Myart'spaper Graphiti's twenty year

  • Published on
    22-Mar-2016

  • View
    216

  • Download
    1

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Special edition of MAP (MyArt'sPaper) devoted twenty years of cultural activity of the italian (Gorizia) cultural assotiation Graphiti. Edizione speciale di MAP dedicato ai venti anni di attivit culturale dell'associazione culturale goriziana Graphiti.

Transcript

<ul><li><p>Indice </p><p>Editoriale</p><p>3</p><p>Chi disprezza, vende!</p><p>Graphiti</p><p>4</p><p>L'associazione Graphiti dal 1993per l'arte</p><p>EurArt</p><p>6</p><p>13 anni di artisti internazionali</p><p>virtualGart</p><p>20</p><p>Settimana della CulturaMinistero Beni e Attivit Culturali</p><p>goARTonline</p><p>23</p><p>Giornate Europee del Patrimonio Ministero Beni e Attivit Culturali</p><p>Eventi</p><p>25</p><p>Venti anni di iniziative culturali</p><p>Rassegna stampa</p><p>27</p><p>Sintesi della rassegna stampa dal1994 al 2007</p><p>2-Graphiti, 20 anni di Arte</p></li><li><p>Editoriale </p><p>Dal web...</p><p>Ringrazio tutti gliimbecilli del mondo,senza di loro infatti imiei libri nonavrebbero mai potutoscalare le vettedell'arte. Carl William Brownwww.daimon.org</p><p> Chi disprezza, vende!</p><p>Questo numero speciale di MAP (MyArt'sPaper) dedicato ai venti anni di attivit culturali dell'associazioneisontina Graphiti. Una tappa importante, quindi, se siconsidera che la maggior parte delle iniziative, tutte disuccesso, sono state realizzate senza contributi pubblicibens con l'aiuto di persone di buona volont che sisono attivate e hanno collaborato con Graphiti allariuscita degli eventi. Queste persone sono il carburante vitale che ogniassociazione, senza fini di lucro, come lo Graphiti,necessit per portare a termine gli obiettivi prefissi. E'noto a tutti che organizzare degli eventi di una certaelevatezza non sia cosa facile ma grazie anche all'impegnoprofessionale di queste persone molte sono le iniziativeche ottengono il meritato successo sia di pubblico che dicritica. Purtroppo, si sa, non sempre coloro chebeneficiano gratuitamente del prezioso tempo a lorodedicato dagli organizzatori sono riconoscenti per quantoottenuto.Paradossalmente essi non solo disprezzano, in questocaso il lavoro altrui, ma hanno anche la coscienzamorale di approfittare dell'occasione per vendere ipropri manufatti. La morale semplice: chi disprezza vende con buonapace di chi ci ha messo l'anima, e sottolineogratuitamente, con la convinzione di fare la cosa giusta.</p><p>3-Graphiti, 20 anni di Arte</p></li><li><p>Associazione CulturaleGRAPHITI</p><p>Ar</p><p>te digitale,computer art,fotografia artistica digitale...</p><p>Nel lontano 1993 un gruppo di persone alle quali piaceva il concettodell'innovazione dell'Arte pens di creare a Gorizia un'associazione che sidedicasse alla promozione e alla divulgazione dell'arte del terzo millennio ecio l'arte digitale. Tra questi il pittore Mauro Mauri, il fotografo Paul DavidRedfern e l'operatrice dei Beni Culturali Indirizzo Informatico GiuseppinaMastrovito. Grazie alla lungimiranza di questi artisti nata, quindi,l'Associazione Culturale Graphiti. Tra le prime realt nazionali a credere neldigitale, scontrandosi a volte con la realt locale, ha dimostrato con i fatti labont dell'idea iniziale e ora, a distanza di venti anni, pu considerarsi didiritto una realt ben consolidata. Accreditata presso il Ministero per i Beni ele Attivit Culturali, grazie anche alle iniziative dedicate alla Settimana dellaCultura e alle Giornate Europee del Patrimonio, entrambe organizzate dallostesso Ministero, Graphiti ha divulgato l'arte digitale giuliana al di fuori delperimetro cittadino ottenendo sempre unanimi consensi di pubblico e dicritica. Sono passati, dunque, venti anni da quanto Graphiti si costituita e daallora molteplici sono state le iniziative coronate di successo soprattuttoall'estero. Tra quelle pi importanti in ordine cronologico vanno menzionatesenza dubbio goARTonline-Obiettivo Divina commedia con la quale Graphitiha inaugurato la nuova sede dell'Istituto Italiano di Cultura di Lubiana (SLO)e goARTonline-Oltre lo scatto con la quale l'associazione goriziana hainaugurato nel 2013 a Palazzo Zuccato, la pi prestigiosa galleria d'arte diParenzo, l'entrata in Europa della Croazia. Per i contenuti di alto livellol'associazione si sin dall'inizio avvalsa della collaborazione di Istituzioniimportanti molte delle quali operanti all'estero. Il 2013 sta per concludersi equindi sta per arrivare il momento di trarre le dovute conclusioni di questiventi anni di ininterrotta attivit culturali. Ahim i dati, per quanto concernel'adesione delle locali Amministrazioni Pubbliche, non sono certo confortanti. </p><p>4-Graphiti, 20 anni di Arte</p></li><li><p>1993-2013</p><p>Certo che anche l'attuale situazionedel mondo politico nazionale nonaiuta. Giornalmente, infatti, si scopreche in Italia i meriti non vengonomai premiati ma vige la norma, oramainota a tutti, dell'amico dell'amico. Inun'ottica prettamente controcorrenteGraphiti continuer perci apromuovere iniziative di spiccoinvitando di volta in volta artisti,conosciuti e non, che hanno ideeconcrete e linguaggi interessanti da farconoscere utilizzando, quindi , comeparametro di selezione il meritodesueto per alcuni ma attualmente invoga per coloro ai quali l'Arte significaancora qualche cosa di importante.</p><p>Auspicando tempi migliori auguro atutte quelle realt, che da semprefanno e promuovo cultura, dicontinuare a percorrere la viaintrapresa certo cha sulla lungadistanza dar i frutti dovuti.Paolo Redda</p><p>1. La storica sededell'Associazione CulturaleGraphiti di via Faiti aGorizia.</p><p>5-Graphiti, 20 anni di Arte</p></li><li><p>anno 1994-1995EurArt</p><p>D</p><p>alla sua costituzione avvenuta a dicembre 1993, Graphiti inauguranel 1994 la sede storica di via Faiti a Gorizia con la mostra"Presenze grafiche!" dove sono presentate le prime"Photomorfosi digitali" del fotografo Paul David Redfern. A partiredal 1995 inizia, invece, l'avventura di EurArt.</p><p>"EurArt" 1995 online:http://digilander.libero.it/virtualgmuseum/MUSEOhtm/95EurArt1.html</p><p>Dopo due anni dalla nascita l'associazione Graphiti realizza a Gorizia unevento dedicato all'arte contemporanea invitando per l'occasione vari artistiinternazionali. L'evento, denominato EurArt, una scommessa al buio pergli organizzatori che non hanno modo di sapere quale sar il risultato finale. Ifatti daranno ragione alla lungimiranza dell'associazione goriziana che inbreve tempo riesce a fare di EurArt un appuntamento degno di notaapprezzato dal pubblico e dalla critica specializzata. Alla prima edizione collabora anche l'Assessorato alla Cultura del Comune diGorizia e partecipano alla kermesse internazionale Mauro Mauri (pittura),Franco Milani (installazione), Fabio Smotlak (grafica), Claudio Tutta(acquerello), Toma Krinik (ceramica), Franz Berger (pittura), ValentinOman (pittura), Heide Osterider-Stibor (pittura), Robert Primig (grafica) eBruno Paladin (installazione). Italia, Slovenia, Austria e Croazia i Paesi aderenti. Per la prima edizione diEurArt viene scelto il Castello di Gorizia quale spazio espositivo.L'allestimento viene realizzato all'interno delle Carceri. Il contrasto traMedioevo e la modernit delle arti visive e sin da subito una carta vincente.Tra i molteplici visitatori internazionali anche il noto escursionista ReinholdMessner (In Castello Blitz di Messner - Anche Messner tra i visitatori dellarassegna - Consensi dal mondo per EurArt 95, in Messaggero Veneto, 21luglio 1995) . I plausi ricevuti per EurArt convincono, quindi, Graphiti acontinuare tale iniziativa negli anni a venire.</p><p>6-Graphiti, 20 anni di Arte</p></li><li><p>EurArt 1995</p><p>"Le carceri" Borgo Castello, Gorizia</p><p>Istantanee della mostra EurArt allestita al Castello di Gorizia. L'iniziativadi Graphiti inaugura il "Parco culturale" voluto dal Comune di Gorizia.</p><p>7-Graphiti, 20 anni di Arte</p></li><li><p>anno 1996EurArt</p><p>P</p><p>er il secondo anno consecutivo "Le carceri" del Castello di Goriziaospitano l'iniziativa EurArt. Per la prima volta a Gorizia vieneesposta la fotografia artistica digitale tramite computer. LePhotomorfosi interessante attrattiva per il numeroso pubblicopresente ad EurArt.</p><p>"EurArt" 1995 online: http://digilander.libero.it/virtualgmuseum/MUSEOhtm/96EurArt.html</p><p>Anche per l'edizione del 1996 Graphiti mantiene invariata l'impostazione laformula espositiva di EurArt che s'inaugura al Castello di Gorizia. Rispettoall'anno precedente EurArt amplia l'area espositiva e si avvale dicollaborazioni con Istituzioni e associazioni goriziane come la scuola di musicaEmil Komel e la Scuola alberghiera di Gradisca.Vengono, inoltre, invitati artisti dalla Macedonia, dalla Grecia e dall'Iran oltrea quelli provenienti dall'Italia, Slovenia e Austria.Gli artisti presenti al secondo appuntamento con l'arte contemporanea sono:Nicoletta Leghissa (tecnica mista), Salvatore Puddu (installazione), Paul DavidRedfern (fotografia artistica digitale), Adriano Velussi (pittura), ZvestApollonio (pittura), Konrad Koller (Pittura), Lois Salcher (pittura), MeinaSchellander (installazione), Hamid Tahir (disegno), Manolis Thomakakis(scultura) e Dimitar Malidanov (grafica).L'edizione del 1996 di EurArt getta anche le basi per la creazione di un museosperimentale dedicato all'arte contemporanea e digitale. Inoltre sempre nellostesso anno Graphiti porta a conoscenza il manifesto virtualGart relativoall'arte digitale a firma Mauro Mauri, Giuseppina Mastrovito e Paul DavidRedfern.</p><p>8-Graphiti, 20 anni di Arte</p></li><li><p>EurArt 1996</p><p>"La sala del Conte" Castello di Gorizia</p><p>EurArt allestita al Castello di Gorizia. Il curatore della Stadtische Galeriedi Lienz, Gerhard Wassnig, invita Graphiti ad esporre a Lienz.</p><p>9-Graphiti, 20 anni di Arte</p></li><li><p>EurArt 1996</p><p>Sta dtische Galerie, Lienz</p><p>EurArt ospitata a Lienz dove ottiene un grande successo. Istantaneedella mostra.</p><p>10-Graphiti, 20 anni di Arte</p></li><li><p>anno 1997-2000EurArt- I Carmina burana</p><p>L</p><p>a terza edizione di EurArt segna un "solco" tangibile per l'artecontemporanea goriziana. Con "I Carmina burana" Graphitiraggiunge, infatti, la notoriet nei Paesi nell'ambito dell 'AlpeAdria e si consolida "leader" dell'arte digitale del Friuli VeneziaGiulia.</p><p>EurArt 1997 online http://graphiti6.webnode.it/galleria-fotografica/a19972/eurart-i-carmina-burana/</p><p>Due anni dopo la sua prima edizione EurArt, la manifestazione d'artecontemporanea ideata da Graphiti, diventa itinerante, internazionale emultimediale. Il giorno 29 novembre 1997 viene inaugurato a Gorizia, presso ilCentro Policulturale Lojze Bratu , il progetto EurArt "I Carmina Burana " alquale hanno collaborato pi realt culturali locali, slovene ed austriache.Presenti all'inaugurazione goriziana rappresentanti della cultura di Greve inChianti, Klagenfurt, Lienz e Nova Gorica. Partecipano all'evento, infatti, artistiche operano, con tecniche diverse, nell'abito dell'Alpe Adria. Inoltre per l'alto contenuto artistico di EurtArt-I Carmina burana la RegioneFriuli Venezia Giulia invita Graphiti a collaborare al progetto InterregIIsull'asse Italia-Slovenia. Il successo ottenuto a Gorizia rende possibile ilpercorso itinerante di EurArt che si svolger successivamente a Greve inChianti, Lienz, Klagenfurt, Nova Gorica per terminare nel 2000 nuovamente aGorizia. Artisti del mondo dell'arte visiva, letteratura e musica rendono l'idea diGraphiti un meritato successo ad ogni tappa espositiva. Essi sono: BonaBaraldi, David Brancaleone, Mario Carnelut, Demetrio Cej, Natalia Grusovin,Roberto Marino Masini, Giuseppina Mastrovito, Giorgio Mazzanti, MauroMauri, Franco Milani, Jurij Paljk, Paul David Redfern, Gerhard Wassnig eEtko Tutta. Il progetto integra anche le etichette del "Vino del Millenarioideato da Graphiti assieme al Centro Pilota dell'Ersa.</p><p>12-Graphiti, 20 anni di Arte</p></li><li><p>Oltre ad EurArt, appuntamentoannuale con l'arte contemporanea,Graphiti nell'anno 2000 ha realizzato,senza contributi pubblici, anche leseguenti manifestazioni: 1) "GoNg" 2) "L'arte del lavoro, il lavoro dell'arte"3) "Bibliotecarte" 4) "Gorizia futura"5)"Idea Natale"6) "Vino del millenario"Tutte le iniziative hanno ottenuto ungrande successo. L'associazionegoriziana continua, dunque, harealizzare eventi di spiccodimostrando che la qualit nonnecessita di cospicui contributipubblici ma di buona volontamministrativa.</p><p>13-Graphiti, 20 anni di Arte</p></li><li><p>anno 2000-2007EurArt</p><p>C</p><p>on la tredicesima edizione di EurArt si conclude il suo percorsoartistico. La decisione presa con rammarico da Graphiti inquanto la Regione Friuli Venezia Giulia non reputandola diinteresse regionale ne decreta la prematura fine nonostante larassegna avesse da sempre ottenuto un grande successo</p><p>"EurArt" online:http://digilander.libero.it/virtualgmuseum/MUSEOhtm/IntroMuseo.html</p><p>Nel 2000, contemporaneamente alla conclusione del percorso itinerante diEurArt-I Carmina burana, Graphiti inaugura EurArt Il flauto magico. Alprogetto collabora anche il Narodni muzej di Lubiana (Slovenia). Un ulterioresuccesso dell'associazione goriziana. L'edizione del 2001 coincide con ilMillenario di Gorizia. Graphiti festeggia l'evento con EurArt Millennium.Collaborano al progetto Agfa Italia e Apple Italia. L'evento pubblicato alivello nazionale tramite il mensile Applicando. Seguono in ordine cronologicoEurArt Ikonos/Icone, EurArt - L'arte nella cultura del turismo, EurArt -"Artisti Friuli Venezia Giulia", EurArt - "Artisti per il virtualGmuseum".Dalla prima edizione alla 13^ EurArt, ha conferma della validit del progetto,ha ottenuto anche i seguenti patrocini: Commissione Alpe Adria, RegioneVeneto, Regione Friuli Venezia Giulia, Istituto Austriaco di Cultura di Milano,Assessorato alla Cultura del Comune di Gorizia, Assessorato alla Cultura delComune di Nova Gorica (Slo), Assessorato alla Cultura del Comune di Greve inChianti (Fi), Assessorato alla Cultura del Comune di Lienz (A), Assessoratoalla Cultura del Comune di Klagenfurt (A), Assessorato alla Cultura dellaProvincia di Gorizia e quello del FESR (Fondo europeo di sviluppo regionale). Inoltre numerose sono state le collaborazioni di vari Enti prestigiosi ottenutesin dalla prima edizione di EurArt. Tra le pi importanti certamente quelle delCarl Orff Zentrum di Monaco di Baviera (D), Narodni Muzej di Lubiana, loSchloss Bruck Museum di Lienz, ecc.</p><p>14-Graphiti, 20 anni di Arte</p></li><li><p>EurArt's photo</p><p>Istantanee delle varie edizioni di EurArt dal 1997 al 2007.</p><p>15-Graphiti, 20 anni di Arte</p></li><li><p>virtualGart 2004</p><p>Settimana della Cultura</p><p>Nel 2004l'associazione</p><p>goriziana Graphiti, suinvito, partecipa per</p><p>la prima volta allaSettimana della</p><p>Cultura organizzatadal Mibac (Ministeroper i Beni e le Attivit</p><p>Culturali). L'eventoideato ad hoc per</p><p>l'occasione daGraphiti </p><p>virtualGart. Esso l'unico evento dedicato</p><p>all'arte digitaleinserito nella</p><p>pubblicazioneministeriale a cura del</p><p>Darc.</p><p>L'</p><p>integrazione di pi forme darte in ununico contenitore, la contaminazionetra arti espressive diverse, lutilizzodelle tecniche digitali. con questecaratteristiche che Gorizia prende la suapersonalissima collocazione allinterno</p><p>della VI Settimana della cultura, protagonista in tuttaItalia per lintera settimana fino a domenica 30maggio. Con VirtualGart, la mostra inauguratavenerd pomeriggio allauditorium di via Roma, citroviamo alle frontiere tecnologiche pi avanzatedellarte contemporanea come ha spiegato lassessorecomunale alla cultura Claudio Cressati , un discorso acui gli amici dellassociazione Graphiti ci hanno, inquesti ultimi anni, abituati ed edotti. A loro variconosciuto il merito di saper fare sinergie tra arti eartisti diversi. Noi, come Comune, abbiamo voluto farnostra questa iniziativa e inserirla nella settimana dellacultura nazionale promossa dal ministero dei beniculturali. Una mostra di...</p></li></ul>