Uno«scudo» Spetta al Parlamento Sìallo«scudo»,PdeIdvdivisi ?· L’Eu-roparlamentohaaffermatoan-…

  • Published on
    10-Feb-2019

  • View
    212

  • Download
    0

Embed Size (px)

Transcript

Il Sole 24 OreVenerd 11 Luglio 2008 - N. 190 Politica e societ 15

Enrico BrivioSTRASBURGO. Dal nostro inviato

Censura dellEuroparla-mento alla decisione del Go-verno italiano di procedere alcensimento nei campi noma-di, ricorrendo anche al rileva-mento di impronte digitali.Con 336 voti a favore, 220 con-trarie 77 astenuti, lAssembleadi Strasburgo ha approvato ie-ri una risoluzione, presentatadai gruppi del centro-sinistrae dai liberaldemocratici, checritica le misure di emergenzaadottatesui romaRoma,Mila-no e Napoli.

La risoluzione esorta le au-torit italiane ad astenersi dalprocedere alla raccolta delleimpronte digitali dei Rom, in-clusi i minori. Votato ancheun emendamento che invita anon utilizzare le impronte giraccolte, in attesa dellimmi-nente valutazione delle misureprevisteannunciatadallaCom-missione,inquantocicostitui-rebbechiaramenteunattodidi-scriminazione fondato sullarazza e lorigine etnica. LEu-roparlamento ha affermato an-chedicondividerelepreoccu-pazionidellUnicefediritene-re inammissibile che, conlobiettivodi proteggere i bam-bini, questi ultimi vedano ipropri diritti fondamentaliviolatievenganocriminalizza-ti. E ha espresso preoccupa-zione per laffermazione delGoverno italiano, secondocui la presenza di campi romgiustificherebbe uno statodemergenzaper 12mesi. Il te-sto passato a larga maggio-ranzagrazieallappoggiodi so-cialisti, estrema sinistra, ver-di, liberaldemocraticie21defe-zioni nei popolari, soprattutto ma non solo rumeni.

Maroni si detto indigna-to per la risoluzione votata aStrasburgo,basatasuunavol-gare strumentalizzazione esu trepresupposti falsi: il ri-ferimento alletnia rom, men-tre le misure italiane citanosolo campi nomadi dove fareil censimentoper ridaredigni-t a chi vive in luoghi che sem-brano delle favelas; il riferi-mento allUnicef che non sisarebbe detta preoccupata dalprovvedimento, visto che col-laborer per studiare i piani discolarizzazione per i minori;il fatto che la Commissioneha detto allEuroparlamentodi non votare la risoluzioneperch cera bisogno di ulte-riori approfondimenti. An-che il ministro degli Esteri,Franco Frattini, ha parlato diaccuse infondate, frutto diun voto politico, mentre per

il ministro delle Politiche co-munitarie, Andrea Ronchi, si trattato di una delle paginepi buie della storia delle isti-tuzioni europee.

Sui temi dellintegrazione intervenuto ierianche il presi-dente della Repubblica, Gior-gio Napolitano. In un messag-gio inviato per lottava edizio-ne del meeting Contro ognirazzismo, capire le differenze,valorizzare le diversit orga-nizzato dalla Regione Toscana,il Capo Dello Stato ha detto chele diversit debbono trovaresintesie superamento nella tol-leranza,neldialogoenellacapa-cit di aprirsi alla conoscenzadellediverseculturecontrolin-sidia di un sentimento razzistae xenofobo che ancora alberga

nellemoderne societ.In mattinata, leurodeputato

tedesco Manfred Weber a no-medelPpe,esostenutadallaca-podelegazione di An RobertaAngelilli (Uen), aveva chiestodinonvotarelarisoluzione,do-po che il commissario Ue allaGiustizia, Jacques Barrot, ave-va fatto un rapporto su infor-mazioni e precisazioni ricevu-tedaRoma.Controil rinviosiper espresso il capogruppodel Pse, Martin Schulz. Barrothaspiegatoche,dopounsuoin-contro con Maroni luned aCannes,hachiestoaisuoiservi-zi di inviare una nuova letteraallItalia, con data 9 luglio peravere conferma per iscrittodi informazioni avute e perchiedereprecisazioni.Ediave-re ricevuto gi nella serata digioved una prima rispostacontenente chiarificazionisullidentificazione di religio-ne a etnia. Ha precisato che ul-teriori accertamenti di Bruxel-les sono in corso.

enrico.brivio@skynet.be

www.ilsole24ore.com/Il testo della risoluzione di Strasburgo

Lodo Alfano. Ok della Camera, lUdc si astiene - Una proposta dei Democratici limita il rinnovo dell'immunit, Di Pietro contrario

S allo scudo, Pd e Idv divisiScontro in Aula - DAlema fa appello ai riformisti: ma il premier affronti il giudizio

DISCRIMINAZIONEETNICAStrasburgo invita lItaliaa non utilizzare i rilievidattiloscopici gi effettuatiinattesa delle valutazionidellaCommissione europea

ILMONITO DEL COLLENapolitano: tolleranzaedialogo per favorirelintegrazione e combatterei fenomeni del razzismoedella xenofobia

La norma blocca-processi. Modifiche per ridurre al massimo limpatto sui procedimenti

Pdl e Lega apprezzano linvito del leader di Italianieuropei - Gelo dei veltroniani

Riforme, lex premier prende la scena

Il Pdl lavora allo stralcio mascheratoDonatella StasioROMA

Nessuna certezza, ma lasensazione che forse giin giornata la Corte dap-pellodiMilanopotrebbeemette-re ilverdetto sulla ricusazione diNicoletta Gandus, quella s, cir-colava ieri in Transatlantico tra ideputatidellamaggioranza,inat-tesa che il sipario, calato sul Lo-do,sialzisullanorma"salva-pre-mier" inserita nel decreto sicu-rezza. Ieri il ministro per i Rap-porti con il Parlamento, Elio Vi-to, confermava che il Governopresenter lemendamento an-nunciato e che lopposizioneavr di che rallegrarsi, perchabbiamoaccoltoleloroobiezio-ni.Gliuffici tecnicidelministe-rodellaGiustiziahannolavoratotutto il giorno per "anestetizza-re" al massimo la norma e i suoieffettitravolgentisuiprocessi.Fi-no allultimo rimasta in piedilipotesi di uno stralcio, promes-so allopposizione quanto menoperlapartesullasospensioneau-tomatica dei processi per i reati

commessi entro giugno 2002 epuniticon menodi 10anni.

Lo stralcio secco non si pufare - spiegavano in serata, per,gli uomini del Pdl - perch equi-varrebbe a una sconfessione delministro della Giustizia Angeli-no Alfano, che quella norma hasempre difeso in sedi pubblichee istituzionali, negando ferma-

mente che fosse stata concepitaperbloccareilprocessoMills,do-ve Berlusconi imputato di cor-ruzione giudiziaria. E poi - ag-giungevano - lopposizione non tutta a favore dello stralcio.Quindi, meglio lavorare a unamodifica che, nei fatti, azzeri co-munque gli effetti nefasti della

sospensione.Loschemaquelloingranpar-

te gi noto: restano le priorit,ma a gestirle sar il magistratoche potr accantonare i processiper reati fino a 4 anni commessientro il 2 maggio 2006 (dunqueanche quelli soggetti allindulto)con la conseguente sospensionedellaprescrizione.Mafinoallul-timo minuto sono possibili ulte-riorilimaturepersvuotare,difat-to, lanorma.

Incassato il Lodo, non c in-fatti motivo per mantenere ilpunto, tanto pi se oggi, o neiprossimiquattro giorni, la Cortedappello dovesse accogliere laricusazionedellaGanduspresi-dentedelTribunalechestacele-brando il processo Mills chie-sta dal Cavaliere per grave ini-micizia, comprovata, secondoi suoi difensori, da prese di posi-zionedelgiudice -alcuneappar-se su Internet - contro la politicagiudiziaria del Governo Berlu-sconi, tra il 2001e il 2006.Unari-chiesta inammissibile, perchtardiva, oltre che infondata ha

replicato in udienza il sostitutoPgLauraBertolViale: lagraveinimicizia per far scattare laricusazione devessere perso-nale, nei confronti dellimputa-to;non si pucerto desumere dacritiche a leggi votate dal Parla-mento, per di pi anni fa. E men-trea Milanodi questosidiscute-va a porte chiuse, a Roma la pri-macommissionedelCsmappro-vava (con il solo voto contrariodellaicodiAn,GianfrancoAned-da)unarisoluzioneproprioatu-tela della Gandus e del Pm delprocessoMills,FabioDePasqua-le, che Berlusconi, nella letteradel 16 giugno al presidente delSenatoRenatoSchifani,haaccu-sato di essere politicizzati.Un conto la critica, unaltra ladenigrazione,scriveilCsmri-badendo, peraltro, principi giaffermati in passato in occasio-nediattacchianaloghidellapoli-tica verso le toghe. Tra luna elaltra deve esserci rispetto reci-proco; le affermazioni del pre-mier, invece, hanno leso il pre-stigio della magistratura.

di Piero Ignazi

La rottura con Di Pietro mette in gioco lUdc

Lina PalmeriniROMA

Il Lodo Alfano, che impedi-sce di processare le quattro cari-chepialtedelloStato(presiden-te della Repubblica, premier epresidentidiCameraeSenato),stato approvato ieri dalla Came-ra con 309 voti favorevoli, 263contrari (Pd e Idv) e 30 astenutidellUdc. Un passaggio accelera-toquellodiMontecitoriochecon-ferma laltro nome con cui cui stato battezzato "lodo sprint" mentreper ilvia liberadefinitivosiaspettailsdelSenatolaprossi-masettimana.LAuladiMonteci-torio ha ripresentato lo scontrotra maggioranza e opposizioneche ha bollato il provvedimentocome ad personam perchconsentirebbe al premier di nonaffrontare il processo sul casoMills. quello che ha detto nelsuointerventoAntonioDiPietrocheha attaccato il premier con-

tumace Silvio Berlusconi nonera presente e ribattezzato iparlamentari "domestici" dellamaggioranza. Un discorso con-testato dai deputati Pdl. Nono-stante Pd e Idv abbiano votatocontro, si conferma la spaccatu-ra.Walter Veltroni nel suo inter-ventosirivoltoaDiPietrodicen-dodinonaversentitoalcunapa-rola contro la manifestazione dipiazzadovesonoandatiinondainsultialQuirinaleealPontefice.Malostrappotraiduesiconsu-mato anche sul voto di un emen-damentoPdaccoltodallamaggio-ranza e passato con il nodellIdv: si tratta di una normache rende lo scudo giudiziarioinutilizzabile nel caso in cui unadellequattrocaricheistituziona-lipassiadunaltroincarico.

Si distinta lUdc con la suaastensione. Ma la compattezzadel voto stata raggiunta dopouna difficile mediazione dentroalpartito:14deputati(tracuiBru-noTabacci)eranosullalineadelvotocontro,ilrestoeraconCasi-ni per lastensione. Una divisio-ne poi ricucita ma che mostra ledifficoltcheattraversanoicen-tristi. In Aula Casini ha parlatodi una strategia per la riduzio-nedeldannocontandonel riti-

ro della norma blocca-processi(sivedalarticoloinbasso).

Lo stralcio quello su cui hapuntato pure il Pd per non rima-nerestritolatotrapiazzaeGover-nomaWalterVeltroninelsuoin-terventononhapuntatosolosul-la giustizia. Il segretario del Pdha accusato la maggioranza diaver fatto passare una legge adpersonam, salva-premier chehariportato lapolitica italianaareplicare il clima del 2001.NonquestalaprioritdelPa-ese,lurgenzaoggiquelladiau-mentare salari e pensioni: pre-sentate un decreto su questo elo approveremo anche noi nelgiro di poche ore come acca-duto per il lodo Alfano.In sin-tonia con il segretario Pd si dettoMassimoDAlemachepe-rinmattinataavevaimpronta-to il suo intervento su una dop-pia linea: la sfida a Silvio Berlu-sconi e lappello alle riforme.Ilpremierrinunciaquestaleg-gina che serve solo per blocca-re in modo sbrigativo e rozzo ilprocesso per corruzione che loriguarda e affronti a testa alta ilgiudizio. Lasci al Parlamento ilcompitodiaffrontare questionidi fondo come quella della giu-stizia inquelclimadi confrontosulle riforme prima auspicato epoi compromesso da scelte au-toritariechehannocreatoimba-razzo.Poilappelloperlerifor-me:Cilrischiochequestale-gislatura venga compromessaalle aspettative e alle speranzeche pure aveva suscitato. Noinon abbiamo il monopolio delriformismo, il mio appello atutti i riformisti. Le sue parolevengonoraccoltedaAn.ElaLe-ga, pur approvando la leggecondisincanto,invitalamag-gioranzaatornareaoccuparsideiproblemideicittadini.

InserataSilvioBerlusconi,rien-tratodalGiappone,haespressolasuasoddisfazione:Possiamoco-minciare ad essere un Paese nor-male.Fortedel rapportoprivile-giato costruito con il Quirinale(ancheieriunatelefonataconNa-politano incentrata sui temi delG-8)eattentoaglispiraglididialo-go sulle riforme che arrivano dalPd e soprattutto da DAlema, ilpremier appare pi sereno e lan-cia la sua sfida: Veltroni scelga.Harottoconlasinistrailragio-namentoriferitodaalcuniuominidel suo entourage , prende i fi-schi dei socialisti, ha chiuso conDiPietroecontemporaneamentedicedinonvolerdialogare:maco-mesifaainterloquireconchifaco-s?Scelgaunalinea.

ROMA

Il dualismo che resta nelPartito democratico sul temadelle riforme e della legge elet-torale edunque sullealleanze diventato ieri un utile argo-mentoperlamaggioranza.Nel-la giornata incui si approvatoil lodo Alfano, i partiti del Pdlhanno trovato comodo parlaredel solco che divide le posizio-ni di Walter Veltroni da quelledi Massimo DAlema agevolatidalleparoledellexministrode-gliEsteri.Nelsuointerventoal-la Camera, DAlema ha infattitenutoapertoildialogoperleri-

forme cosa che non ha fatto ilsegretario del Pd facendo unappellotrasversaleatuttiirifor-misti. Lappello ha un timinggiusto: luned ci sar il semina-rio organizzato dallex mini-stro con la sua Fondazione incui siparler di leggeelettoralee di sistema tedesco. Quelloche appare che ieri DAlema,conlesueparoleeconilsuoap-pello,abbiatoltoaVeltronilati-tolarit del dialogo con la mag-gioranza e con le opposizionisulle riforme. E che loperazio-ne sia riuscita viste le reazionidi plauso che sono arrivate da

Anedalla Legachehannorico-nosciuto quel ruolo a DAlema.Al di l della propaganda hoapprezzato il suo passaggio re-lativoalleriformevistochelali-neadelPd balbettante.Sareb-be sciocco ora far cadere nelvuoto quellappello, ha detto

Altero Matteoli. Anche Gaeta-noQuagliariello(Fi)haapprez-zatoleaperturedellexmini-stro degli Esteri. E lo stesso hafatto Carolina Lussana (Lega)nelsuointerventoinAula.

un classico quello di nonriconoscere il vero avversariomaunoperazionestrumenta-le, dicevano i collaboratoridel segretario Pd. E in parte cos. Perch luned al semina-rio dalemiano al quale andranche Veltroni si parler dilegge elettorale tedesca. Temache non allordine del giornodellamaggioranza.Etantome-

nodiAnoForzaItaliachehan-nosempreavversatounarifor-ma in salsa tedesca. E allorapuntare i riflettori sul duali-smo Veltroni-DAlema tornacomodo per attraversare unpassaggio stretto come quellosul lodo Alfano. Ne d questaletturaPierluigiBersanicheri-corda come An abbia dovutoabbandonarelesuetradiziona-li posizioni in tema di giustiziae magistratura. Non dimenti-chiamoci che An sulla giusti-zia si dovuta allineare sulleposizionidiBerlusconieperlo-ro questo non indolore. Usa-no, quindi, strumentalmentele parole di DAlema solo perspargere fumo ma anche pernonlasciaresoloallaLegamar-gini di autonomia pi ampi vi-stocheBossihapivoltefrena-toilpremiersullagiustizia,di-

ceva Pierluigi Bersani.La maggioranza per non fa

che registrare i fatti.Ormai tut-ti igiorni DAlema teorizzaunastrategia politica su riforme ealleanze alternativa a quelladi Veltroni. E questo fine setti-mana saranno i "Coraggiosi" diFrancesco Rutelli a riprenderee sostenere le tesi dalemiane.Tuttoquestoavverrprimadel-laDirezionedelPdprogramma-ta per marted dove a rigore se ne dovrebbe parlare. Ma, seaccadrcomeinaltripreceden-ti appuntamenti ufficiali delpartito,tuttorimarrsottotrac-cia.Mai,infatti,DAlemahapre-solaparolanallassembleaco-stituente n in altre sedi prefe-rendolaFondazioneItalianieu-ropei per marcare la differenzaconilsegretario.

Li. P.

Immigrati. Maroni e Frattini indignati

Impronte ai rom,il Parlamento Ueboccia Maroni

BERLUSCONI SODDISFATTOCominciamoad essere unPaesenormale, i democraticichiariscano la...