LA MUSICA DEI GRECI - ?· storia e forme • la musica per i greci non indicava soltanto l’arte dei…

  • Published on
    16-Feb-2019

  • View
    212

  • Download
    0

Embed Size (px)

Transcript

LA MUSICA DEI GRECI

MOUSIK

STORIA E FORME

LA MUSICA PER I GRECI NON INDICAVA SOLTANTO LARTE DEI SUONI MA ANCHE LA POESIA E LA DANZA, CIO LE ARTI DELLE MUSE

LA MUSICA NATA E COESISTITA CON LA POESIA LA MUSICA GRECA ERA TRASMESSA ORALMENTE

LA SCRITTURA MUSICALE GRECA NON AVEVA IL VALORE DI MEZZO DI COMUNICAZIONE

CHE EBBE IN SEGUITO LA NOTAZIONE NEUMATICA

LA NOTAZIONE

NOTAZIONE VOCALE

IMPIEGAVA I SEGNI DELLALFABETO MAIUSCOLO

NOTAZIONE STRUMENTALE

IMPIEGAVA I SEGNI DERIVATI ORSE DALLALFABETO FENICIO USATI DRITTI,INCLINATI O CAPOVOLTI

IL CANTO

LASPETTO EMERGENTE DELLA MUSICA GRECA ERA IL CANTO CHE POTEVA ESSERE:

CORALE CORODIA SOLISTICO MONODIA

FORME DELLA LIRICA: PEANA, DITIRAMBO, IMENEO, INNI

IL CORO GRECO(VOCI BIANCHE O MASCHILI) CANTAVA ALLUNISONO SOSTENUTO DALLA LIRA O DALLAULO

GLI STRUMENTI

GLI STRUMENTI UTILIZZATI ERANO VARII MA DUE PRIMEGGIAVANO:

LA LIRA LAULS

LA TEORIARITMICA

NELLA POESIA GRECA LA METRICA ERA REGOLATA DALLA

SUCCESSIONE DI SILLABE LUNGHE E SILLABE BREVI(METRICA

QUANTITATIVA); DA QUESTI SCHEMI DERIVANO LE

ALTERNANZE FRA TEMPI FORTI E DEBOLI, CIO IL RITMO.

SILLABA LUNGA

SILLABA BREVE U

LUNIONE DI DUE SILLABE O PI DA ORIGINE AL PIEDE

LA TEORIA: I MODI

IL SISTEMA MUSICALE GRECO ERA COSTITUITO DAL TETRACORDO, UNA SUCCESSIONE DI

QUATTRO SUONI DISCENDENTI. IN BASE ALLA DISPOSIZIONE DEL SEMITONO POSSIAMO

DISTINGUERE TRE MODI: DORICO-FRIGIO-LIDIO

LA TEORIA: LE ARMONIE

LUNIONE DI DUE TETRACORDI DA ORIGINE AD UN ARMONIA IL PUNTO DI DISTACCO FRA DUE TETRACORDI CHIAMATO DIAZEUSI

LA SINAF IL PUNTO DI CONGIUNZIONE IN CUI SI UNISCONO I DUE TETRACORDI

SE IN OGNI ARMONIA SI ABBASSA DI UNOTTAVA IL TETRACORDO SUPERIORE SI OTTENGONO GLI IPOMODI;MENTRE INNALZADO DI UNOTTAVA IL TETRACORDO INFERIORE SI HANNO GLI IPERMODI

LA TEORIA: IL SITEMA PERFETTO

SE AD UNA ARMONIA ( SCALA) DORICA VENIVA AGGIUNTO UN TETRACORDO NELLA PARTE ACUTA ED UNALTRO NELLA PARTE BASSA, SI AVEVA IL SISTEMA PERFETTO. FU ILLUSTRATO PER LA PRIMA VOLTA DAEUCLIDE NEL IV SEC. A. C. ALLA FINE DELLARMONIA (SCALA ), SI METTEVA UNALTRA NOTA FUORI DALCONTESTO PER CHIUDERE, CHIAMATA PROSLAMBANOMENOS.