Esse o' Esse' clima - Scuola Infanzia DIAZ

  • Published on
    15-Aug-2015

  • View
    16

  • Download
    1

Embed Size (px)

Transcript

  1. 1. Documentazione dell'Unit di competenza:U86 e U320 Progetto 72 Esse o esse clima Istituto Comprensivo Pacinotti PONTEDERA Ins. GALLUZZI E. - ORSINI M. 5 anni Scuola Infanzia Diaz Ore dedicate al percorso :intero a.s.
  2. 2. Corso di Formazione Cambiamenti Climatici settembre novembre 2013 di 20h ins. Galluzzi successivo Progetto 72 esse oesse clima U 86 . Vista let dei bambini con i quali sar svolto il progetto le insegnanti decidono di partecipare Corso di formazione Cambiamenti climatici settembre novembre 2014 di 20h Orsini e Galluzzi Per integrazione progetto Esse oesse clima U320 Istituto Comprensivo Pacinotti Scuola dellinfanzia DIAZ sezione di 30 bambini di 5 anni Intero a.s. 2014-2015 In quanto necessario costruire con i bambini i pre-requisiti necessari mancanti per affrontare argomenti complessi CONTINUITA a.s. 2012-2013 e 2013-2014 con Laboratorio Didattico Territoriale LDT, Prima Scienza Valdera, che ha avviato , i bambini allacquisizione di un metodo di lavoro scientifico. Con Lass.l a tartaruga con i percorsi dellacqua e dellinquinamento I fratelli scialacquoni e lUNIPI agraria con la Dott.ssa PELLEGRINI progetto di sezione Lorto-giardino di FATALISA Attraverso la metodologia della RICERCA-AZIONE
  3. 3. PERCHE stato costruito A seguito della partecipazione al corso di formazione settembre 2014 di entrambe le insegnanti ed alla possibilit di accedere a nuovi finanziamenti stata realizzata la U320. Pertanto il progetto che si doveva svolgere in un minoro lasso di tempo si sviluppato per lintero anno scolastico e i pre-requisiti programmati ( al di fuori del progetto) sono diventati la U320. Questa documentazione, quindi, deve esser letta come un tuttuno tra la U320 e la successiva U86. In questo modo le U sono collegate sia attraverso una consequenzialit temporale e una consequenzialit di acquisizione di competenze da parte dei bambini.
  4. 4. COME stato costruito Le U 320 e U86 sono state frazionate in unit di apprendimento che, attraverso i contenuti scelti e la metodologia della ricerca- azione hanno consentito ai bambini di raggiungere gli obiettivi prefissati e le successive competenze delle U suddette. Il percorso si pone in continuit con le attivit svolte negli anni precedenti in ambito L.D.T. e con i seguenti operatori Ass. La Tartaruga i percorsi dellacqua e dellinquinamento I fratelli scialacquoni . UNIPI agraria la Dott.ssa PELLEGRINI progetto di sezione 2013-2014 Lorto-giardino di FATALISA.
  5. 5. Tematica Attivit con insegnanti Attivit con operatori ACQUA gli stati ciclo dellacqua, Inquinamento :depuratore disastri : Moria dei pesci e alluvione Amici per Natura Cartone animato Bio-indicatori ambientali Valutazione purezza dellacqua in natura Ass. la Tartaruga: Viaggio dellacqua: dalla sorgente( Caldaccoli) al ritorno in natura (depuratore) Viaggio dellacqua in bottiglia Viaggio dellacqua nel bicchiere Valutazione purezza dellacqua sul fiume sterza tramite Bio-indicatori Soci coop Pontedera META ha fornito il DVD Amici per natura Tagete edizioni: Michele Quirici ARIA Registrazione e tabulazione situazione meteorologia giornaliera , con tabulazione mensile dei dati. Inquinamento smog Forte urbanizzazione e gas scarico Riscaldamento ARIA e conseguenze Amici per Natura Cartone animato Bio-indicatori ambientali I disastri del VENTO Biomonitoraggio dellaria con Kit di tabacco UNIPI Agraria Prof.ssa PELLEGRINI Elisa Viaggio dellacqua in bottiglia trasporto su gomma Temperatura delaria e conseguenze Biomonitoraggio dellaria con Kit di tabacco TERRA Inquinamento rifiuti Bio-indicatori ambientali Amici per Natura Cartone animato UNIPI Agraria Prof.ssa PELLEGRINI Elisa Semina e trapianto Soci coop Pontedera META ha fornito il DVD Amici per natura VADDI Valutazione Gioco simulazione genitori, esperti, C.I. ins., Laboratorio riciclo creativo BAMBINI Dott.ssa BIBIANA LO SAPIO Prof. Merluzzo l., Malventi M., Noemi e Noemi, Di Franco A.
  6. 6. Tradurre le esperienze in linguaggi espressivi e diversificati ricaduta sul curricolo LA CONOSCENZA DEL MONDO (Campo di esperienza dominante tutti gli operatori e tutte le azioni) Avviarsi allesplorazione , alla scoperta e ad una prima organizzazione cognitiva della conoscenza del mondo esterno I DISCORSI E LE PAROLE Attraverso la metodologia della ricerca-azione che quotidianamente si svolge nel momento del cerchio, ogni bambino stimolato a esprimersi verbalmente sulle argomentazioni trattate. Osservare , descrivere e raccontare verbalmente le esperienze vissute, formulando ipotesi e previsioni. Acquisire un linguaggio specifico IL SE E LALTRO Valorizzare lappartenenza ad un gruppo, la condivisione di spazi giochi e regole IMMAGINI SUONI E COLORI Rielaborare attraverso tecniche diverse le esperienze vissute IL CORPO E IL MOVIMENTO Acquisire fiducia in se stesso e nelle proprie capacit
  7. 7. Descrizione del percorso didattico
  8. 8. U 320 Capire che il clima condizionato da diversi fattori: temperatura , pioggia, vento, sole , nebbia, neve, grandine. Ob. osservazione e registrazione giornaliera degli elementi meteorologici su apposite griglie cartesiane. Con relativa tabulazione mensile e successiva analisi e discussione degli elementi che hanno determinato il tempo meteorologico in quel mese. Ob. acquisire consapevolezza delle relazioni esistenti tra le condizioni del tempo e la vita degli esseri viventi. Ob. Formulare ipotesi e previsioni e mettere in relazione diversi elementi di uno stesso sistema per scoprirne le conseguenze
  9. 9. ob.Scoprire, osservare, descrivere l'ambiente vicino a noi. ob. Intuire la fragilit degli ecosistemi legati all'azione dell'uomo : i cambiamenti climatici. ob. Agire in modo conseguente : eco codice per rallentare i cambiamenti climatici. U 86 Promuovere negli alunni, nelle loro famiglie e nella comunit scolastica comportamenti eco-sostenibili nei confronti della risorsa acqua e dei cambiamenti climatici rendendoli consapevoli che ogni azione ha la sua conseguenza sullambiente
  10. 10. Cartellone per la registrazione delle presenze E filastrocca sugli elementi del tempo meteorologico inventata dai bambini per a memorizzazione dei giorni della settimana Cartellone per la registrazione giornaliera del tempo meteorologico
  11. 11. Con laiuto di alcune storie scopriamo gli elementi del tempo meteorologico Il vento e il sole Esopo Un giorno il vento e il sole cominciarono a litigare. Il vento sosteneva di essere il pi forte e a sua volta il sole diceva di essere la forza pi grande della terra. Alla fine decisero di fare una prova. Videro un viandante che stava camminando lungo un sentiero e decisero che il pi forte di loro sarebbe stato colui che sarebbe riuscito a togliergli i vestiti . Il vento, cos, si mise all'opera : cominci a soffiare ,e soffiare , ma il risultato fu che il viandante si avvolgeva sempre pi nel mantello. Il vento allora soffi con pi forza , e l'uomo chinando la testa si avvolse un sciarpa intorno al collo. Fu quindi la volta del sole, che cacciando via le nubi, cominci a splendere tiepidamente. L'uomo che era arrivato nelle prossimit di un ponte , cominci pian piano a togliersi il mantello. Il sole molto soddisfatto intensific il calore dei suoi raggi , fino a farli diventare incandescenti. L'uomo rosso per il gran caldo, guard le acque del fiume e senza esitare si tuff . Il sole alto nel cielo rideva e rideva!! Il vento deluso e vinto si nascose in un luogo lontano.Ascolto e rielaborazione verbale attraverso domande aperte e riproduzione grafica della storia Il VENTO e il SOLE
  12. 12. SOLE, NUVOLA e GRANDINE Domande stimolo per la comprensione del testo: Ascolto e rielaborazione verbale attraverso domande stimolo e riproduzione grafica della storia Il sole e la nuvola di Rodari G.
  13. 13. RICADUTA sugli altri campi di esperienza Attivit COLORO. RITAGLIO e INCOLLO gli elementi individuati nelle storie ascoltate nelle posizioni richieste
  14. 14. PIOGGIA e NUVOLE Alluvione e desertificazione Ascolto e rappresentazione in tre sequenze della storia, utilizzando tecniche espressive diverse LOMINO DELLA PIOGGIA di Rodari G.
  15. 15. a questo punto del nostro lavoro riteniamo opportuno ampliare le nostre conoscenze sullelemento ACQUA Esperienze con lacqua : dallacqua al ghiaccio e viceversa
  16. 16. Esperienze con lacqua : dallacqua al vapore e viceversa
  17. 17. La forma dellacqua
  18. 18. CICLO dellACQUA
  19. 19. CICLO dellACQUA
  20. 20. Ass. La Tartaruga operatore Monica Tognoni in continuit alle esperienze degli anni precedenti ricorda ai bambini la necessit di fare un uso consapevole della risorsa ACQUA ed introduce luscita a CALDACCOLI Ass. La Tartaruga operatore Monica Tognoni
  21. 21. Visita didattica Sorgente CALDACCOLI
  22. 22. Rielaboriamo verbalmente lesperienza con gli esperti : LEONARDO e MONICA
  23. 23. Utilizziamo lesperienza della sorgente di Caldaccoli per la nostra CONTINUITA con la Scuola Primaria
  24. 24. Visita didattica Depuratore di Pontedera
  25. 25. Riflettiamo sullesperienza vissuta
  26. 26. La DEPURAZIONE
  27. 27. Cosa vediamo al MICROSCOPIO ELETTRONICO
  28. 28. I batteri diventano la nostra maschera di CARNEVALE
  29. 29. Se inquiniamo i fiumi ..I DISASTRI
  30. 30. ALLUVIONE
  31. 31. Esperto in sezione Edizioni Tagete Michele Quirici
  32. 32. AMICI per NATURA
  33. 33. Cerchiamo di scoprire quali strumenti ha la NATURA per farci capire se c INQUINAMENTO
  34. 34. BIO-INDICATORI ambientali: TERRA ACQUA ARIA
  35. 35. Visita didattica FIUME La Sterza
  36. 36. a questo punto del nostro lavoro riteniamo opportuno ampliare le nostre conoscenze sullelemento ARIA
  37. 37. LA NUVOLA e LA DUNA Temperatura e desertificazione La nuvola e la duna . Racconto popolare rielaborato da Paulo