SALERNO - MATERA - MATERA... · ammiccanti chiese barocche disseminate per tutta la città. MATERA:…

  • Published on
    18-Feb-2019

  • View
    212

  • Download
    0

Embed Size (px)

Transcript

<p>Associazione Arte e Cultura Via Papa Giovanni XXIII, 17 24052 Azzano San Paolo Bergamo </p> <p> www.arteeculturaazzano.it arteecultura.azzano@libero.it C.F. 95166470161 </p> <p>Tel Segreteria: 3470401589; 3933010044; 3494300005 </p> <p> ****************** </p> <p>SALERNO - MATERA </p> <p>PROGRAMMA Sabato 10 novembre </p> <p>Da Piazzale della Meridiana, trasferimento in pullman al mattino presto per la stazione di </p> <p>Milano. </p> <p>Partenza del treno diretto per Salerno. </p> <p>Pranzo in ristorante. </p> <p>Proseguimento per Cava dei Tirreni e visita guidata dellAbbazia Benedettina della SS. Trinit. Rientro a Salerno. Sistemazione in Hotel. Cena. Serata libera per passeggiata nel Centro Citt </p> <p>(con eventuale possibilit di ammirare le celebri Luci dArtista). </p> <p>************************************* </p> <p>Domenica 11 novembre </p> <p>Prima colazione in Hotel. </p> <p>Partenza per Matera. Incontro con la Guida e intera giornata di visita di Matera e dintorni </p> <p>che si svolger parte a piedi e parte in pullman. </p> <p>Pranzo in ristorante. </p> <p>Proseguimento della visita guidata. </p> <p>Cena e pernottamento in Hotel. </p> <p>******************************** </p> <p>Luned 12 novembre </p> <p>Prima colazione in Hotel. </p> <p>Trasferimento per le Grotte di Pertosa. </p> <p>Incontro con la Guida e visita. </p> <p>Pranzo in ristorante. </p> <p>Proseguimento per Salerno. Incontro con la Guida e visita del Centro Storico di Salerno. </p> <p>Al termine, trasferimento in stazione e partenza del treno diretto per Milano. </p> <p>Da Milano, trasferimento in pullman per Azzano San Paolo. </p> <p> Quota individuale di partecipazione: 500,00 - (minimo di 30 partecipanti). </p> <p> Supplemento camera singola: euro 50,00. </p> <p>La quota comprende: </p> <p>http://www.arteeculturaazzano.it/mailto:arteecultura.azzano@libero.it</p> <p> trasferimento in pullman privato Azzano San Paolo / Milano / Azzano San Paolo. </p> <p> Treno diretto Milano / Salerno / Milano. </p> <p> Pullman a disposizione per tutto il programma. </p> <p> Guida come da programma. </p> <p> N 1 notte a Matera in Hotel *** Sup., prima colazione, cena con bevande incluse vino </p> <p>+ acqua; n 1 notte a Salerno in Hotel, con cena e prima colazione. </p> <p> Tassa di soggiorno. </p> <p> Pranzi come da programma con bevande incluse vino + acqua. </p> <p> Radioguide per tutto il programma. </p> <p> Assicurazione sanitaria, bagaglio e assistenza alla persona. </p> <p> Assicurazione annullamento viaggio (La persona dovr comunque pagare lintera </p> <p>quota, poi lAssicurazione proceder al rimborso. LAssicurazione proceder al </p> <p>rimborso diretto, per con la decurtazione del 20% del valore del viaggio a titolo </p> <p>di franchigia. Si ricorda che lAssicurazione Annullamento Viaggio copre i casi </p> <p>oggettivamente documentabili, imprevedibili e non noti alla conferma del viaggio, </p> <p>che colpiscano direttamente lassicurato); </p> <p> Ingressi: </p> <p> Palombaro a Matera; </p> <p> Casa Grotta a Matera; </p> <p> San Nicola dei Greci a Matera; </p> <p> Madonna delle virt a Matera; </p> <p> Palazzo Lanfranchi a Matera; </p> <p> Cripta del peccato originale a Matera; </p> <p> Grotte di Pertosa; </p> <p> Abbazia benedettina della SS. Trinit. </p> <p>****************************** </p> <p>ISCRIZIONI: Poich entro il 30 Aprile, dallHotel e dai referenti dei Servizi ci viene richiesto un anticipo del pagamento relativo ai costi del viaggio, siamo costretti a fissare la data di marted 24 aprile come termine ultimo di iscrizione alliniziativa, versando in Segreteria limporto di 200,00 come acconto sulla quota individuale stabilita. Il versamento del saldo dovr essere effettuato entro un mese prima del viaggio. I dettagli sugli orari di partenza verranno comunicati a prenotazione avvenuta </p> <p>con lEnte Ferroviario. Il Consiglio Direttivo </p> <p>SALERNO MATERA GROTTE DI PERTOSA CAVA DEI TIRRENI </p> <p>*INFORMAZIONI SINTETICHE </p> <p>SALERNO: occupa una posizione geografica privilegiata di cerniera tra la Costiera Amalfitana e la Costiera </p> <p>cilentana. Capoluogo di una tra le province pi grandi d'Italia e dal primato invidiabilissimo di vedere circa il 60% </p> <p>del proprio territorio protetto dall'UNESCO con circa 200 chilometri di coste. </p> <p>Il nome di Salerno stato reso celebre nel mondo dalla famosa scuola </p> <p>medica salernitana, centro di </p> <p>eccellenza per la medicina </p> <p>durante il medioevo dove anche </p> <p>le donne non solo studiavano, </p> <p>ma insegnavano. </p> <p>Del periodo medioevale, in cui </p> <p>godette del massimo splendore, il </p> <p>centro storico conserva </p> <p>moltissime testimonianze e la struttura sostanzialmente intatta anche perch la citt moderna si sviluppata </p> <p>prevalentemente nelle zone pianeggianti risparmiando l'area pedemontana del colle Bonadies dove la citt antica </p> <p>arroccata. Il sistema difensivo della citt faceva fulcro sul castello di Arechi, una fortezza praticamente </p> <p>inespugnabile che, al contrario di molti altri manieri, non ha subito alcuna trasformazione in palazzo nobiliare </p> <p>mantenendo il suo aspetto arcigno e altero. Dal castello il turista pu godere dello stupendo panorama della </p> <p>citt e del Golfo di Salerno e visitare il piccolo museo situato al suo interno. </p> <p>Imperdibili il Duomo, costruito dal principe normanno Roberto il Guiscardo e dedicato al Santo patrono San </p> <p>Matteo; il museo provinciale, il museo diocesano e il museo della Scuola Medica Salernitana; la cinquecentesca </p> <p>Chiesa dell'Annunziata con un bel campanile barocco del Sanfelice; Piazza Flavio Gioia, detta la Rotonda, per la </p> <p>sua caratteristica forma su cui si apre la settecentesca Porta Nuova da cui si entra nella citt antica; le sfarzose ed </p> <p>ammiccanti chiese barocche disseminate per tutta la citt. </p> <p> MATERA: una citt tra le pi antiche del mondo, il cui territorio custodisce testimonianze di insediamenti umani a </p> <p>partire dal paleolitico e senza </p> <p>interruzioni fino ai nostri giorni. </p> <p>Rappresenta una pagina </p> <p>straordinaria scritta dalluomo </p> <p>attraverso i millenni di questa </p> <p>lunghissima storia. </p> <p>Matera la citt dei Sassi, il </p> <p>nucleo urbano originario, </p> <p>sviluppatosi a partire dalle </p> <p>grotte naturali scavate nella </p> <p>roccia e successivamente </p> <p>modellate in strutture sempre </p> <p>pi complesse allinterno di due grandi anfiteatri naturali. Citt della Cultura per il 2019, Matera al centro di un </p> <p>incredibile paesaggio rupestre che conserva un grande patrimonio di cultura e tradizioni, ed sede di eventi </p> <p>espositivi di grande prestigio nazionale ed internazionale. </p> <p>Larchitettura irripetibile dei Sassi di Matera racconta la capacit delluomo di adattarsi perfettamente allambiente </p> <p>e al contesto naturale, utilizzando con maestria semplici caratteristiche come la temperatura costante degli </p> <p>ambienti scavati, la calcarenite stessa del banco roccioso per la costruzione delle abitazioni fuori terra e lutilizzo </p> <p>dei pendii per il controllo delle acque e dei fenomeni meteorici. </p> <p>La struttura architettonica costituita da due sistemi, quello immediatamente visibile realizzato con le stratificazioni </p> <p>successive di abitazioni, corti, ballatoi, palazzi, chiese, strade orti e giardini, e quello interno e invisibile a prima </p> <p>vista costituito da cisterne, neviere, grotte cunicoli e sistemi di controllo delle acque, sistemi essenziali per la vita e </p> <p>la ricchezza della comunit. </p> <p>https://www.costadiamalfi.it/https://www.cilentopark.it/https://www.cilentopark.it/https://www.salernoturistica.it/la-scuola-medica-salernitana.htmhttps://www.salernoturistica.it/la-scuola-medica-salernitana.htmhttps://www.salernoturistica.it/monumenti/castello.htmhttps://www.salernoturistica.it/monumenti/duomo.htmhttps://www.salernoturistica.it/monumenti/museo_provinciale.htmhttps://www.salernoturistica.it/monumenti/museo_diocesano.htmhttps://www.salernoturistica.it/monumenti/museo-virtuale-scuola-medica.htmhttps://www.salernoturistica.it/monumenti/piazzaGioia.htm</p> <p>Oggi i Sassi di Matera offrono al visitatore un grande paesaggio culturale, motivo per il quale lUNESCO li ha </p> <p>inseriti nella lista del Patrimonio Mondiale. Dal punto di vista architettonico presentano una serie incredibile di </p> <p>elementi che si sono stratificati nel tempo, dai complessi rupestri scavati dalluomo, alle chiese rupestri, aree di </p> <p>sepoltura, che si alternano continuamente con fabbricati di tutte le diverse ere: medioevo, rinascimento, barocco </p> <p>fino allepoca moderna. Il visitatore trover in continuit grotte, ipogei, palazzotti, chiese, vicinati, scalinate, ballatoi, </p> <p>giardini e orti tutti incastonati luno nellaltro a formare un luogo unico e magico. </p> <p>Passeggiando lungo lasse principale che collega i due rioni Sassi via Bruno Buozzi, via Madonna delle Virt e via </p> <p>DAddozio possibile attraversare questo paesaggio e ammirare nello stesso tempo quello del versante opposto </p> <p>del Parco della Murgia Materana. E possibile salire e scendere dai numerosissimi vicoli che si alternano tra gli </p> <p>edifici e trovarsi in angoli sempre diversi e sorprendenti. </p> <p>GROTTE DI PERTOSA-AULETTA, a 40 minuti da Salerno, </p> <p>sono lunico sito speleologico in Europa dove possibile </p> <p>navigare un fiume sotterraneo, addentrandosi verso il cuore </p> <p>della montagna. Il fiume Negro nasce in profondit e offre </p> <p>un affascinante ed inconsueto viaggio in barca, immersi in </p> <p>un silenzio magico, interrotto soltanto dal fragore degli </p> <p>scrosci della cascata sotterranea. Le Grotte si estendono </p> <p>per circa tremila metri nel massiccio dei Monti Alburni, in un </p> <p>percorso ricco di concrezioni, dove stalattiti e stalagmiti </p> <p>decorano ogni spazio con forme, colori e dimensioni </p> <p>diverse, suscitando stupore ed emozione. </p> <p> ABBAZIA DELLA SANTISSIMA TRINIT: Uno dei monumenti della fede pi </p> <p>spettacolari della Campania si cela nei solitari valloni dei Monti Lattari a soli tre </p> <p>km dalla citt di Cava de Tirreni, in provincia di Salerno. Si tratta della Badia </p> <p>benedettina della SS. Trinit che sorge nella valle del ruscello Selano, fondata </p> <p>nel 1011 da SantAlferio Pappacarbone, monaco benedettino cluniacense. </p> <p>Solitaria ed imponente la Badia arrivata ad ospitare in passato circa 300 monaci </p> <p>e ha avuto un grande ruolo allinterno delle vicende della regione e del Centro-</p> <p>Sud Italia, detenendo il controllo su oltre 500 chiese, priorati e abbazie sparsi tra </p> <p>il Lazio e la Sicilia. Aveva a disposizione anche proprie navi che facevano la </p> <p>spola con i porti dellOriente. .Le strutture della chiesa sono state rifatte nel </p> <p>Settecento, ma molti sono i resti delle epoche precedenti. Tratti di mura </p> <p>romane, colonne antiche, un sepolcreto longobardo in una grotta dimostrano </p> <p>che il vallone era utilizzato anche prima dellarrivo di SantAlferio. Labbazia </p> <p>possiede un archivio e una biblioteca in cui sono conservate 15.000 </p> <p>pergamene, 120 incunaboli, 300 edizioni cinquecentesche e 30.000 volumi che fanno di questo luogo un posto di </p> <p>studio e ricerca per studiosi provenienti da tutto il mondo. Sono visitabili per mezzo di visita guidata anche le </p> <p>catacombe a pi piani, in parte scavate nella roccia, dove si trovano il sepolcreto longobardo, il sarcofago in </p> <p>marmo in cui riposa la regina Sibilla, moglie di Ruggiero il Normanno. </p>

Recommended

View more >