Isolamento termico con cellulosa in fiocchi (intercapedini, tetti e sottotetti)

  • Published on
    13-Jun-2015

  • View
    2.068

  • Download
    2

Embed Size (px)

DESCRIPTION

La cellulosa in fiocchi garantisce: protezione dal freddo, protezione dal caldo, protezione dal rumore e vantaggio economico. L'isolamento termico di intercapedini, tetti e sottotetti ha un notevole ricaduta sulla riduzione delle dispersioni termiche in una abitazione e di conseguenza consente un risparmio economico grazie alla riduzione dei costi sia di riscaldamento che di raffreddamento.

Transcript

<ul><li> 1. ISOLAMENTO CON CELLULOSA IN FIOCCHIBasaluzzo (AL)</li></ul> <p> 2. CHI SIAMO?Siamo un gruppo di professionisti, ingegneri, architetti e geometri, periti e artigiani con pi di dieci anni di esperienza in campo di edilizia. 3. COSA FACCIAMO? Isolamento intercapedini, sottotetti e tetti con cellulosa in fiocchi Consulenza e progettazione di sistemi di isolamento Diagnosi energetica, consulenza burocratica, certificazioni 4. LA CELLULOSA IN FIOCCHI La fibra di cellulosa: un materiale molto indicato dal punto di vista ecologico, poich la materia prima carta, prodotta con un ridotto dispendio di energia ecologica ed atossica, in quanto proviene da materie naturali in fiocchi e in granuli riutilizzabile e riciclabile non d reazioni al contatto con la pelle in quanto non presenta nessuna concentrazione di sostanze nocive ha capacit di assorbimento e regolazione dellumidit inodore quindi 5. PERCHE SCEGLIERE LA CELLULOSA IN FIOCCHI? Conosciamo meglio il materiale 6. LA CELLULOSA IN FIOCCHI un materiale molto indicato dal punto di vista ecologico, poich la materia prima carta, prodotta carta con un ridotto dispendio di energia 7. LA CELLULOSA IN FIOCCHI LA CARTA DEI QUOTIDIANI il componente dei fiocchi la carta dei quotidiani per 88% del prodotto. I giornali utilizzati provengono dalle eccedenze delle tipografie, ossia i ritagli non utilizzati. Il fatto che vengono utilizzati gli scarti delle tipografie quindi con scarsa presenza d'inchiostro, peraltro privo di piombo, garantisce un prodotto di alta qualit oltre che non inquinante per l'ambiente. 8. LA CELLULOSA IN FIOCCHI I SALI DI BORO il sale di boro presente in quantit del 12% (7% borace; 5% acido di boro) un minerale naturale presente sulla terra in giacimenti. I sali di boro sono presenti anche nel sale marino. I sali rendono i fiocchi cellulosa ignifughi, proteggono contro l'insorgenza di muffe, funghi, roditori e parassiti e impediscono l'invecchiamento del prodotto. 9. LA CELLULOSA IN FIOCCHI in fiocchi e in granuli riutilizzabile e riciclabile 10. LA CELLULOSA IN FIOCCHI non d reazioni al contatto con la pelle in quanto non presenta nessuna concentrazione di sostanze nocive 11. LA CELLULOSA IN FIOCCHI ha capacit di assorbimento e regolazione dellumidit ( completamente traspirante e funziona come equilibratore igrometrico), cio capace dimmagazzinare lacqua e restituirla quando il clima diventa pi secco. In questa maniera gli interni non sono mai n troppo secchi n troppo umidi. E in grado di assorbire fino al 18% di umidit senza perdere le sue caratteristiche isolanti. 12. LA CELLULOSA IN FIOCCHI un prodottoBIOCOMPATIBILE! 13. MARCHI UTILIZZATI 14. SCHEDA TECNICA PRODOTTO Materia prima: cellulosa ottenuta da carta di giornale Materiale antincendio: borace, acido borico Conducibilit termica: = 0,039 W/(mK) Valore di diffusione del vapore: m = 1 Peso specifico: 30-80 kg/m Massima temperatura d'impiego: 120 C Categoria di rischio dincendio: Svizzera BKZ 5(200 - difficilmente incendiabile, C) scarsa produzione di fumo Comportamento in caso di incendio: durante la prova d'incendio non si sono verificati gocciolamenti n cadute. Si spegne da solo in presenza di condizioni B2. Scarsa produzione di gas fumogeni (effetto visivo) Isolamento acustico: da 50 a 65 dB a seconda della tipologia d'impiego Imballaggio: sacchi di cellulosa da 13.5 kg Stabilit dimensionale: ottima, il volume rimane costante nel tempo, se posato secondo le prescrizioni tecniche Attaccabilit da insetti e muffe: nulla Putrescibilit: nulla Stabilit all'invecchiamento: ottima Spostamento di fase spessore: 140 mm = 10 ore 15. PERCHE SCEGLIERE LA CELLULOSA IN FIOCCHI? La cellulosa in fiocchi garantisce: Protezione dal freddo Protezione dal caldo ed inoltre Protezione dal rumore Vantaggio economico 16. PROTEZIONE DAL FREDDO La cellulosa in fiocchi offre una protezione eccezionale contro il freddo. I fiocchi di cellulosa vengono pressati in stabilimento ed insufflati meccanicamente in cantiere. Lo strato di isolante compattato e messo in opera ha una densit ideale che non lascia passare il freddo. 17. PROTEZIONE DAL FREDDO Semplicemente proteggere dal freddo significa: migliore confort interno durante linverno (pi caldo) e cosa pi importante minori spese di riscaldamento! PERCH UN FABBRICATO ISOLATO CONSUMA MENO?La risposta in una sola parola: TRASMITTANZA 18. TRASMITTANZA ..flusso di calore che passa attraverso una parete per metro quadrato di superficie della parete e per grado Kelvin di differenza tra la temperatura interna ad un locale e la temperatura esterna o del locale contiguo (D.Lgs 192/2005) In parole povere rappresenta il flusso di calore che, in condizioni di regime stazionario, passa attraverso una parete, per m di superficie e per una differenza di temperatura di 1 C. pi tale valore basso, pi la struttura isolante 19. TRASMITTANZA ES. PARETE PERIMETRALE A CASSA VUOTA COMPOSTA DA: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.INTONACO ESTERNO INTONACO INTERNO IN MALTA DI CALCE MATTONE SEMIPIENO FIBRA DI CELLULOSA MATTONE SEMIPIENO INTONACO ESTERNO IN MALTA DI CALCE INTONACO INTERNOTRASMITTANZA PRIMA DELL INTERVENTO TRASMITTANZA DOPO L INTERVENTO1,5 cm 1,5 cm 12 cm 12 cm 12 cm 1,5 cm 1,5 cmU = 1,650 W/mqk U = 0,272 W/mqkCio quasi 6 volte meno! Quindi passando meno calore tra linterno e lesterno, si consuma meno combustibile per riscaldare gli ambienti! 20. PROTEZIONE DAL CALDO La cellulosa in fiocchi ha una capacit di assorbire calore (detta INERZIA TERMICA) praticamente doppia rispetto a quella di un isolante tradizionale, grazie alla sua struttura ed alla messa in opera con densit da 55 a 60 kg/m3 . Questo significa che la cellulosa in fiocchi accumula il calore durante il giorno e lo diffonde solo verso sera quando gi rinfresca allesterno. 21. PROTEZIONE DAL CALDO Il tempo che intercorre tra quando avviene lassorbimento del calore e quando esso incomincia ad essere ceduto viene definito SFASAMENTO. SFASAMENTO Es. Per spessori di cellulosa di 16 cm lo sfasamento di 9 ore. 22. PROTEZIONE DAL CALDO SFASAMENTO Definisce la differenza di tempo fra lora in cui si registra la massima temperatura sulla superficie esterna della struttura e lora in cui si registra la massima temperatura sulla superficie interna della stessa. Il suo valore di grande influenza soprattutto nel determinare il COMFORT TERMICO estivo e quindi ha notevoli ripercussioni anche sul RISPARMIO ENERGETICO 23. PROTEZIONE DAL CALDO Semplicemente la fibra di cellulosa, in qualit di prodotto naturale, ha la capacit di assorbire calore e rilasciarlo prima che lo stesso entri in casa. Questa propriet ritrovabile solo nei prodotti naturali che hanno inerzia termica (cio una buona massa e bassa conduttivit) Non il caso del polistirene o poliuretano che per la loro composizione, non possono garantire questi risultati. 24. PROTEZIONE DAL RUMORE Il carattere fibroso della cellulosa in fiocchi assicura un assorbimento acustico elevato. Le onde, che hanno bisogno daria per propagarsi, si oppongono alla barriera ermetica della cellulosa e vengono rapidamente ridotte al silenzio 25. VANTAGGIO ECONOMICO Una casa ben isolata permette di consumare molto meno riscaldamento in inverno e anche molto meno per la climatizzazione in estate. Questo contribuisce ad un risparmio energetico oltre che una riduzione dellinquinamento. Lintervento velocemente ammortizzabile e duraturo nel tempo. 26. VANTAGGIO ECONOMICO DETRAZIONE FISCALE DEL 55% La Legge finanziaria del 27 dicembre 2006 n. 29 commi 344-349 parla di: Agevolazione fiscale del 55% sulle spese sostenute per la realizzazione di interventi su edifici esistenti, finalizzati a contenere i consumi energetici. .. quindi LINTERVENTO DI INSUFFLAGGIO DETRAIBILE, il che permette di ammortizzare i costi sostenuti ancora pi velocemente. 27. SOLUZIONE ANTIMUFFA Con lutilizzo di cellulosa in fiocchi non si avranno pi n umidit n muffe dato che lisolante completamente traspirante e funziona come equilibratore igrometrico. Infatti esso evita la formazione di condense superficiali nelle murature e nei solai che portano a lungo andare alla formazione della muffa. 28. COME ISOLIAMO? ISOLIAMO CON CELLULOSA IN FIOCCHI: INTERCAPEDINI SOTTOTETTI TETTI dopo sopralluogo preventivo di un tecnico specializzato 29. ISOLAMENTO INTERCAPEDINI Durante il sopralluogo il tecnico verifica, mediante la realizzazione di un foro, la presenza di intercapedine e ne verifica lo spessore 30. ISOLAMENTO INTERCAPEDINI Lisolamento delle intercapedini delle murature avviene in 4 semplici fasi:Fase 1) Esecuzione fori Fase 2) Preparazione minifant Fase 3) Insufflaggio Fase 4) Verifica del materiale insufflato 31. ISOLAMENTO INTERCAPEDINI FASE 1: Esecuzione foriSi effettua dallinterno o dallesterno una prima serie di fori a circa 50 cm dal pavimento e ad interasse di circa 100-150 cm. (sia in verticale che in orizzontale). Laltra serie di fori sono effettuati a circa 50 cm dal solaio superiore: si tratta di fori di diametro 40 mm effettuati con carotatore. 32. ISOLAMENTO INTERCAPEDINI FASE 2: Preparazione MINIFANTUn tecnico si occupa della preparazione del macchinario per linsufflaggio, chiamato MINIFANT (riempimento, regolazione, ecc.) 33. ISOLAMENTO INTERCAPEDINI FASE 3: INSUFFLAGGIONei fori eseguiti viene insufflato, partendo dai fori posti pi in basso, il materiale sfuso (fibra di cellulosa) avente densit di 55 kg/mc, tramite un tubo dove passa aria compressa e materiale. 34. ISOLAMENTO INTERCAPEDINIEssendo un prodotto sfuso, la fibra di cellulosa pu riempire tutti gli interstizi presenti nei vani, evitando soluzioni di discontinuit, aggrappandosi alle scabrosit del muro. 35. ISOLAMENTO INTERCAPEDINI FASE 4: VERIFICA MATERIALE INSUFFLATOA insufflaggio ultimato, si verifica la completa saturazione e si procede alla chiusura dei fori con la rasatura finale. 36. ISOLAMENTO INTERCAPEDINI 37. ISOLAMENTO SOTTOTETTO Per isolare un sottotetto si stende la cellulosa in fiocchi a tappeto sul solaio di sottotetto. Poich un materiale sfuso, si distribuisce uniformemente senza la formazione di ponti termici anche su superfici irregolari 38. ISOLAMENTO SOTTOTETTO 39. ISOLAMENTO SOTTOTETTO 40. ISOLAMENTO SOTTOTETTO 41. ISOLAMENTO SOTTOTETTO VANTAGGI DELLISOLAMENTO DEL SOTTOTETTO CON CELLULOSA: Continuit di isolamento anche se la superficie non liscia e sgombra da qualunque impedimento Ideale per sottotetti difficilmente raggiungibili Rapidit di posa: si possono ricoprire circa 600 m2 al giorno Leggero e non pesa sulla struttura Calpestabile Efficace contro il caldo, mentre gli altri isolanti non sono efficaci contro lo sfasamento 42. ISOLAMENTO SOTTOTETTO QUANTO PRODOTTO USARE? SPESSORE ISOLANTE (CM)TRASMITTANZA PRIMA DELLINTERVENTOTRASMITTANZA DOPO LINTERVENTOU [W/mqk]U [W/mqk](SOLAIO NON ISOLATO)(SOLAIO ISOLATO) VALORE RICHIESTO U = 0.30 W/MQK12 cm1,815 cmRIDUZIONE DISPERSIONE TERMICA0,2786,5 VOLTE1,80,2297,9 VOLTE18 cm1,80,1959,3 VOLTE20 cm1,80,17710,0 VOLTE22 cm1,80,16211,0 VOLTE25 cm1,80,14412,5 VOLTE 43. ISOLAMENTO TETTO Isolare i tetti con la fibra di cellulosa il sistema pi economico che riesce a garantire un buon isolamento sia invernale che estivo. estivo 44. ISOLAMENTO TETTO Per lisolamento del tetto deve essere creata nella struttura del tetto una intercapedini da riempire successivamente. La cellulosa in fiocchi viene inserita nellintercapedine del tetto tra la perlina e il tavolato superiore, mediante macchina per insufflazione apposita, alla densit minima di 55Kg/m (densit che garantisce la stabilit del prodotto evitando eventuali cedimenti del materiale nel tempo). Il lavoro viene eseguito dal colmo del tetto, dallalto verso il basso, mediante linserimento di apposite tubazioni. E richiesta la chiusura a regola darte di tutto il pacchetto (tranne il tavolato in direzione del colmo) onde evitare la fuoriuscita del materiale durante linsufflaggio. 45. ISOLAMENTO TETTO Vista tridimensionaleSezione trasversale STRATIGRAFIA DEL TETTO: 1 PERLINATURA E GUAINA FRENO VAPORE 2 FIBRA DI CELLULOSA IN FIOCCHI 3 TAVOLATO SUPERIORE 4 GUAINA IMPERMEABILE TRASPIRANTE 5 LISTELLATURA PER VENTILAZIONE SOTTOTEGOLA (INTERVENTO REALIZZABILE SU TETTI AVENTI STRUTTURA SIA IN LEGNO CHE IN LATEROCEMENTO) 46. ISOLAMENTO TETTO Fase 1. Vista del colmo prima dell'isolamento. Facile la messa in opera di tutta la carpenteria in legno e la creazione di intercapedini da riempire successivamente.Fase 2. Vista durante l'insufflaggio. Le operazioni di insufflaggio richiedono personale altamente specializzato. 47. ISOLAMENTO TETTO Fase 3. Fase intermedia di riempimento Intercapedini di qualunque forma e spessore, costruite con materiali semplici e a basso costo, quali listelli e tavolato in legnoFase 4. Vista del colmo prima della chiusura Chiusura perfetta in ogni punto. Si crea un cappotto completo, a perfetta regola d'arte 48. SOLUZIONE ANTIMUFFA Quando non presente lintercapedine e si presentano in casa problemi di muffa evidenti possibile effettuare un ISOLAMENTO A CAPPOTTO INTERNO 49. ISOLAMENTO A CAPPOTTO INTERNO 50. Per ulteriori approfondimenti visitare il sito: www.isolarelacasa.itGRAZIE PER LATTENZIONE!</p>