Marcella Marletta - Vetustà ed obsolescenza del parco tecnologico delle aziende sanitarie

  • Published on
    13-Apr-2017

  • View
    77

  • Download
    0

Embed Size (px)

Transcript

  • VETUST ED OBSOLESCENZA DEL PARCO TECNOLOGICO DELLE AZIENDE SANITARIE:INNOVAZIONE E GESTIONE

    DOTT.SSA MARCELLA MARLETTA, DIRETTORE GENERALE DELLA DIREZIONE GENERALE

    DEI DISPOSITIVI MEDICI E DEL SERVIZIO FARMACEUTICO

  • LO SCENARIO

    DA UN RECENTE STUDIO CONDOTTO DAL CENTRO STUDI DI ASSOBIOMEDICAE RISULTATO CHE BEN 6400 APPARECCHIATURE DEDICATE ALLA DIAGNOSTICAPER IMMAGINI HANNO SUPERATO LA SOGLIA DI ADEGUATEZZA TECNOLOGICA,INDICATA INTORNO AI 5 7 ANNI. INOLTRE, IL 72% DEI MAMMOGRAFI, IL 76%DEI SISTEMI RADIOGRAFI CONVENZIONALI, IL 66% DELLE UNITA MOBILIRADIOGRAFICHE ANALOGICHE E IL 60% DEI SISTEMI TELECOMANDATICONVENZIONALI SONO RISULTATI DATATI DA PIU DI DIECI ANNI.

  • GLI EFFETTI E LOBIETTIVO DA PERSEGUIRE

    A PAGARE QUESTA SITUAZIONE - NON PI SOSTENIBILE - SONO I CITTADINI, CHERICEVONO PRESTAZIONI CON MACCHINARI TECNOLOGICAMENTE VECCHI.

    LOBIETTIVO DA PERSEGUIRE, AL CONTRARIO, DOVREBBE ESSERE QUELLO DIMIGLIORARE L'EFFICIENZA E LA QUALIT CONCENTRANDOSI SULLA SALUTEPUBBLICA E SULLA PREVENZIONE ASSICURANDO AI PAZIENTI CURE GIUSTE, ALMOMENTO GIUSTO E NEL MODO GIUSTO.

  • LAZIONE SUGGERITA

    UNO STRUMENTO POTENZIALMENTE UTILE A TALE SCOPO, RAPPRESENTATO, INTERMINI GENERALI, DALLINSIEME DEI PROCESSI DI RITIRO DI RISORSE SANITARIE(PARZIALE O COMPLETO) DA PRATICHE ASSISTENZIALI ESISTENTI, PROCEDURE SANITARIE,TECNOLOGIE CHE FORNISCONO POCO O NESSUN BENEFICIO DI SALUTE RISPETTO AICOSTI SOSTENUTI, E QUINDI NON RAPPRESENTANO UNA ALLOCAZIONE EFFICIENTEDELLE RISORSE SANITARIE.

    LAZIONE SUGGERITA INTENDE CONSEGUIRE RISPARMI (IN TERMINI ASSOLUTI) SULLASPESA PER LASSISTENZA SANITARIA EROGATA DALLE AZIENDE SANITARIE SULTERRITORIO NAZIONALE FACENDO LEVA SULLA RIMOZIONE DELLINTERVENTOSANITARIO, SULLA RIDUZIONE DEL RIMBORSO, E SULLA RESTRIZIONE DELLUTILIZZO DIUNA TECNOLOGIA O DI UNA PRATICA CLINICA (AD ESEMPIO IN PARTICOLARI SETTINGASSISTENZIALI).

  • UN NUOVO APPROCCIO

    AL CONTRARIO DI QUANTO SI POSSA PENSARE, UN PROCESSO DI SOSTITUZIONESISTEMATICO E PROGRESSIVO NEL TEMPO DELLE TECNOLOGIE DI DIAGNOSTICA PERIMMAGINI PIU OBSOLETE PORTEREBBE AD UNOTTIMIZZAZIONE DEI COSTI IN GRADO DIRITORNARE DALLINVESTIMENTO INIZIALE GIA NEL BREVE PRERIODO, GRAZIE ANCHE ALLAMIGLIORE GESTIONE DI UTILIZZO DEI CARICHI DELLE EQUIPE MEDICHE E PARAMEDICHE,NONCHE DELLE PRESTAZIONI ESEGUITE IN CONDIZIONI DI URGENZA CHE TECNOLOGIE PIUEVOLUTE RENDONO POSSIBILE.

  • GLI EFFETTI

    QUANTO DETTO, INOLTRE, INTENDE CONSEGUIRE RISPARMI ARRIVANDO ALLADEFINIZIONE DI STRATEGIE DI GARA PI VICINE ALLE REALI ESIGENZE DELLE STRUTTUREEVITANDO ULTERIORI DISECONOMIE. SE SI CONSIDERA INFATTI UNA QUALUNQUESTRUTTURA SANITARIA, LA DOTAZIONE ESISTENTE RAPPRESENTA UNA VARIABILE BEN PISIGNIFICATIVA RISPETTO ALLE NUOVE ACQUISIZIONI CHE VENGONO EFFETTUATEANNUALMENTE (SOLITAMENTE NON SUPERANO IL 6-7 % DEL VALORE DI SOSTITUZIONEDELLINSTALLATO).

  • CONCLUSIONIIN SINTESI QUANTO AFFERMATO PU SUPPORTARE I PROCESSI STRATEGICI PER:

    1. PROGRAMMAZIONE DEGLI ACQUISTI E VALUTAZIONE DEI FABBISOGNI CON RIDUZIONE DELLA SPESA PER LACQUISTO E LA MANUTENZIONE DELLE TECNOLOGIE BIOMEDICHE;

    2. CONTENIMENTO DELLA SPESA RELATIVA ALLA GESTIONE DEGLI EVENTI AVVERSI CORRELATI ALLUTILIZZO DELLE TECNOLOGIE BIOMEDICHE;

    3. RIQUALIFICAZIONE DELLA SPESA MANUTENTIVA SULLE TECNOLOGIE BIOMEDICHE;

    4. MIGLIORAMENTO DELLA VISIONE SISTEMICA SULLE TECNOLOGIE BIOMEDICHE INSTALLATE, OTTIMIZZANDO LINTEGRAZIONE CON GLI ALTRI SISTEMI PRESENTI IN OSPEDALE;

    5. PERFEZIONAMENTO DEI PROGRAMMI DI ADDESTRAMENTO DEL PERSONALE SANITARIO SULLUTILIZZO SICURO ED APPROPRIATO DELLE TECNOLOGIE COMPLESSE.

  • GRAZIE