La Bacheca del Sesto Milium (2011/12, n. 03)

  • Published on
    14-Mar-2016

  • View
    212

  • Download
    0

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Bollettino del Rotary Club "Sesto Milium - Centenario" (Novembre 2011)

Transcript

<ul><li><p> 1 </p><p>Bollettino n. 3 del Rotary Club Sesto Milium Centenario - Distretto 2040 </p><p>7 novembre 2011 Anno Rotariano 2011/2012 </p><p>Carissimi soci, </p><p>devo innanzi tutto dare un piccolo consiglio ai </p><p>presidenti che mi seguiranno: cercatevi un </p><p>ghost writer! Uno scrittore, uno abile con gli ar-</p><p>ticoli, uno che vi possa dare una mano e scri-</p><p>vere larticoletto, la lettera, la nota, senza </p><p>problemi e senza difficolt! Io, lo confesso, ini-</p><p>zio ad avere qualche stress, ed ovviamente </p><p>questo stress si riversa anche su quelle povere </p><p>redattrici della bacheca che non riescono ad </p><p>avere mai il materiale quando lo chiedono e </p><p>quando serve. Per poter scrivere qualche riga con un senso compiuto io ci devo </p><p>pensare e ripensare e rimuginare e, solo dopo qualche ripensamento, qualche vaga </p><p>idea, riesco a mettere insieme gli spunti per scrivere. Ma di solito arrivo tardi o al </p><p>limite, che anche un atteggiamento tipico degli architetti. I progetti, le relazioni </p><p>o qualsiasi altra cosa sia da presentare al mattino, di solito, lo si finisce la notte </p><p>prima! Perch solo sotto pressione riusciamo a dare il meglio (o il peggio ) di noi </p><p>stessi. </p><p>E questo in qualche modo rappresenta la mia professionalit al servizio del Ro-</p><p>tary. </p><p>E giustamente qualcuno di voi potrebbe obiettare. </p><p>E probabilmente avrebbe anche ragione. </p><p>Ma come introdurre il tema del mese di ottobre se non confrontandomi con quello </p><p>che meglio conosco? </p><p>Il Rotary ci spinge a dare peso alla professionalit di ogni componente </p><p>lAssociazione, ad avere nel Club diverse componenti professionali perch il con-</p><p>fronto tra diverse esperienze porta alla crescita culturale ed umana dei soci. Ma </p><p>anche perch la professionalit al servizio degli ideali e del servire rotariano con-</p><p>tribuisce alla costruzione della pace nelle piccole comunit come nelle grandi im-</p><p>prese. </p><p>A dimostrazione di ci basti pensare alla nostra ultima conviviale, dove, grazie al-</p><p>la professionalit del nostro professor Biava affiancata alla esperienza diretta di </p><p>Chantal Borgonovo, abbiamo potuto confrontarci a diversi livelli con la proble-</p><p>matica della Sclerosi Laterale Amiotrofica. </p><p>Ma quanti nostri soci continuamente, e senza che se ne abbia notizia diretta, por-</p><p>tano la loro esperienza al servizio dellassociazione? Sicuramente pi di quanti </p><p>pensiamo e altrettanto sicuramente ne saranno ripagati, non certo in moneta so-</p><p>nante, ma in stima, riconoscenza e riconoscimenti. </p><p>La Bacheca del </p><p>Sesto Milium </p><p>PRESIDENTE Marina Rasnesi E-mail: mrasne@inwind.it VICE PRESIDENTE Matteo Tiberi E-mail: matteo.tiberi@laserbiomed.it SEGRETARIO Ming San Hu E-mail: ming74@fastwebnet.it PREFETTO Davide Pirovano E-mail: davidepi2000@yahoo.it TESORIERE Dario Corbetta E-mail: dcorbetta58@gmail.com ROTARY FOUNDATION Alberto Ceppi E-mail: albceppi@tin.it INCOMING PRESIDENT Matteo Tiberi E-mail: matteo.tiberi@laserbiomed.it PAST PRESIDENT Federico Santini E-mail: federico.santini@yahoo.it SITO INTERNET www.rotarysestomilium.it SEDE: Grand Hotel Barone di Sassj - Sesto S.G REDAZIONE de LA BACHECA: Giovanna Maria Piazzalunga E-mail: giovanna_piazzalunga@yahoo.it </p><p> Annapaola Pozzi E-mail: annapaola.pozzi@1webmail.net </p><p>La lettera del Presidente: </p><p>Gli appuntamenti del club </p><p>E quelli del Distretto </p></li><li><p> 2 </p><p>Ma la professionalit ha anche a vedere con letica e con la morale. Sono richiami </p><p>continui passando per i codici deontologici delle professioni fino a giungere alle </p><p>prassi consolidate e alla buona educazione. </p><p>Mi sono interrogata spesso su questi temi, etica e morale, anche alla luce di quello </p><p>che si legge nelle cronache quotidiane del nostro Paese. Credo che il Rotary rac-</p><p>colga quanto di meglio la societ italiana possa esprimere e i riconoscimenti rice-</p><p>vuti siano la dimostrazione di quanto possano essere incisivi sulle diverse comuni-</p><p>t locali o internazionali, gli scopi e gli obiettivi dei Rotary. </p><p>Ps. Se qualcuno ha voglia di prestarsi come ghost writer sono aperte le selezioni! </p><p>Marina Rasnesi </p><p>Marted 08 novembre: Grand Hotel Barone de Sassj </p><p>ore 20.00 APERITIVO </p><p>ore 20.30 Cena </p><p>Assemblea Ordinaria dei soci </p><p>Marted 22 ottobre: : Grand Hotel Barone de Sassj </p><p>ore 20.00 APERITIVO </p><p>ore 20.30 Cena </p><p>Conviviale con signore Relatore: Dott.ssa Elena Boriani </p><p>DAL DISTRETTO: </p><p>Dal 1novembre al 14 dicembre 2011 </p><p>Concorso Montblanc </p><p>Per informazioni, consultare il sito www.lasolidarietanonmente.it </p><p>Sabato 19 novembre ore 20.30 </p><p>Seminario Rotary Foundation con il Distretto 20150 </p><p>Antico Borgo Certosa Viale Certosa Certosa di Pavia </p><p>Mercoled 30 novembre 2011 ore 20 </p><p>Serata di Burraco - Gara sportiva a coppie - Gara di Partecipazione </p><p>Ristorante IL CAVALIERE in via Mazzini, Paderno Dugnano </p><p>La partecipazione gratuita per gli aderenti alle Rotariadi e di 20 euro per gli esterni </p><p>Le iscrizioni dovranno essere effettuate entro il 28 novembre </p><p>e comunicate a Marisa Scotti (tel/fax. 039 321367 - e-mail marisa.scotti@alice.it) </p><p>Gioved 1 dicembre ore 20.15 </p><p>Concerto La musica vita 12 concorso riservato agli allievi della Scuola Musicale di </p><p>Milano </p><p>Scuola Militare Teuli Corso Italia, 58 Milano </p><p>EVENTI CONSIGLIATI </p><p>Venerd 11 novembre, ore 21.00 </p><p>Concerto Benefico di Rex Foster </p><p>Villa Mariani, Via Buttafava, 54 Casatenovo (LC) </p><p>I prossimi appuntamenti per i soci del Sesto Milium </p><p>Gli appuntamenti del club </p><p>E quelli del Distretto </p><p> Gli appuntamenti del Club </p><p>quelli del Distretto </p><p>e altri eventi consi-gliati </p><p>La vera mission delle Rotariadi ritrovarsi per costruire insieme e per sostenere pro-getti </p></li><li><p> 3 </p><p>Il Rotary Club SESTO MILIUM - CENTENARIO con il patrocinio della Citt </p><p>di Sesto San Giovanni, bandisce un concorso per lassegnazione di </p><p>sei Premi di Laurea, per complessivi euro 3000,00 cos suddivisi: un premio di euro </p><p>500,00 sponsorizzato dal Rotary Club Sesto Milium Centenario </p><p> un premio di euro 500,00 sponsorizzato dalla Associazione Italiana Sclerosi </p><p>Laterale Amiotrofica (S.L.A.) </p><p> un premio di euro 500,00 sponsorizzato dalla Fondazione Stefano Borgonovo </p><p> un premio di euro 500,00 sponsorizzato dal Banco Desio </p><p> un premio di euro 500,00 sponsorizzato da DSM Fisioterapia </p><p> un premio di euro 500,00 sponsorizzato da Interlem </p><p>da attribuire allautore o agli autori di Tesi di Laurea o dottorato o equivalente soste-</p><p>nute presso Universit, Centri di Ricerca (o equivalenti) Italiani e aventi per oggetto la </p><p>complessa malattia della Sclerosi Laterale Amiotrofica. </p><p>Bando di concorso ed ulteriori informazioni: </p><p>www.rotarysestomilium.it/premiosla.html </p><p>Il nostro impegno contro la SLA </p><p>Auguri di Compleanno </p><p>Gli appuntamenti del club </p><p>E quelli del Distretto </p><p>Mery Azman: 13 novembre </p><p>Mauro Sola: 16 novembre </p><p>Visitatori Rotariani e Rotaractiani </p><p>Gli appuntamenti del club </p><p>E quelli del Distretto </p><p>Lorenzo Barbone, Rotary Roma Sud Est (conviviale del 25 ottobre) </p><p>Giuseppe Vigan, Rotary Milano (conviviale del 25 ottobre) </p><p>Lia Marcoccio, Rotaract Catania Quattro Canti Centenario (conviviale </p><p>dell11 ottobre) </p><p>Lucia Barrucco, Rotaract Milano Duomo (conviviali dell11 e del 25 ot-</p><p>tobre) </p><p> Il nostro impegno contro la SLA </p><p> Gli auguri di comple-anno </p><p> I visitatori dagli altri Club Rotary e Rota-ract </p></li><li><p> 4 </p><p>1954: Federico Fellini termina di girare La </p><p>strada, il film che, grazie all'Oscar del '57, gli </p><p>dar finalmente notoriet internazionale. </p><p>Con quest'opera inizia anche il cammino </p><p>trionfale di un altro successo mondiale: </p><p>quello della sua colonna sonora, composta </p><p>dal quaranta-quattrenne compositore Nino </p><p>Rota (1911-1979). Gi apprezzato autore di </p><p>musica da film per numerose produzioni ita-</p><p>liane (Camerini, Soldati, De Filippo, Moni-</p><p>celli...) ed estere, Rota si trova a collaborare </p><p>per la terza volta con un artista geniale che </p><p>non "sopporta" la musica; troppo visceral-</p><p>mente coinvolgente, troppo "immagine so-</p><p>nora" di una perfezione realizzata, nella </p><p>quale il giovane regista si sentiva mancare l'aria. Un sodalizio improbabile, e </p><p>un'amicizia, che non termineranno pi. </p><p>L'immagine di un Nino Rota straordinario autore di colonne sonore si pro-</p><p>gressivamente affermata nella cultura popolare per uno di quei processi di </p><p>semplificazione che - a volte - finiscono </p><p>per generare una caricatura pi che un ve-</p><p>ro ritratto. La realt , invece, quella di </p><p>un compositore di altissimo livello che let-</p><p>teralmente "viveva nella musica", autore </p><p>di un amplissimo repertorio sinfonico, ca-</p><p>meristico e operistico. Un autore che "a-</p><p>veva gli studi", ma che non si sentiva de-</p><p>gradato nell'occuparsi di una produzione </p><p>televisiva come quella de "Il giornalino di </p><p>Gian Burrasca" (quanti di noi non cantic-</p><p>chiano ancora "Viva la pappa-pappa, col </p><p>po-po-po-po-po-po-pomodoro!"?). </p><p>Fin qui, nient'altro che un riassuntino di una carriera eccellente. </p><p>C', tuttavia, qualcosa che rende il Nino Rota cinematografico un fenomeno </p><p>artistico unico, esorbitante dalla sfera della pur necessaria abilit professio-</p><p>nale. E il film La strada , in questo senso, paradigmatico. In esso - ma anche </p><p>in molti altri (Il Padrino di Coppola sopra a tutti) - la musica non si limita ad </p><p>assecondare lo svolgimento della storia pigiando i tasti giusti nel cuore dello </p><p>spettatore. Piuttosto, crea un secondo, invisibile palcoscenico sul quale si </p><p>svolge - con chiarezza assolutamente persuasiva - la storia parallela delle re-</p><p>lazioni taciute, o inconsapevoli, tra i cuori e le menti dei personaggi. Cos il </p><p>suono della tromba del Matto (meglio, la melodia che per essa Rota aveva </p><p>creato) ci trasporta in un mondo di misericordia e libert che l'esatto oppo-</p><p>sto dello squallido scenario nel quale si consuma la triste vicenda di Zampan </p><p>e Gelsomina. E lo stesso suono, alla fine, riveler inaspettatamente la possibi-</p><p>lit che Zampan sia pi che un rozzo animale; un essere irriducibilmente </p><p>Il sodalizio artistico tra Rota e Fellini </p><p>L'immagine di un Nino Rota straordinario au-tore di colonne sonore si progressivamente affermata nella cultura popolare. La realt , invece, quella di un compositore di altissi-mo livello che lette-ralmente "viveva nella musica", autore di un amplissimo repertorio sinfonico, cameristico e operistico. </p><p>Spazio alla musica del Sesto Milium: Gelsomina on the road </p></li><li><p> 5 </p><p>umano, in fondo, e per questo titolare di dignit, ma anche di colpa. Un picco-</p><p>lo esempio, questo, di come la musica di Rota abbia tutte le caratteristiche del-</p><p>la vera Arte e non semplicemente di un alto artigianato. Forse questo il se-</p><p>greto che ha fatto durare tanto a lungo il sodalizio con Fellini; la coscienza di </p><p>un rapporto creativo, in fondo, "alla pari". </p><p>Oggi, in occasione del centenario della nascita di Rota, si riapre il sipario sul </p><p>resto della sua produzione: la sua opera pi popolare, "Il cappello di paglia di </p><p>Firenze", andr in scena pi volte in vari teatri europei nel corso delle stagioni </p><p>2011-2012 e le sue Sinfonie avranno nuove incisioni discografiche. Questo ren-</p><p>der certamente giustizia alla componente meno "popolare" dell'Autore, ma </p><p>nulla potr aggiungere alla pienezza di significato che Rota ha gi saputo in-</p><p>fondere anche nella pi semplice pagina che ha voluto dedicare al cinema. For-</p><p>se il giudizio popolare - una volta tanto - ha davvero centrato l'obiettivo. </p><p>Umberto Bombardelli </p><p>Spazio alla musica, l'atteso appuntamento mensile sulla nostra Bacheca con il </p><p>Maestro Umberto Bombardelli giunto al 50 articolo, ed l'occasione per rivol-</p><p>gere un caloroso ringraziamento al nostro prestigioso socio onorario a nome dei </p><p>soci del Club. </p><p>Il suo modo coltissimo e insieme originale di raccontare la musica ci porta o-</p><p>gni volta a scoprire un mondo straordinario, a cogliere con entusiasmo aspetti </p><p>sorprendenti dei brani musicali, degli strumenti, dei compositori e della loro vi-</p><p>ta, a condividere emozioni inaspettate. </p><p>L'analisi di Bombardelli ci arricchisce, la sua </p><p>preparazione e altissima professionalit, doti </p><p>quasi nascoste dal suo modo riservato di por-</p><p>si, sono preziose per il nostro Club. </p><p>Chi Umberto Bombardelli? Rispondere che </p><p> un noto musicista contemporaneo un po' </p><p>generico... Forse nel Club non tutti sanno </p><p>che nel 1979 si laureato in Economia delle </p><p>Aziende Industriali presso lUniversit Boc-</p><p>coni di Milano, ma l'amore per la musica lo </p><p>ha portato a scegliere la professione artistica. </p><p>Nato a Milano nel 1954, ha studiato Organo, </p><p>Direzione di Coro e Canto Gregoriano presso il Pontificio Istituto Ambrosiano di </p><p>Musica Sacra. Si quindi diplomato in Organo e Composizione Organistica pres-</p><p>so il Conservatorio "G. Verdi" di Milano sotto la guida di L. Benedetti. Ha stu-</p><p>diato Composizione con Pippo Molino e Niccol Castiglioni. Ha inoltre seguito </p><p>corsi di Composizione Informatica con i docenti del Centro di Sonologia Compu-</p><p>tazionale (CSC) dell' Universit di Padova. </p><p>Oggi Umberto Bombardelli un compositore di altissimo livello, premiato e </p><p>segnalato in importanti concorsi nazionali e internazionali. Sue composizioni </p><p>sono state eseguite in Italia e all' estero (Russia, Finlandia, Francia, Messico, </p><p>Australia, Olanda, Svezia, Gran Bretagna, Germania, Svizzera). </p><p>I suoi lavori sono stati trasmessi dalla RAI e da Radio Vaticana, ed stato pi </p><p>volte ospite in trasmissioni radiofoniche a lui dedicate. </p><p>Svolge attivit musicologica e ha tenuto seminari di composizione all'estero, ha </p><p>inoltre svolto compiti di direzione artistica. Dal 1993 al 2000 stato direttore </p><p>artistico della Civica Scuola di Musica di Cinisello Balsamo (MI); sempre nel </p><p>Umberto Bombardelli con Giorgio Gaslini (compositore e jazzman) in occasione del primo concerto di Musi-ca&amp;Musiche 2005, rasse-gna di concerti con guida all'ascolto di cui Bombar-delli ideatore e curatore, concerti organizzati presso l'Accademia Musicale Mar-ziali di Seveso da Giusep-pe Cassina, Presidente dell'Accademia e nostro socio. </p><p>Umberto Bombardelli </p></li><li><p> 6 </p><p>1993 stato insignito del titolo di Professore Onorario dal Conservatorio di </p><p>Stato "M.I.Glinka" di Novosibirsk (Russia). </p><p>Le sue composizioni sono pubblicate da Rugginenti Editore (Milano), Ricordi </p><p>(Milano), Edipan (Roma), Flautando (Karlsruhe), Carisch (Milano), AB Editore </p><p> Milano, Sconfinarte - Milano. </p><p>L'ultimo CD di Bombardelli, uscito in questi giorni SEVEN COLOURS - </p><p>ABEDITORE raggruppa dieci suoi brani di musica da camera composti fra il </p><p>1998 al 2010. </p><p>E' un grande onore, oltre che un grande piacere, avere Umberto fra noi! Fra le </p><p>attivit future del club potremmo prevedere una raccolta di questi suoi </p><p>preziosi appuntamenti dedicati alla musica. </p><p>Invitiamo a visitare il suo sito internet: </p><p>http://www.umbertobombardelli.info/index.php </p><p>Alberto Ceppi </p><p> Qualsiasi cosa buona vale la pena di essere </p><p>fatta: questo il principio ispiratore della vi-</p><p>ta di Don Paolo Pupillo, sacerdote e mis-</p><p>sionario in Zambia, uno dei Paesi pi pove-</p><p>ri del mondo. </p><p>Nel corso della conviviale dell11 ottobre </p><p>abbiamo avuto la fortuna di ascoltare di-</p><p>rettamente dalla voce di Don Paolo la sua </p><p>esperienza in un mondo cos lontano e di-</p><p>verso dal nostro, dove sono estremamente </p><p>carenti non solo le risorse economiche, ma </p><p>anche, e soprattutto, la forza e la proget-</p><p>tualit per sfruttare le...</p></li></ul>