Stop all'Ictus

  • Published on
    03-Jun-2015

  • View
    438

  • Download
    2

Embed Size (px)

DESCRIPTION

La campagna del Rotary 2050

Transcript

  • 1. Rotary InternationalDistretto 2050Gruppo TicinoProgettoStopallIctus

2. L incidenza destinata ad aumentare inrelazione allinvecchiamento dellapopolazioneLictus : Un Problema SocialePrima causa di disabilitTerza causa di morteSeconda causa di demenza 3. 05101520253035400-14 15-24 25-34 35-44 45-54 55-64 65-74 75-84 85+UominiDonnetasso/1000/annoEt (anni)Incidenza del primo ictusTasso: 292/100,000 4. In Italia: 195.889 nuovi ictusogni annoIn Lombardia: 20.000In Provincia di Pavia: 2.000536 ictus ogni giorno22 ictus ogni ora1 ictus ogni 3 minuti 5. Ictus Cerebrale 6. Provocato pi raramente da una: 7. Ictus emorragico15% 8. o pi frequentementeprovocato da una: 9. Ictus ischemico85% 10. Percezione/riconoscimentodei sintomiChe mi venisse una paralisiChe mi venisse una congestioneNon sapevo cosa mi succedevaAltro%G. Micieli et al, 2002 11. Mi accorgo di avere un ictusperch improvvisamente:Cosa Succede? 12. ? 13. Acute Stroke Treatments% patientsthat canbenefitPreventiondeath/dependency per100 treatedPreventiondeath/dependency per100 admittedStroke Unit 90% 5 4.5Thrombolysis0-3hr10%ischaemicstrokes12 1Aspirin0-48hr65%ischaemicstrokes1 0.5Hemicraniectomy0-48hr0.5%Ischaemicstrokes22 0.1Le due terapie che fino ad oggi si sonodimostrate pi efficaci nel trattamentodellictus acuto sono la Trombolisi ed ilRicovero in Stroke Unit 14. La trombolisitenta didisostruire larteria chiusae salvare questo territoriocerebrale.ESORDIOSINTOMI118ARRIVO INDEAACCERTAMENTIINIZIOTROMBOLISIEV0 180Minuti 15. Trombolisi endovenosa Pavia eprovinciaRegione Lombardia: 3.5%Target: 10% 16. La Stroke Unit Team coordinato e multidisciplinare (infermieri, medici,fisioterapisti, terapisti occupazionali) riunioni settimanali programmi per obiettivi Coinvolgimento precoce dei pazienti e dei familiari nella cura Staff (medico e infermieristico) dedicato e con interesse perlictus e per la riabilitazione. Programmi formativi e training Riabilitazione precoce 17. BERGAMO - Osp. RiunitiBRESCIA - Spedali CiviliPoliambulanzaCOMO - S.AnnaValduceDESIOGARBAGNATEMAGENTALECCOMILANO - IRCCS S.RaffaeleIRCCS PoliclinicoOsp. San CarloIRCCS AuxologicoIRCCS BestaOsp. NiguardaIst. Clinico Citt StudiOsp. SaccoMONZA - S.GerardoSARONNOPAVIA - IRCCS MondinoPoliclinico S. MatteoVOGHERAGALLARATELEGNANOCREMONALODIMANTOVAPONTE SAN PIETROVIGEVANOBeato MatteoVIMERCATEZINGONIASONDRIOVARESEMELEGNANOS.DONATOROZZANOThe Lombardia Stroke Registry41 Stroke UnitsBUSTO ARSIZIOMERATECREMAESINECHIARITREVIGLIO1 level2 level3 level 18. Stroke Unit in Pavia e provincia 19. ProgettoStopallIctusIl ruolo delRotary 20. IL PROGETTO SI INQUADRAIN DIVERSEVIE DAZIONE ROTARIANEPRINCIPALMENTE QUELLA DIINTERESSE PUBBLICOIl ruolo del Rotary 21. LattivitCOMUNICAREeSENSIBILIZZAREIl ruolo del Rotary 22. A CHI?a quella popolazione non raggiuntadagli altri patner del progetto:Aziende OspedaliereASLche ha provveduto ad inviare materiale informativoa circa 80.000 cittadini della Provincia di PaviaAREUIl ruolo del Rotary 23. Il ruolo del RotaryCOME Contribuendo alla realizzazionedel materiale informativocartaceo(card, locandine manifesti) ed alla loro diffusione 24. Distribuite, finora:150.000 card + altre 50.000 in stampa1000 locandine700 manifesti Realizzati gadget (cappellini)con il logo della campagnaIl ruolo del Rotary 25. Il ruolo del Rotary Divulgazione presso i network televisivilocali o regionali del filmatoLa Clessidradi Chiara Salgado, prodotto a cura del RotaryClub di Pordenone e della Associazione Ictusdi quella citt (un ringraziamento particolareal Dr Mauro Tonizzo ed alla signora NivesBortolussi, che hanno messo a disposizione ilmateriale video):da Luglio 2012 4 passaggi giornalieripresso Telepavia 26. Qual il contenuto della informazione che vieneeffettuata a cura del Rotary?il concetto diprevenzione dellictusbasato sullacorrezione degli stili di vita,lintroduzione di una dieta sana ed equilibratae lesecuzione di una regolare attivit fisicaIl ruolo del Rotary 27. Quali modalit?Specifici interventi sui mezzi di informazione(quotidiani, periodici, televisioni), presso i qualiillustrare il significato della campagna(riconoscimento precoce dei sintomi, riduzionedel ritardo evitabile) di concerto con glispecialisti di settoreIl ruolo del Rotary 28. Quali modalit?Manifestazioni proprie dei singoli club: lallestimento nelle piazze di gazebo (o strutture mobilie trasferibili) nei quali personale medico eventualmente(ma non esclusivamente) dei Rotary, coadiuvato da altrirotariani laici, possa procedere alla illustrazione deifattori di rischio (locandine, pieghevoli), diffondere icontenuti del video La Clessidra, misurare i valori dipressione arteriosa e frequenza cardiaca esomministrare le carte del rischio cardio ecerebrovascolare. Diffusione del materiale divulgativo in tutte le iniziativepubbliche promosse dai singoli clubIl ruolo del Rotary 29. Quali modalit?Iniziative Interclub che abbiano come contenutispecifici i temi della prevenzione, o siano rivoltecomunque alla sensibilizzazione, come ad esempio: La Salute in Cammino (via Francigena):23 Settembre 2012 Una Serata a Teatro: 14 Febbraio 2013Con il cuore per il cervello a Cena con lo ChefIl ruolo del Rotary 30. Grazie per lattenzioneeArrivederci al 14 Febbraio 2013per:Una Serata a TeatroCon il cuore per il cervelloIl ruolo del Rotary