaccari, e due qualitative, vale a dire unanalisi partecipante condotta sulla piattaforma virtuale di Second Life, al fine di studiare come la politica francese sia approdata e si sia servita di uno strumento cos innovativo per i propri obiettivi elettorali, ed alcune interviste telefoniche, personalmente condotte con i responsabili delle strategie digitali dei principali partiti e candidati coinvolti.

  • 7

    La presentazione della ricerca illustrata stata organizzata in cinque macrosezioni, corrispondenti ad altrettanti capitoli.

    Nella prima ci si preoccupati di introdurre il lettore al tema della comunicazione politicaelettorale, con particolare riferimento alla dimensione digitale, illustrando i modelli di analisi e gli orientamenti di ricerca pi diffusi della disciplina; nel secondo capitolo si provveduto a tracciare le coordinate del sistema politico e partitico francese, in modo da fornire gli strumenti per comprendere il contesto in cui si sono sviluppate le campagne oggetto di studio, per poi passare ad una presentazione dettagliata delle metodologie di analisi, degli strumenti impiegati e dei dati raccolti. Questi ultimi poi sono proposti in forma aggregata nel corso del capitolo seguente, nel quale, grazie allausilio di grafici lineari ed istogrammi, stato possibile ricostruire le evidenze ottenute in funzione delle direttrici di ricerca esposte in precedenza.

    Il quarto capitolo tutto incentrato sullincontro tra Second Life e le campagne elettorali; in questa sezione, dopo unattenta ricostruzione della storia e delle caratteristiche proprie della piattaforma virtuale, si proceduto ad indagare lutilizzo che ne stato fatto in chiave politica, in modo da poter poi interrogarsi sui limiti e le prospettive di questo particolare esperimento.

    Infine il quinto ed ultimo capitolo espone le considerazioni conclusive ed argomentate della ricerca svolta, grazie ad una ricomposizione dei vari momenti e metodologie di analisi tendente a rispondere agli interrogativi che sin dal principio hanno animato questo studio.

  • 8

    1_Introduzione alla Comunicazione Politica ed Elettorale

    1.1_Cenni storici

    La causa fondamentale della nascita della comunicazione politica

    risiede nella necessit di poter contare sulla legittimazione del potere politico, la quale provenga da parte di un consenso umano, di qualsiasi tipo e in qualsiasi forma sia previsto che questo sia espresso (Gaudiano, Pira: 17); solo il re non necessita di fonti di legittimazione esterne allesercizio della sua funzione, in quanto la sua stessa investitura come sovrano discende direttamente dalla volont divina.

    Per il mondo occidentale, la comunicazione politica nasce intorno al V IV secolo a.C. nella polis ateniese, grazie ad un contesto di effervescenza

  • 9

    democratica caratterizzata da figure quali Socrate e Platone e dalla retorica della scuola dei Sofisti.

    Successivamente, si possono rintracciare ulteriori esempi di pratiche riconducibili al dominio qui di interesse nella Roma Repubblicana. Sebbene tale periodo sia passato alla storia per le guerre civili che lo contraddistinsero, queste non furono le uniche forme di lotta ad aver avuto luogo. Per vincere la battaglia per il potere, infatti, era necessario munirsi di ogni genere di arma, dalla spada alla retorica, cos che una straordinaria intensificazione dellattivit politica port le tecniche di seduzione e di manipolazione dellelettorato a svilupparsi in maniera considerevole. In particolare, le ricostruzioni storiche mostrano come le varie elezioni svoltesi in quel periodo diedero vita ad una pratica dal sapore tipicamente moderno; la neonata campagna elettorale si potrebbe facilmente configurare come una miscela di tradizione greca e romana: se alla prima spetta la paternit delle tecniche retoricodialettiche, alla seconda quella delle arti persuasive di tipo mercantileclientelare, impiegate proficuamente gi durante le prime competizioni elettorali. I segni di questa esperienza sono tuttora osservabili: il linguaggio politico-elettorale stesso deve un tributo alla terminologia dellepoca: ad esem...

Recommended

View more >