Agricolturiamo insieme

  • Published on
    15-Aug-2015

  • View
    25

  • Download
    0

Embed Size (px)

Transcript

<ol><li> 1. Documentazione dell'Unit di competenza: 'Agricolturiamo insieme' Istituto scolastico: Scuola d'infanzia 'Maria Immacolata' Selvatelle (PI) Destinatari: Bambini iscritti al I, II e III anno della Scuola d'Infanzia </li><li> 2. Descrizione della genesi del percorso didattico Il progetto stato ideato e costruito direttamente dall'organo di coordinamento della Fondazione 'Madonna del soccorso' ONLUS di Fauglia cui fa parte un rappresentante di ogni struttura dell'ente ed presieduto dal Direttore e si riunisce mensilmente. </li><li> 3. Il Direttore, sentito il Presidente, congiuntamente all'organo di Coordinamento, ha incaricato l'educatrice Valentina Balestri di frequentare il Corso e formulare il progetto congiuntamente alle colleghe </li><li> 4. Il Direttore, sentito l'organo di Coordinamento, ha approvato il Progetto incaricando Valentina Balestri di realizzarlo congiuntamente alle colleghe insegnanti della Scuola d'infanzia 'Maria Immacolata' di Selvatelle </li><li> 5. Il Progetto elaborato, parte di un progetto pi complesso di n. 4 Unit e Competenza e denominato 'Il bambino e la natura: cose, piante, animali e sguardo al prima di noi', stato presentato dal Direttore e dagli educatori anche a tutti i genitori. Il progetto prevedeva anche alcune uscite delle quali una al Parco Preistorico di Peccioli ed una alla Fattoria Didattica di Ceppaiano. </li><li> 6. Descrizione del percorso didattico, dove siano chiaramente individuabili lo sviluppo concettuale e lapproccio metodologico Il percorso didattico si sviluppato a partire dalla fine della stagione invernale e l'avvio della riflessione del 'risveglio della natura' </li><li> 7. I bambini, dopo una prima riflessione sul tema della primavera, sono stati avviati accompagnati dagli insegnanti ad un primo contatto con la natura ed hanno iniziato a seminare e piantare bulbi e piantine in appositi vasi contenenti terriccio </li><li> 8. Dopo l'azione della semina le insegnanti hanno approfondito il tema circa le condizioni necessarie allo sviluppo delle piante riflettendo sull'importanza di luce, acqua ed aria </li><li> 9. Al primo spuntare delle piantine le maestre, ricordando l'importanza degli elementi sopra citati e la cura dell'uomo sulla natura, hanno approfondito il tema del rapporto uomo-natura e dell'importanza che la stessa ha anche per il ciclo di tutte le specie viventi. </li><li> 10. I bambini hanno seguito la crescita dei semi e delle piantine verificando l'importanza che acqua, luce ed areazione hanno sulla loro crescita </li><li> 11. A questo punto intervenuto il consulente ing. David Bacci che, in pi lezioni, ha integrato la didattica della scuola approfondendo il meccanismo delle piante di produzione di ossigeno e, quindi, la loro fondamentale importanza per l'ecosistema, il clima e, quindi, anche per l'uomo. Inoltre, come conseguenza dei cambiamenti climatici indotti dall'inquinamento, hanno riflettuto sui riflessi che tali processi hanno per il nostro pianeta. </li><li> 12. Durante gli incontri con i genitori stato chiesto a titolo di monitoraggio - se gli stessi hanno avuto percezione dai figli dell'apprendimento di alcuni elementi relativi al progetto e la risposta stata affermativa con tanto apprezzamento per l'iniziativa realizzata </li><li> 13. L'esperienza stata poi riassunta, a cura dei bambini, con l'ausilio degli insegnanti, in appositi cartelloni che ripercorrono il progetto ed i principali elementi trattati. Per ogni unit di competenza, infatti, era prevista o una visita finale all'esterno della Scuola oppure la realizzazione di un elaborato riassuntivo della iniziativa a cura dei bambini con il fine di contribuire maggiormente al percorso di apprendimento. </li><li> 14. Risultati ottenuti Questa Unit di competenza ha fornito ai bambini elementi essenziali inerenti, principalmente, tre aspetti: 1) Rapporto uomo-natura: ha sensibilizzato i bambini ad aver rispetto del mondo vegetale e contribuire alla sua conservazione nella consapevolezza del ruolo fondamentale che le piante hanno, producendo ossigeno, nel conservare un equilibrio ambientale e climatico nell'intero pianeta. </li><li> 15. 2) Rapporto mondo vegetale-clima: i bambini hanno iniziato ad apprendere che, grazie alla capacit di produrre ossigeno, le piante influiscono in maniera determinante per la conservazione dell'equilibrio biologico e climatico con uno sguardo di prospettiva rispetto a ci che accadde anche all'epoca delle glaciazioni e dei relativi cambiamenti climatici indotti con i suoi effetti anche sulle specie animali dell'epoca. </li><li> 16. 3) rapporto mondo vegetale ed animale: considerato che ogni essere vivente e, quindi, anche il mondo animale (compreso l'uomo) vive in un determinato habitat il cui studio stato analizzato in altra UDC risulta fondamentale contribuire all'equilibrio biologico della specie e dello stesso clima per il bene di ogni essere vivente. Su questo aspetto i bambini hanno riflettuto anche con un gioco di riconoscimento degli animali in lingua inglese. </li><li> 17. Il progetto stato molto apprezzato da bambini, famiglie, educatori e gestori. Ha rappresentato un ottimo supporto alla didattica ordinaria ed un prezioso arricchimento del bagaglio culturale-conoscitivo dei bambini. Si ringrazia la Regione Toscana per l'ottima opportunit educativa offerta e finanziata. </li></ol>