Nomine, in tanti sulle spine

  • Published on
    10-Mar-2016

  • View
    212

  • Download
    0

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Nomine degli enti sub regionali Lucani

Transcript

  • TEMPO DI NOMINE

    Non c accordo tra e nei partiti, per ora sono stati aumentati i membri dei Cda per avere pi poltrone

    Nomine, in tanti sulle spineDopo Acquedotto Lucano a breve tutti i nomi indicati dai partiti per gestire gli enti sub regionali

    di MIMMO PARRELLA

    POTENZA- E se a livello lo-cale partiti e dirigenti so-no impegnati nelle elezio-ni comunali che, in Basi-licata, riguardano ben 26centri, a livello regionalelinteresse resta per latte-sa delle nomine degli en-ti sub regionali. La giun-ta regionale e i partiti (disinistra e di destra) stan-no provando a limare le ul-time incrostazioni cheporteranno ad individua-re i futuri dirigenti dellesociet lucane riconduci-bili alla Regione. Non sitratta di quisquiglie, ma dipoltrone ad alta valenzaprogrammatica ed econo-mica. Sistemato lAcque-dotto Lucano (probabil-mente lazienda pi solidae liquida della regione,avendo circa trecento di-pendenti e investimentiprogrammati per centina-ia di milioni di euro), oratocca ad Acqua Spa, Socie-t Energetica Lucana, Svi-luppo Basilicata, Meta-pontum Agrobios e i com-missari dei Consorzi Indu-striali di Potenza e Mate-ra, dei tre Consorzi di Bo-nifica, Arbea e Alsia. In-somma, ce n per tutti igusti o preparazione. An-che se, chiaro che le scel-te sono fatte secondo ilmanuale Cencelli. E seuna volta lottimo metodomesso a punto dai verticidella Democrazia Cristia-na consentiva di pesare lediverse correnti e animedella balena bianca, oggi fondamentale per distri-carsi tanto tra i generalidel Pd, tanto nella miria-de di partiti che compon-gono il centrosinistra. Maanche nel centrodestra lecose non sono diverse. Pivolte stato rinviato il nuo-vo Cda di Acquedotto Lu-cano proprio per divergen-ze intene al partito di Ber-luscono-Alfano. Ma an-diamo per ordine. Proprioin Aql la maggioranza haprovato a bilanciare gliequilibri interni alla coa-lizione dando spazio aquei partiti che per aven-do contribuito alla vittoriaerano rimasti fuori dallegiunte: premiato il movi-mentismo dei Verdi con ilsuo leader Giovanni Mus-suto, ma anche la fedeltdei Comunisti italiani conil segretario Giovanni Soa-ve. Anche il Pdl ha datospazio al manuale Cencel-li interno: scegliendo tan-

    to Enzo Amoia (gi sinda-co di Accettura e nel Cdadi Metapontum agrobios)che di Gaetano Rizzitelli di-rigente del partito ad Avi-

    gliano. Non mancano lesorprese allinterno delcollegio dei revisori con Lo-renzo Pagliuca presiden-te (fratello del capogrup-

    po Pdl, Nicola) e di Carmi-ne Nigro (segretario regio-nale di Alleanza per lIta-lia). Una sopresa per chi ve-deva lex presidente della

    Provincia di Matera allaguida del Consorzio di Bo-nifica del Metapontino.Resta in sella Rocco Colan-gelo che lascia la Societ

    energetica lucana al com-pagno di partito IgnazioPetrone (anche sindaco diPignola) per provare a ri-lanciare lArbea. Tra i con-siglieri della Sel ci sareb-be lattuale vice presiden-te del Consiglio provincia-le di Potenza, RomanoCupparo del Pdl. Que-stultimo, pur se giovane, gi alla quarta elezionenel collegio provincialedi Francavilla. AllAlsia ancora bagarre tra Idv, Pde Popolari: luscente Dome-nico Romaniello, dipietri-sta, non vorrebbe lasciaread Antonio Potenza. Se co-s fosse lesperto leader deiPopolari potrebbe essere di-rottato alla presidenza delCda di Basilicata Sviluppoalla cui guida resterebbeconfermato Raffaele Ric-ciuti (area Pd). AllAcquaSpa -in attesa del nuovo en-te gestore interregionale-sarebbe confermato Anto-nio Triani dei Popolari Uni-ti, mentre al suo fianco ilPd inserirebbe lavvocatoDonnoli, mentre il PdlRocco Sarli e Giuseppe Ma-riani. Questi ultimi tra iprimi dei non eletti alle ul-time elezioni regionali.Stesso metro dovrebbe uti-lizzare il Partito democra-tico che punterebbe a no-minare ai Consorzi di Bo-nifica i primi dei non elet-ti alle regionali: nel Meta-pontino andrebbe AntonioDi Sanza, nel Vulture-Al-to Bradano Carmine Mi-randa Castelgrande e inVal dAgri Prospero DeFranchi. Per ora si trattasolo di indiscrezione, ma chiaro che dopo Acque-dotto Lucano tutti i tassel-li dovrebbero andare al pro-prio posto. A testimonian-za delle difficolt dei par-titi di trovare collocazioneai tanti pretendenti, si sa-rebbe deciso anche di au-mentare il numero deimembri dei Cda di Sel e Ac-qua Spa da tre a cinque,pur lasciando invariato ilbudget per gettoni e inden-nit. Proprio questultimoaspetto, oltre alla gestionea al prestigio, rappresen-ta uno dei principali mo-tivi di scontro allinter-no dei partiti. E proprio ie-ri il consigliere regionaledei Popolari Uniti, Scaglio-ne, lamentava come laltalitigiosit e la mancanza dinumero legale potesse di-pendere proprio dallatte-sa delle nomine. Si facciapresto, quindi, oppure sa-ranno guai.

    Consorzi di BonificaMETAPONTINO:

    ANTONIO DI SANZA (PD)

    VULTURE-ALTO BRADANO:

    CARMINE MIRANDA

    CASTELGRANDE

    VAL DAGRI:

    PROSPERO DE FRANCHI

    Acquedotto LucanoPRESIDENTE:

    ROSA GENTILE (PD)VICE PRESID.:

    GIOVANNI MUSSUTO (VERDI)CONSIGLIERI:

    GIOVANNI SOAVE (PDCI)GAETANO RIZZITELLI (PDL)

    ENZO AMOIA (PDL)

    COLLEGIO DEI REVISORI:LORENZO PAGLIUCA (PDL)

    CARMINE NIGRO (API)VINCENZO MARRANZINI

    Societ Energetica LucanaPRESIDENTE:IGNAZIO PETRONE(PD)

    CONSIGLIERIROMANO CUPPARO(PDL)

    Acqua SpaPRESIDENTE:ANTONIO TRIANI

    (POPOLARI UNITI)

    CONSIGLIERI:GERARDO

    DONNOLI (PD)

    ROCCO SARLI (PDL)

    GIUSEPPE

    MARIANI (PDL)

    Consorzi AsiDEL POTENTINODONATO SALVATORE (PSI)

    DEL MATERANO:GAETANO SANTARSIA (PD)

    Sviluppo Basil.: Raffaele Ricciuti

    (Pd)Pres. Cda:

    Antonio Potenza(Pu)

    Alsia:Domenico

    Romaniello (Idv)Arbea:

    Rocco Colangelo(Pd)

    Le nomine hannospaccato le

    coalizioni e ipartiti che ora

    provano aricucire

    Nella primainfornata il

    centrosinistra hasistemato i

    vertici di Verdi,Api e PdCi

    Conferme ai Consorzi industriali diPotenza e Matera. Colangelo passa dallaSel allArbea. Ricciuti resta a Sviluppo

    Basilicata e Triani ad Acqua Spa

    Rosa Gentile (Aql) eAntonio Triani (Acqua Spa)

    Ignazio Petrone (Sel) eRaffaele Ricciuti (SviluppoBasilicata)

    5_Primo Piano Basilicata_ Sabato 7 aprile 2012_Basilicata_