Procedura Aziendale per la gestione delle manutenzioni delle ?· macchine aziendale (contratto global…

  • View
    212

  • Download
    0

Embed Size (px)

Transcript

Procedura Aziendale per la gestione delle manutenzioni tecnologie sanitarie

PA.TC.01 Rev. 0 del 15/02/2011 Pag. 1 di 24

PA.TC.01

Procedura Aziendale per la gestione delle manutenzioni delle tecnologie sanitarie

Adottata dallAzienda USL 3 di Pistoia a far data dal 23/02/2011

Il Dir. U.O. ASSICURAZIONE QUALITA E R.P.

AUTORIZZAZIONI

REV.

DATA REDATTO APPROVATO

0 15/02/2011

Resp. T.S. di Estav-Centro Sezione Aziendale AUSL 3 Pistoia

Direttore Amministrativo

Procedura Aziendale per la gestione delle manutenzioni tecnologie sanitarie

PA.TC.01 Rev. 0 del 15/02/2011 Pag. 2 di 24

SOMMARIO 1. Oggetto ..........................................................................................................................................3

2. Scopo.............................................................................................................................................3

3. Campo di applicazione ..................................................................................................................3

4. Definizioni.....................................................................................................................................3

5. Responsabilit ...............................................................................................................................5

6. Documenti di riferimento ..............................................................................................................5

7. Beni non autorizzati .. ..5

8. Allegati...5

9. Diagramma di Flusso Presa in carico apparecchiature biomedicali...6

9.1 Note al Diagramma di Flusso Presa in carico apparecchiature biomedicali ..7

10. Diagramma di Flusso Esecuzione Manutenzione Preventiva ..................................................10

10.1 Note al Diagramma di Flusso Esecuzione Manutenzione Preventiva .................................10

11. Diagramma di Flusso Esecuzione Verifiche Funzionali ..........................................................12

11.1 Note al Diagramma di Flusso Esecuzione Verifiche Funzionali.........................................13

12. Diagramma di Flusso Esecuzione Verifiche di Sicurezza ....................................................14

12.1 Note al Diagramma di Flusso Esecuzione Verifiche di Sicurezza..15

13. Diagrammi di Flusso Manutenzione Correttiva.....................................................................17

13.1 Note al Diagramma di Flusso Esecuzione Manutenzione Correttiva...................................20

14. Diagramma di Flusso Pianificazione ed esecuzione Manutenzione Ordinaria......................22

14.1 Note al Diagramma di Flusso Pianificazione ed esecuzione Manutenzione Ordinaria...23

15. Registrazioni.....23

Procedura Aziendale per la gestione delle manutenzioni tecnologie sanitarie

PA.TC.01 Rev. 0 del 15/02/2011 Pag. 3 di 24

1. Oggetto

Gestione delle attivit relative alla manutenzione preventiva, correttiva, verifiche funzionali e verifiche di sicurezza delle apparecchiature biomedicali di propriet della Azienda USL 3 di Pistoia. Per apparecchiatura biomedicale si intende qualsiasi dispositivo, corredato di accessori, come definito dal D.Lgs. n. 46 del 27/02/97 art. 1 commi a), b), c), d), e), classificato secondo il codice CIVAB ( Centro di Informazione e Valutazione Apparecchiature Biomediche)

2. Scopo

Lo scopo di questa Procedura quello di: assicurare l'adeguatezza, l'affidabilit e la disponibilit delle apparecchiature biomedicali in

dotazione a tutte le Unit Operative della Azienda USL 3 di Pistoia; salvaguardare la sicurezza dei pazienti e del personale operativo preposto all'uso di tali

apparecchiature attraverso: o la definizione dei criteri e delle responsabilit relative alla pianificazione degli interventi di

manutenzione preventiva, di verifica funzionale e di verifica di sicurezza al fine di prevenire per quanto possibile l'insorgere di guasti o malfunzionamenti.

o la definizione delle modalit di attivazione e di gestione degli interventi di manutenzione correttiva a seguito di guasti o malfunzionamenti rilevati sulle apparecchiature.

o la definizione delle modalit di documentazione degli interventi di manutenzione effettuati, al fine di disporre di dati utili alla pianificazione di adeguate azioni correttive e preventive;

o la definizione di modalit di documentazione dellattivit di formazione del personale preposto alluso delle attrezzature;

o il costante controllo e aggiornamento dellattivit e dellinventario da parte dei Responsabili dei reparti e da parte delle TS di Estav Centro.

3. Campo di applicazione Questa Procedura si applica a tutte le apparecchiature biomedicali di propriet elencate nel registro inventariale generale dellAzienda, in uso presso le Unit Operative della Azienda USL 3 di Pistoia.

4. Definizioni accessorio: prodotto che, pur non essendo un dispositivo, sia destinato in modo specifico dal

fabbricante ad essere utilizzato con un dispositivo per consentirne l'utilizzazione prevista dal fabbricante stesso.

Manutenzione preventiva: l'insieme delle attivit di controllo, manutenzione e taratura effettuate

periodicamente sulle apparecchiature da Tecnici manutentori autorizzati sulla base di un Programma predefinito, finalizzata a ridurre l'incidenza dei guasti.

Procedura Aziendale per la gestione delle manutenzioni tecnologie sanitarie

PA.TC.01 Rev. 0 del 15/02/2011 Pag. 4 di 24

Manutenzione ordinaria: l'insieme delle attivit semplici e routinarie di verifica, manutenzione (intesa ad esempio come sostituzione di parti usurate) e pulizia effettuati all'occorrenza e/o a intervalli prefissati (giornalmente, settimanalmente, etc.) sulle apparecchiature dal personale utilizzatore di Reparto/Servizio, sulla base di un piano predefinito, finalizzata a ridurre l'incidenza di problemi tecnici dovuti a incuria.

Manutenzione correttiva: l'insieme delle attivit di riparazione e ritaratura-ricalibrazione

effettuati sulle apparecchiature da Manutentori autorizzati (interni o esterni) all'insorgere di guasti, malfunzionamenti e starature rilevati sulle apparecchiature in uso.

Verifiche sicurezza elettrica: l'insieme delle verifiche di sicurezza elettrica delle apparecchiature,

effettuate da Tecnici manutentori autorizzati, previste dalle normative vigenti e finalizzate ad accertare il loro funzionamento in condizioni di sicurezza.

Verifica funzionale: controllo delle prestazioni delle apparecchiature con particolare interesse

diagnostico e terapeutico Taratura: l'insieme delle operazioni che stabiliscono, sotto condizioni specificate, le relazioni

esistenti tra i valori indicati da una apparecchiatura o da un sistema di misurazione e quello determinato da uno standard di riferimento.

Regolazione, messa a punto: l'insieme delle operazioni atte ad impostare i valori effettivi della

apparecchiatura secondo gli standard ed i limiti di accettabilit predefiniti. Contratto di servizio: atto giuridico col quale viene aggiudicata ad una Ditta esterna la fornitura

di un particolare servizio (es.: service; noleggio; comodato; leasing: ecc..), comprensivo di materiale necessario allattivit del servizio richiesto (ricambi, consumabile, monouso, consumo, accessori, ecc..), e il noleggio (canonizzato) di apparecchiature biomedicali. Il noleggio comprensivo di tutte le attivit di manutenzione e verifica necessarie a mantenere il bene perfettamente funzionante ed a norme.

TS: TECNOLOGIE SANITARIE. Si intende il Servizio composto dal personale del

Dipartimento Tecnologie Sanitarie di ESTAV-Centro di sede presso la AUSL 3 Pistoia. SIC: Servizio Ingegneria Clinica. Si intende il servizio composto da personale esterno a cui

stata affidata lattivit di manutenzione del parco tecnologico dellAzienda USL 3 Pistoia (con contratto di global service) controllato e gestito dalle TS. Il responsabile della pianificazione e controllo delle attivit del SIC il direttore delle TS.

Procedura Aziendale per la gestione delle manutenzioni tecnologie sanitarie

PA.TC.01 Rev. 0 del 15/02/2011 Pag. 5 di 24

5. Responsabilit La responsabilit della corretta applicazione della presente Procedura demandata al Direttore delle TS di ESATV- Centro. Il Responsabile del reparto mette comunque a disposizione le attrezzature biomedicali per le attivit descritte in questa procedura. In caso di beni non trovati, durante le attivit programmate (da parte dei tecnici autorizzati), le TS di Estav-Centro, su comunicazione del SIC, comunica al reparto lelenco con richiesta di verifica immediata. Il reparto dovr verificare la presenza dei beni non trovati ed eventualmente giustificare la loro assenza alle TS di Estav-Centro (es. allontanamento dal reparto per dismissione). In caso di bene ritrovato, dovr darne comunicazione immediata alle TS o al SIC per la riprogrammazione dellattivit. Il responsabile del reparto vigila sul corretto utilizzo dei beni biomedicali consegnati e sulla loro corretta conservazione (secondo quanto stabilito nel manuale di uso e manutenzione). I beni dovranno essere utilizzati in modo corretto in relazione alla destinazione duso dichiarata sul manuale di uso e manutenzione.

6. Beni non autorizzati. Nessun bene mobile pu entrare nella dotazione delle strutture ospedaliere se non stato preventivamente autorizzato o comunque ver