presentazione Altra Scuola

  • Published on
    14-Dec-2014

  • View
    635

  • Download
    1

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Questo documento parte da una analisi del fenomeno del disagio scolastico e della dispersione per arrivare a proporre forme d'intervento innovative basate su un approccio centrato sullo studente e su una didattica metacognitiva.

Transcript

  • 1.

2. ALTRAscuola unassociazione composta da un gruppo di professionisti- docenti, psicologi, pedagogisti -che hanno maturato una esperienza pluriennale in ambito scolastico, in particolare con ragazzi che manifestano diverse forme di disagio (personale, scolastico, sociale) odifficolt dal punto di vista degli apprendimenti. Chi ALTRAscuola 3. ALTRAscuola nataper darerispostaai bisogni formativi e distruzione degli studenti in difficoltnel loro percorso scolastico.Lofferta di ALTRAscuola innovativaper il suoapproccio olisticoallo studente e ai suoi bisogni. Chi ALTRAscuola 4. ALTRAscuola si rivolge, in particolare, a queglistudenti della scuola media inferiore e superiore che vivono situazioni di disagio scolasticoovverosituazioni disofferenza e difficoltasia neiprocessi dapprendimentosia nellerelazioni interpersonalicon i compagni e gli insegnanti. ALTRAscuola per chi 5.

  • Il disagio scolastico degli studentisi manifesta generalmenteattraverso forme di
  • disagio personale
  • difficolt dapprendimento
  • scarsa motivazione
  • difficolt di relazione
  • ed destinato ad alimentarequel fenomeno noto comedispersione scolastica.

ALTRAscuola per 6. Con dispersione scolastica si intendeuna molteplicit di fenomeni : forme didisimpegno ,assenteismo , bocciature ,interruzioni , trasferimentiad altre istituzioni,basso rendimento , assolvimento dellobbligo con qualit scadente dei risultati.Per aver presente le dimensioni di questo fenomeno, osserviamo una sintesi didati a livello nazionale divulgati dal M.P.I. (2008)La dispersione scolastica 7. Scuola media inferiore: il 97% degli iscritti prende la licenza media,di cuiil 50% circa con una valutazione sufficiente. Questo significa aver gi accumulato deficit di competenze di base . La dispersione scolastica 8.

  • Scuola media superiore:
  • il 25% degli iscritti
  • abbandona gli studi o viene espulso
  • Il 70% dei frequentanti riporta una o pi
  • insufficienze al termine del primo quadrimestre.

La dispersione scolastica 9. Nella provincia di Bologna (A.S. 2008-2009) Il passaggio tra la classe I e la classe II particolarmente critico per i ragazzi che frequentano un istituto superiore di II grado : al termine della.s. 2008/09 stato infatti bocciato il 18% dei frequentanti. Tale difficolt presenta intensit differenti:al liceo i bocciati sono l8% degli scrutinati , il29% degli studenti di un istituto professionale , il 22% di un istituto tecnico e il 17% di un istituto dellarea artistica. La dispersione scolastica 10. Nella provincia di Bologna (A.S. 2008-2009) Al termine del ciclo scolastico secondario di II grado, inoltre, poco pi del 70% degli studenti si trova in una condizione di regolarit (individuata data dalla corrispondenza tra et anagrafica/classe frequentata). La dispersione scolastica 11.

  • Nella provincia di Bologna (A.S. 2008-2009)
  • A proposito di regolarit, i percorsi allinterno delle macroaree dellistruzione sono differenziati.
  • Inclasse Vla percentuale deiregolari:
  • 86% nei licei
  • 67% negli Istituti Tecnici
  • 65% nellarea artistica
  • 49,3% nellarea professionale

La dispersione scolastica 12. Nella provincia di Bologna (A.S. 2008-2009) nel corso delprimo biennio del ciclo secondario di II gradoche il fenomeno dellirregolarit delle carriere scolastiche si manifesta con particolare gravit. Nella transizione tra la classe I e la classe II neiprofessionali 4 studenti su 10restano indietro, circa2 su 10 nei tecnici , poco meno di3 su 10 nellarea artisticae meno di1 su 10 nei licei . La dispersione scolastica 13. Cosa emerge dai dati Esiste undivario di risorse e di patrimonio culturaletra chi siscrive in un liceo e chi siscrive in un tecnico o in un professionale. Questo divario non viene colmato e porta ad unalta percentuale dinsuccesso, di irregolarit e di abbandono negli istituti tecnici e nei professionali in particolare . La dispersione scolastica 14. Le nostre considerazioni Gli studenti in difficolt sono destinati a trovare sempre meno aiuti allinterno della scuola pubblica , che subisce tagli significativi di risorse, non potendo cos dotarsi di metodologie e professionalit adatte ad affrontare la crescente complessit dellutenza e della societ. La dispersione scolastica 15. Lofferta diALTRAscuola s inserisce in questo scenario con unaproposta alternativa , basata su unavisione olistica dello studentee dei suoi bisogni.Per questo viene presa in considerazione non solo la sfera cognitivae degli apprendimenti, ma anche quella affettivo- relazionale e il rapporto con il proprio corpo (laccettazione dellimmagine corporea infatti uno dei problemi pi sentiti in adolescenza).Perch ALTRAscuola 16. Lofferta di attivit per il recupero scolastico diALTRAscuola fa riferimentoallapproccio umanisticocentrato sullo studente. Intende avvalersi, inoltre, di unadidattica di tipo metacognitivo ,in grado di fornire non solo conoscenze ma soprattuttostrumenti , come la costruzione di un metodo di studio personale ed efficace.Cosa offre ALTRAscuola 17. A partire dallinvio da parte degli insegnanti o dei genitori degli studenti,lintervento nel doposcuolasi articola in 7 steps: Step 1: colloquio con lo studente. Il colloquiocon lo studente finalizzato a conoscere la definizione che lo studente d del problemae prevede un approfondimento riguardante la motivazione, le abilit di studio (es.test AMOS) e le variabili psicologiche in gioco nei processi dapprendimento. Il come: ALTRAscuola 18. Step 2: colloquio con la famiglia. Definizione del problema da parte dei familiari dello studente e ricostruzione del percorso scolastico. Step 3: valutazione psicopedagogicaed elaborazione del progetto educativo-didattico . I colloqui conoscitivi e i tests sono finalizzati ad una valutazione psicopedagogica dello studentein grado di orientare il progetto educativo-didattico. Il come: ALTRAscuola 19. Step 4: condivisione del progetto. Il progetto educativo-didattico contiene la valutazione iniziale, il lavoro che sintende fare e gli obiettivi da perseguire . Alla famiglia e allo studente si chiede di sottoscrivere il progetto. Una copia del progetto inviata agli insegnanti a scopo informativo. Il come: ALTRAscuola 20. Step 5: la proposta formativa Due incontri settimanali di due ore ciascuno ,in piccolo gruppo (min.3-max.5). I tempi e gli spazi si dividono traattivit di recupero disciplinare e attivit laboratoriali . Queste ultime sono orientateAlla scoperta del s,e privilegiano la dimensione espressiva, con particolare attenzione alla sfera affettivo-relazionale e al corpo. Il come: ALTRAscuola 21. Step 6: costruzione del portfolio. Le diverse attivit vengono documentate e i documenti conservati in un raccoglitoreche costituisce la memoria del percorso e uno strumento di comunicazione con la famiglia e gli insegnanti relativo al lavoro svolto. Il come: ALTRAscuola 22. Step 7: la valutazione. La valutazione orientata decisamente insenso formativo(verifiche in itinere per valutare il percorso svolto, le difficolt che sincontrano o i successi ottenuti) e deve portare gradualmente alla maturazione di forme diautovalutazione , che costituiscono la prova della capacit maturata di padroneggiare i processi di apprendimento. Il come: ALTRAscuola 23. Interventi rivolti agli studenti delle classi prime degli istituti tecnici e professionali, finalizzati alla promozione del successo scolastico. Questi interventi prevedono: la valutazione delle abilit di studio, con opportuni strumenti; la riflessione sui dati emersi insieme agli insegnanti; lindividuazione di strategie e metodi di studio efficaci, in relazione ai diversi stili cognitivi degli studenti. Altri progetti: 24. Iniziative rivolte sia alle scuole sia alla cittadinanza, finalizzate alla discussione e allapprofondimento del tema Ladolescenza e il disagio scolastico. Gli incontri-dibattito saranno aperti dalla visione di films accuratamente selezionati per illuminare i diversi aspetti del disagio adolescenziale e scolastico e facilitare la discussione. Altri progetti: 25.

      • Il Progetto ALTRAscuola intende promuovere le proprie iniziative, muovendosi in unalogica sistemica e di rete.
      • Per questo si avvieranno rapporti di collaborazione con tutti gli enti, presenti nel territorio, che condividono le finalit del progetto.

ALTRAscuola 26.

  • Contatti e informazioni:
  • Tel. 0516762205
  • E mail :[email_address] . com
  • Blog :www. altra-scuola . blogspot . com

ALTRAscuola