VIII Convegno Nazionale Self-Help/Auto-Aiuto/Auto-Mutuo-Aiuto

  • Published on
    10-Jan-2016

  • View
    67

  • Download
    0

Embed Size (px)

DESCRIPTION

VIII Convegno Nazionale Self-Help/Auto-Aiuto/Auto-Mutuo-Aiuto Il Diritto di stare bene Il Dovere di aiutare. Ancona, 28-29-30 Settembre 2012 Mole Vanvitelliana. I Gruppi di Auto-Mutuo-Aiuto nelle Marche: Dalla Crisi di Sistema alla riscoperta della Solidariet Dott. Adelmo Tancredi - PowerPoint PPT Presentation

Transcript

  • VIII Convegno NazionaleSelf-Help/Auto-Aiuto/Auto-Mutuo-AiutoIl Diritto di stare bene Il Dovere di aiutareAncona, 28-29-30 Settembre 2012Mole VanvitellianaI Gruppi di Auto-Mutuo-Aiuto nelle Marche:Dalla Crisi di Sistema alla riscoperta della Solidariet

    Dott. Adelmo TancrediCoordinamento Regionale Marche Gruppi AMA

  • I Gruppi di Auto-Mutuo-AiutoNelle MarcheI Gruppi di Auto-Mutuo-Aiuto nelle Marche nascono intorno agli anni 80, con una rapida crescita verso la fine degli anni Novanta, favoriti anche dai Servizi

  • La crescita dei Gruppi A.M.A. nelle Marche

    Grafico1

    2

    4

    7

    13

    14

    17

    25

    32

    37

    43

    48

    Foglio1

    Anno 198122

    Anno 198542

    Anno 199973

    Anno 2000136

    Anno 2001141

    Anno 2002173

    Anno 2003258

    Anno 2004327

    Anno 2005375

    Anno 2006436

    Anno 2007485

    Foglio1

    Foglio2

    Foglio3

  • Tipologia dei Gruppi

    Grafico3

    12

    18

    4

    2

    9

    1

    Tipologia dei Gruppi A.M.A.

    Foglio1

    Tipologia dei Gruppi A.M.A

    Dipendenze12

    Salute Mentale18

    Malattie Croniche4

    Disabilit2

    Ambito socio-educativo9

    Altro1

    Totale46

    Anno di Attivazione dei Gruppi

    Anno 19812

    Anno 19852

    Anno 19993

    Anno 20006

    Anno 20011

    Anno 20023

    Anno 20038

    Anno 20047

    Anno 20052

    34

    Gruppi A.M.A. per Provincia

    Ancona20

    Macerata9

    Pesaro-Urbino9

    Ascoli Piceno8

    46

    Facilitatore

    Si33

    No13

    46

    Gruppi di Auto-Mutuo-Aiuto in Italia

    (dati della Fondazione A. Devoto - Firenze)

    19991603

    20063265

    Differenza:1662

    Distribuzione per Regioni

    Valle d'Aosta21

    Liguria122

    Trentino Alto Adige147

    Friuli Venezia Giulia179

    Piemonte250

    Emilia Romagna147

    Veneto476

    Lombardia553

    Umbria79

    Marche102

    Toscana285

    Lazio305

    Molise11

    Basilicata25

    Calabria53

    Abruzzo58

    Puglia65

    Campania68

    Sardegna60

    Sicilia73

    Foglio1

    Tipologia dei Gruppi A.M.A.

    Foglio2

    Anni

    N. gruppi

    Anno di Attivazione dei Gruppi

    Foglio3

    Gruppi A.M.A. per Provincia

    Presenza del Facilitatore

    1999 2006 Differenza

    N.

    Gruppi per Regioni d'Italia

  • Crisi del Post-ModernoLa crescita dei gruppi AMA avviene parallelamente alla crisi della societ post-moderna: implosione delle relazioni, crisi della tecnologia delumano, limiti della varie forme di cura psicologica, psichiatrica, psicoterapicaLa filosofia dellauto-mutuo-aiuto determina la rivalutazione delle relazioni umane, del sapere esperienziale, del valore del contesto e del fare assieme

  • Relazione di AiutoRicerca di nuovi significati nella relazione di aiuto, ambiguamente compresa tra aiuto e manipolazione dellAltroRidare un senso allesperienza umana, in tutte le sue forme, attraverso la riscoperta della narrazione e della testimonianza di vita

    Tutte le famiglie felici si somigliano; ogni famiglia infelice invece disgraziata a modo suo (Tolstoy)

  • Crisi del Sistema di WelfareIl vecchio sistema di Welfare, progettato negli anni 70, entrato in crisi, senza poter ritrovare ancora un definitivo modello organizzativoLe risorse economiche, continuamente ridotte rispetto ai bisogni crescenti, vengono destinate a progetti di cui non sempre viene valutato limpatto e la reale efficacia (F.Folgheraiter: Saggi di Welfare, Trento, Erickson, 2009)

  • La Care unita alla CuraRiconoscimento del valore delle relazioni umane nei percorsi di curaValorizzazione e crescita delle capacit terapeutiche di base insite in ognuno, della capacit naturale di prendersi cura di unaltra personaLe relazioni umane e il sostegno tra le persone riescono a trasformare la sofferenza in energia vitale positiva(F. Folgheraiter, 2009; Levinas, 1998)

  • Nuovi Bisogni di CrescitaI gruppi rappresentano palestre attrezzate di parole e sentimento per le relazioni autentiche, una palestra in cui le persone imparano la difficile arte del cambiamento personale (auto-aiuto) e allo stesso tempo laltrettanto pregiata arte della terapia (mutuo-aiuto) (F.Folgheraiter: Saggi di Welfare, Trento, Erickson, 2009)

  • Self-Help e Sistemi Formali di CuraSpesso i gruppi di Self-Help sono nati in contrapposizione ai sistemi formali di curaNel caso delle Marche, essi sono nati in continuit e rappresentano un valore aggiunto dei servizi stessi

  • Il modello delle Marche:Le piccole realt localiLa cultura della condivisione e della mutualit si lega ad aspetti storici e culturali che finora hanno permesso la sopravvivenza del modello sociale e ambientale tipico delle Marche

  • Protezione e Comunit La sfida da affrontare rappresentata dalla necessit di tutelare le nuove forme di fragilit, rispettando le esigenze dei cittadini e delle piccole comunitE necessario elaborare un sistema integrato di servizi basato sulla condivisione e sul coinvolgimento, ripensando radicalmente il concetto e il modello di Welfare

  • Beni Relazionali e ComunitLa reciprocit, dunque, il dono pi il movimento che lega luno con laltroComunit e legame rappresentano beni relazionali da trasferire alle giovani generazioni, anche attraverso lesperienza dellauto-mutuo-aiuto.

  • Dal Welfare State alla Welfare Community

    Abbiamo assistito negli ultimi anni ad una progressiva revisione del sistema di assistenza a cui hanno contribuito in particolare la legge-quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi socialiLe leggi che hanno progressivamente ordinato e regolarizzato il terzo settore hanno ridisegnato complessivamente in modo innovativo il sistema di welfareLeffetto di queste leggi di aver posto al centro del sistema dei servizi la comunit locale e le persone e di aver sancito il passaggio dal welfare state alla welfare community

  • Self-Help e Sistemi di CuraI gruppi di auto aiuto sono sempre pi riconosciuti come una metodologia che integra ed estende lattuale sistema di cura sanitaria e della salute mentale (Borkman, 1990; Katz, 1981)Secondo una stima di Lieberman e Snowden (1993) negli Stati Uniti circa 25 milioni di persone usufruiscono o hanno usufruito di un gruppo di auto aiuto

    "Although the world is full of suffering...it is also full of overcoming it(Helen Keller)

  • In Germania secondo Matzat (2001-2002), lattivit dei gruppi coinvolge circa 3-4 milioni di persone ed sostenuta con un finanziamento pubblico di circa 36 milioni di euro (http://www.nakos.de)There are approximately 280 self help clearing houses and a large number of topic-specific self help organizations (as to diabetes, rheumatic diseases, cancer etc.) in Germany ...It is estimated that approximately 3 million individuals are engaged in 70,000 to 100,000 self help groups, covering virtually every topic relating to medical, psychological, and social issues (M. Bobzien, comunicazione personale, Hamburg, 2006)

  • Prospettive per un Nuovo WelfareCreare un nuovo Welfare che valorizzi le relazioni umane, la cura della persona, latteggiamento protettivo della comunit verso il singoloRiscoperta del valore della persona e dei legami che lo legano agli altri(F. Folgheraiter, 2009; Levinas, 1998)

  • Origini A.M.A.Nella pratica del mutuo-aiuto noi possiamo scorgere la concreta e sicura origine delle nostre concezioni etiche. Noi possiamo affermare che nel progresso etico delluomo il sostegno mutuale - non la reciproca lotta - abbia avuto un ruolo essenziale (P. Kropotkin: Mutual Aid: A Factor in Evolution, 1902)

  • (The Ottawa Charter for Health PromotionFirst International Conference on Health Promotion, Ottawa, 21 November 1986) LOMS definisce lAuto-Aiuto o Self- help come tutte le azioni promosse da non professionisti per promuovere, mantenere o recuperare la salute, intesa come completo benessere fisico, psicologico e sociale in una comunit

    COS LAUTO-MUTUO-AIUTO

  • Definizione di Auto-Mutuo-AiutoI gruppi di self-help sono strutture di piccolo gruppo, a base volontaria, finalizzati al mutuo aiuto ed al raggiungimento di particolari scopi. Essi sono di solito costituiti da pari che si uniscono per assicurarsi reciproca assistenza nel soddisfare bisogni comuni, per superare un comune handicap o un problema di vita o per impegnarsi a produrre desiderati cambiamenti personali o sociali. (Katz e Bender; F. Folgheraiter)

  • Gruppi di Pari Individui alla pari Bisogni comuni Obiettivi specifici.Empowerment

  • Risposta al disagioLe persone si riuniscono per comprendere e comprendersi, trovano nella mutualit forti motivazioni in grado di proiettare le proprie condizioni di disagio verso orizzonti di crescita

  • Responsabilit e Protagonismo LA.M.A. , pertanto, considerato oggi a livello mondiale come uno degli strumenti di maggiore interesse per ridare ai cittadini responsabilit e protagonismo, per umanizzare lassistenza socio-sanitaria, per migliorare il benessere della comunit

  • I soggetti nei GruppiSenso di appartenenza Orientamento ai problemi e alle esperienze ParitObiettivi comuni e una storia comune;Azione di gruppo;Leadership condivisa;Comunicazione orizzontale;Coinvolgimento

  • Perch un gruppo A.M.A.Aiutando gli altri si aiuta anche se stessi;Chi ha la possibilit di vedere il proprio problema a distanza, fuori di s, lo ritiene pi facile da gestire;Chi aiuta gli altri, mentre lo fa, sperimenta un sentimento di utilit e riceve riconoscimento;Nel gruppo, la persona da problema si trasforma in risorsa;

  • Ascolto, fiducia, rispett

Recommended

View more >