Pavimentazioni Stradali in Calcestruzzo

  • Published on
    20-Feb-2016

  • View
    14

  • Download
    1

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Calcestruzzo

Transcript

  • PAVIMENTAZIONISTRADALI IN

    CALCESTRUZZOLa scelta delezione per costruire

    un futuro sostenibile

  • A.I.T.E.C.Associazione Italiana Tecnico Economica CementoPiazza G. Marconi, 2500144 Romawww.aitecweb.comareatecnica@aitecweb.com

    Materiale sviluppato in collaborazione con:Dipartimento di Idraulica, Trasporti e Strade,dellUniversit degli Studi di Roma La SapienzaProf. Ing. Paola Di MascioIng. Laura Moretti

    ContributoIng. Fabio Miseri

    Stampato in ItaliaAprile 2009

  • LE PAVIMENTAZIONI RIGIDE SONO LA SOLUZIONE INTELLIGENTEPER REALIZZARE DETERMINATE APPLICAZIONI STRADALI

    Lindustria del cemento sta gi attivamente contribuendo allo sviluppo del sistema Italia per una mobilit pisostenibile, attraverso le applicazioni del cemento utilizzate per la realizzazione delle linee ferroviarie ad altavelocit. Limpegno sociale del settore verso la Responsabilit di Prodotto ci impone di focalizzare lo svilupposostenibile ottenibile nelle infrastrutture stradali attraverso lutilizzo delle pavimentazioni in calcestruzzo.

    L'impiego del calcestruzzo nelle pavimentazioni stradali rappresenta una soluzione largamente adottata,soprattutto in questi ultimi anni, in molti paesi esteri ma non ancora diffusa in Italia. AITEC si posta lobiet-tivo di trasferire la conoscenza dei numerosi benefici tecnico-economici ed ambientali di questa tecnicacostruttiva alla committenza e ai decisori. Si tratta di benefici sui costi e di vantaggi per lutenza connessi agliinterventi manutentivi, considerando lintero ciclo di vita utile della strada.

    Costruire strade in calcestruzzo rappresenta oggi non solo una valida alternativa al sistema tradizionale, maanche una precisa esigenza determinata dalla costante crescita del traffico veicolare e di quello pesante inparticolare. A questo documento AITEC far seguire anche un aggiornamento della documentazione tecnicaattualmente esistente, in grado di divulgare la conoscenza sulle nuove tecnologie costruttive e progettualioggi utilizzate. Quando giunge il momento di costruire o riabilitare un nuovo tratto stradale sottoposto ad unintenso traffico anche di mezzi commerciali, un tratto stradale in galleria o una rotatoria, nessun altro tipo dimateriale offre gli stessi vantaggi e benefici del calcestruzzo. Le pavimentazioni in calcestruzzo di ultimagenerazione sono sicure, economiche e rispettose dellambiente. Perch chiedere di meno quando puoiottenere di pi?

    Francesco CurcioDirettore Generale AITEC

  • 4 AITEC conferma, attraverso la redazione di questapubblicazione, il proprio impegno nella promozione diuna cultura di imprese responsabili, facendo proprioil concetto di sviluppo sostenibile. Uno sviluppo ingrado di soddisfare i bisogni delle generazioni attualisenza compromettere le capacit delle generazionifuture di soddisfare i propri. Un processo nel quale losfruttamento delle risorse, la direzione degli investi-menti, lorientamento dello sviluppo tecnologico e ilcambiamento istituzionale siano tutti in armonia eaccrescano le potenzialit presenti e future per ilsoddisfacimento delle aspirazioni e dei bisogniumani. Secondo quanto espresso nel primo rapportodella Commissione Mondiale per lAmbiente e loSviluppo (WCED) risalente al 1987, Our CommonFuture [0], lo sviluppo sostenibile deve risponderealle necessit del presente senza compromettere lacapacit delle generazioni future di soddisfare leproprie.Lo sviluppo sostenibile strettamente correlato almantenimento degli equilibri naturali: il tasso diutilizzazione delle risorse non rinnovabili non deve

    superare il tasso di rigenerazione delle stesse,cos come limmissione di sostanze inquinantinellambiente non deve superare la capacit dismaltimento dello stesso.Prendere una decisione sostenibile non significa con-siderare solo i fattori economici iniziali e del ciclodi vita di unopera, ma richiede di valutare anche leconseguenze ambientali e sociali. In sintesi si deveessere in grado di scegliere una buona soluzionetecnica, che permetta di lavorare con risorse limitateper raggiungere gli obiettivi di progetto, bilanciandointeressi che competono tra loro e spesso sono incontraddizione.Il concetto di sostenibilit pu essere correlato a treaspetti che interagiscono con le attivit umane:lambiente, leconomia e la societ. (Fig. 1)La sostenibilit ambientale garantita da unosviluppo che valorizzi e tuteli i processi e le risorsenaturali; la sostenibilit economica perseguibileattraverso uno sviluppo equilibrato degli indicatorieconomici; la sostenibilit sociale richiede unequadistribuzione delle condizioni di benessere umano.

    SOSTENIBILIT

    Ambientale

    Sostenibilit

    SocialeEconomica

    Fig. 1 I tre pilastri che permettono di valutarela sostenibilit di uninfrastruttura

  • 5Il concetto di sostenibilit pu essere applicato anchealla mobilit, come chiaramente espresso dal GruppoBanca Mondiale, per il quale un sistema di trasporto sostenibile se [1]:

    in grado di utilizzare le risorse disponibiliin modo efficiente durante tutto il periododi esercizio, giovando in modo tangibile allaqualit globale della vita e non solo aumentandoi volumi di scambio (sostenibilit ambientale);

    tutela le necessit individuali e collettivedi mobilit apportando benefici allinteracomunit, sostenendo con continuit unostandard di vita migliore (sostenibilit sociale);

    assicura i servizi di mobilit, sicurezza e confortattraverso una corretta progettazione,esecuzione e manutenzione delle infrastrutture(sostenibilit socio-economica).

    Secondo quanto dichiarato dalla International RoadFederation (IRF) [2] Le strade si possono definiresostenibili se, attraverso unefficiente pianificazione,progettazione, costruzione, gestione, manutenzionee riabilitazione sono in grado di utilizzare efficiente-mente le risorse durante il loro ciclo di vita, fornendoun miglioramento nei benefici del trasporto perlintera comunit, rispettando lambiente e abilitandouna serie di servizi socio-economici per linteracomunit (in termini di mobilit, sicurezza e confort).

    Le pavimentazioni stradaliin calcestruzzo possiedonole caratteristiche essenzialiper rispondere alle esigenzedi uno sviluppo sostenibile.

  • 6 La realizzazione di pavimentazioni in calcestruzzocostituisce una tecnologia ampiamente sperimentatae applicata allestero, ma non ancora diffusa in Italia.Le pavimentazioni in calcestruzzo rappresentano unottimo investimento tecnico, vista lelevata durabilite la ridotta manutenzione richiesta, aspetti crucialiin un contesto fortemente motorizzato come quelloesistente nel nostro Paese.

    StatiUniti, Canada, Germania, Austria, Belgio, Olandae Regno Unito hanno maturato esperienze decennalie tuttora svolgono ricerche volte al raggiungimentodi nuovi, stimolanti obiettivi quali la sicurezza e lamitigazione della congestione stradale. In effetti,limpiego del calcestruzzo offre una valida alternativaalle soluzioni comunemente adottate in conglome-rato bituminoso, uunnaa ssoolluuzziioonnee ppeerr uunnaa mmoobbiilliitt ppiissoosstteenniibbiillee,, cchhee rriidduuccaa iill pprroopprriioo iimmppaattttoo ssoocciiaallee,, eeccoonnoommiiccoo ee aammbbiieennttaallee..

    Uninfrastruttura stradale consente lesercizio dellamobilit, ma grava sul sistema in termini di esterna-lit: per conformarsi al principio dello sviluppo sostenibile, ai sensi del Dlgs n. 4 del 16/01/2008, linfrastruttura deve garantire che il soddisfacimentodei bisogni delle generazioni attuali non compro-metta la qualit della vita e le possibilit delle generazioni future. Le pavimentazioni stradali in calcestruzzo rispondonoperfettamente a questa esigenza grazie al cciicclloo ddii vviittaappii lluunnggoo rispetto a quelle in conglomerato bitumi-noso, riducendo cos luso di materie prime e lemis-sione di agenti inquinanti. Ogni gestore stradalevorrebbe investire in strutture durevoli che richiedanopoca manutenzione e offrano alti livelli di servizio e sicurezza, per un periodo di tempo molto lungo: la tecnologia delle pavimentazioni rigide soddisfa taliesigenze.I fattori che devono essere considerati per un confronto obiettivo dei costi sono ovviamente moltonumerosi e devono essere parte di unanalisi checonsideri lintera vita di servizio della pavimentazione,dallorigine dei materiali grezzi al loro riciclaggio ereimpiego.Studi di tipo "Life-Cycle Cost Analysis" (LCCA) e LifeCycle Cost (LCC) cio di analisi del ciclo di vita sono attualmente i metodi pi appropriati. Il problema, comunque, che sono di difficile esecuzione, anche perch devono essere considerati gli aspetti sociali ed economici specifici di ogni nazione o regione.

    stato ampiamente dimostrato che ad esempio leautostrade in calcestruzzo possiedono un eccellentecurriculum basato sullanalisi dellefficacia dei costidel loro ciclo di vita.Pur essendo una valida alternativa ai conglomeratibituminosi, la presenza delle pavimentazioni rigide incalcestruzzo varia molto da paese a paese.

    Ad esempio negli USA quasi il 30% delle autostradeinterstatali realizzato con pavimentazioni rigide [3],in Belgio si arriva a quasi il 40%; in Austria 2/3 dellestrade ad elevato scorrimento sono in calcestruzzo,ovvero pi del 25% del totale della rete stradale nazionale (4.000 km su 14.000 km) [4].

    In Italia sono stati realizzati tra la fine degli anni 80 ei primi anni 90 quasi 540 km di autostrade con pavimentazioni rigide in calcestruzzo ricoperte da unsottile strato di usura in conglomerato bituminoso, lacui tipologia definita a livello internazionale comePCP (Pavimentazione Composita Polifunzionale). Un esempio di pavimentazione PCP quello dellaBretella Fiano-San Cesareo aperta al traffico nel1988 e realizzata per collegare i due tratti autostra-dali dell'epoca A1 e A2.

    La bassa diffusione delle pavimentazioni rigide in calcestruzzo in Italia correlabile a vari fattori. I fattori principali sono stati la limi